Zelensky a Biden: “Non sanzionate Abramovich, può facilitare i negoziati di pace”

Avantgardia

Secondo quanto riferisce il Wall Street Journal, su richiesta del presidente ucraino, gli Stati Uniti avrebbero atteso ad applicare sanzioni contro il magnate russo, come previsto da una bozza del Tesoro americano degli inizi di marzo, perché l’ormai ex patron del Chelsea – suggeriva il leader di Kiev – sarebbe stato utile nei tentativi di mediazione con Vladimir Putin

Gli Stati Uniti non hanno imposto sanzioni su Roman Abramovich su richiesta di Volodymyr Zelensky: il presidente ucraino ha chiesto infatti a Joe Biden di attendere per le sanzioni in quanto l’oligarca potrebbe giocare un ruolo nel facilitare i negoziati di pace con la Russia. Lo riferisce il Wall Street Journal citando alcune fonti.

All’inizio di marzo i funzionari del Dipartimento del Tesoro americano avevano messo a punto una bozza di sanzioni per punire Abramovich in seguito all’attacco della Russia all’Ucraina. Al momento di annunciarle, però, il Consiglio per la Sicurezza Nazionale ha detto al Tesoro di attendere.

Dietro la richiesta, riporta il Wall Street Journal, c’era il consiglio di Zelensky a Biden di attendere nell’imporre sanzioni ad Abramovich in quanto l’oligarca avrebbe potuto essere un importante intermediario con la Russia nell’aiutare a negoziare la pace.

Il ritardo degli Stati Uniti nel sanzionare Abramovich è una piega inattesa nella strategia dell’Occidente di punire i ricchi oligarchi con legami con il Cremlino per punire Putin. Anche se diversi oligarchi si sono espressi contro la guerra, Abramovich è l’unico ad aver pubblicamente detto di tentare di spingere Mosca a trovare una soluzione pacifica al conflitto.

Source:Ansa
Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

0

Your Cart