Crisi Ucraina; Zelensky ringrazia l’intelligence USA, ma dichiara fiducia nei dati di Kiev

Avantgardia

In una intervista alla CNN, il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky dichiara che i dati in possesso all’intelligence ucraina, su ciò che sta accadendo ai confini del paese, sono più affidabili di quelli americani.

“Sono grato per il lavoro svolto da entrambe le nostre agenzie di intelligence. Ma l’intelligence di cui mi fido è quella ucraina”, ha detto il presidente. Zelensky ha aggiunto che l’intelligence ucraina ha diverse fonti di informazioni di intelligence, “comprende diversi rischi sulla base dei dati intercettati”.

Il presidente dell’Ucraina ha anche assicurato che le autorità del Paese “non vivono nell’illusione e nei forse…”, riferendosi ai timori dei paesi occidentali su una possibile invasione russa. “Semplicemente metterci nelle bare e aspettare l’arrivo di soldati stranieri non è qualcosa che siamo pronti a fare”, ha detto Zelensky. Secondo il presidente, i partner stranieri di Kiev dovrebbero aumentare gli investimenti nell’economia ucraina e rafforzare gli armamenti del Paese, invece che lanciare in continuazione messaggi che generano solo panico nella popolazione.

Gli Stati Uniti hanno ripetutamente affermato che la Russia intende lanciare un’invasione dell’Ucraina e questa invasione prima doveva avvenire tra il 14 e il 16 febbraio, ora nel prossimo futuro. Alla vigilia del 19 febbraio, il presidente degli Stati Uniti Joey Biden esprimeva convinzione sul fatto che il suo omologo russo Vladimir Putin, avesse già preso la decisione di invadere l’Ucraina. “Abbiamo motivo di credere che le truppe russe stiano pianificando e intendano attaccare l’Ucraina la prossima settimana. Nei prossimi giorni”, aveva detto.

Zelensky si era rivolto alla nazione a metà gennaio, esortando gli ucraini a non farsi prendere dal panico. Il conflitto armato va ormai avanti da otto anni, nelle repubbliche del Donbass, ora non sono aumentati i rischi, ma “l’eccitazione che li circonda”. Aggiungendo che ora non vale la pena acquistare fiammiferi per conservare a lungo il il grano, per noi occidentali “non si può buttare benzina per spegnere un incendio. A metà febbraio, ha chiesto all’Intelligence ucraina prove che la Russia stesse pianificando un attacco nel prossimo futuro, senza trovare riscontri certi. Secondo la CNN, Zelensky è infastidito dall'”eccessiva concentrazione” di Washington sulla minaccia di Mosca, troppa attenzione provoca solo il panico. Nel Donbass sono anni che le Repubbliche autoproclamatesi Autonome sono in guerra con il governo di Kiev.

Fonte; rbc

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

0

Your Cart