Salvini dice tutto: Ucraina, pensioni, giustizia e… Meloni (VIDEO)

Avantgardia

Il conflitto in Ucraina ma anche le ripercussioni della situazione internazionale sul governo, le pensioni, la legge elettorale. Il leader della Lega Matteo Salvini parla al Forum ANSA intervistato dal direttore Luigi Contu e dalla giornalista della redazione politico-parlamentare Michela Suglia

IL CONFLITTO IN UCRAINA
“L’arma più potente sarà la diplomazia no missili e testate. Noi stiamo mandando gli aiuti ma per salvare vite e difendere l’interesse nazionale italiano prevede che si faccia il possibile per evitare di mandar altre armi. Conto che non si parli più di invio di armi ma di diplomatici”. Lo afferma il leader della Lega Matteo Salvini al forum ANSA. “Io sono disposto ad andare ovunque per il cessate il fuoco. Io lo chiedo ai russi, con l’impegno del giornalismo italiano che se Salvini facesse il suo dovere, e cioè chiedere ai russi di cessare il fuoco, non venga vista come una iniziativa filo russa. Io non so se esiste un piano italiano per la pace, noi non ne sappiamo nulla. Ho fatto una riunione con i vertici della Lega e nessuno ne sa nulla”, ha detto ancora il leader del Carroccio. Mi auguro – ha detto ancora Salvini – non ci sia nessun nuovo voto sull’ invio di armi ed il quel caso la Lega ribadirà che l’arma più forte è la diplomazia. Io conto che ci si arrivi senza una divisione e penso che anche lo stesso Draghi abbia tutto l’interesse di ricondurre tutto ad un ragionamento. Io non voglio peccare di ottimismo però mi sembra che entrambe le parti chiedano di ragionare. Anche nella leadership Usa, al di là di Biden, si fa strada la ricerca di un confronto”.

MAGGIORANZA, GOVERNO E LEGGE ELETTORALE
“E’ irripetibile un governo con la sinistra. Letta e il Pd insistono sul ddl Zan e sullo ius soli ed i Cinque Stelle dicono no al termovalorizzatore… sono piani diversi. Per noi il tema è quello del lavoro e da qui a dicembre ci sono pensioni e pace fiscale”. “Spero che oggi si trovi una mediazione che metta d’accordo tutti, abbiamo lavorato per la soluzione”, ha aggiunto parlando dei balneari. “Cambiare la legge elettorale a pochi mesi dal voto è poco rispettoso verso i cittadini italiani”. “Il proporzionale – dice Salvini – garantisce ancora meno del maggioritario, quindi evitiamo di farci del male e di perdere tempo. Teniamoci l’attuale legge e poi ci saranno maggioranze che si metteranno d’accordo su un programma. “In democrazia contano i numeri, il partito che risulta vincitore indica il candidato premier”. Lo afferma Matteo Salvini parlando dei rapporti nel centrodestra al forum ANSA. Circa i rapporti con Giorgia meloni in particolare, Salvini ammette che ci sono tensioni a livello territoriale. Ad esempio, ha ricordato a Palermo e in altre città ha fatto un passo indietro per evitare queste tensioni. “Io sto lavorando per incontrare ed unire”, aggiunge.

IL NODO PENSIONI
“Cambiare la legge elettorale a pochi mesi dal voto è poco rispettoso verso i cittadini italiani”. Lo afferma Matteo Salvini parlando al Forum Ansa. “Il proporzionale – dice Salvini – garantisce ancora meno del maggioritario, quindi evitiamo di farci del male e di perdere tempo. Teniamoci l’attuale legge e poi ci saranno maggioranze che si metteranno d’accordo su un programma. “Quota 100 è costata 11 miliardi in 3 anni ma ha creato nuovi posti di lavoro. Se in manovra non si fa nulla torna la Fornero. è impensabile. I prossimi mesi saranno duri per le imprese ed il terziario per cui sarebbe un problema innalzare l’età pensionabile, noi siamo pronti a fare le barricate. La scorsa settimana ho incontrato i sindacati e con loro vorrei fare un percorso comune per arrivare a quota 41”.

Source:Ansa
Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

0

Your Cart