Aperte le trattative sull’adesione all’Unione Europea con l’Albania e la Macedonia del Nord

Avantgardia

Soddisfatta la presidente della Commissione europea Urslua Von Der Leyen

Oggi si tengono a Bruxelles le prime conferenze intergovernative, dove sono stati aperti i negoziati di adesione con la Macedonia del Nord e l’Albania. Tali conferenze intergovernative segnano l’inizio di una nuova fase decisiva nel processo di adesione dell’Albania e della Macedonia del Nord all’Unione europea. A nome dell’UE durante la Presidenza ceca, gli incontri sono presieduti dal ministro degli Esteri ceco Petr Lipavský, con la partecipazione dell’Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza/Vicepresidente della Commissione Borrell e il Commissario per il Vicinato e l’allargamento Varhelyi. La delegazione dell’Albania è guidata dal Primo Ministro Edi Rama e la delegazione della Macedonia del Nord è guidata dal Primo Ministro Dimitar Kovachevski. Dopo le conferenze intergovernative, nel pomeriggio, è prevista una riunione inaugurale nell’ambito del processo di revisione analitica organizzato dalla Commissione. Rappresenta la prima fase dei negoziati di adesione e consente ai paesi candidati di familiarizzare con l’UE.

Dal discorso ai media del presidente della Commissione europea Von Der Leyen

” Che momento storico. L’Albania e la Macedonia del Nord stanno aprendo oggi i negoziati di adesione con l’Unione europea. Sono felice di essere qui con te. Questo è il tuo successo. Il vostro e il successo dei vostri cittadini. Tu, i tuoi cittadini e il tuo popolo avete lavorato duramente per raggiungere questo obiettivo. Hai dimostrato un impegno costante nei confronti dei nostri valori. Hai mostrato resilienza. Hai mantenuto la fiducia nel processo di ammissione. Hai rafforzato lo stato di diritto. Hai combattuto contro la corruzione. Hai un supporto gratuito. Hai società civili dinamiche. Hai attuato numerose riforme e modernizzato le economie. Non avete attuato tutti questi cambiamenti solo perché erano necessari nel percorso verso l’Unione Europea, ma soprattutto perché fanno bene ai vostri paesi. E offrono già una migliore qualità di vita ai tuoi cittadini. Noi, la Commissione Europea, vi abbiamo supportato fino in fondo. E continueremo a farlo.

 

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

0

Your Cart