Italia, tra flop mondiale e futuro: cosa farà Mancini? Se lascia ipotesi Cannavaro-Lippi. Suggestione Ancelotti

Avantgardia

Il ct amareggiato dopo la disfatta contro la Macedonia del Nord a Palermo: “Il responsabile sono io”. Gravina vorrebbe affidargli la ricostruzione, ma si guarda già alle alternative. In pole ci sarebbe il duo formato dal capitano e dal selezionatore di Germania 2006, ma sul tavolo anche i nomi di Ranieri e Carletto

Sarà Roberto Mancini a decidere il suo futuro in Nazionale. Dopo il fallimento contro la Macedonia del Nord il presidente della Figc Gabriele Gravina l’ha confermato senza mezzi termini, ma il ct si è comunque preso del tempo per riflettere sulla “peggior delusione della sua carriera”. Il tema è quello delle dimissioni, l’allenatore dovrà capire in questi giorni a Coverciano se c’è ancora del margine per costruire un nuovo progetto. Soprattutto a livello morale.

Continuare o meglio dare una scossa all’ambiente e farsi da parte per il bene dell’Italia? Questo il dilemma. Sulla carta c’è un contratto fino al 2026, data del prossimo Mondiale in Stati Uniti, Canada e Messico. Sicuramente una sfida per il Mancio che potrebbe mettersi alle spalle questa catastrofe portando gli Azzurri alla rassegna iridata 12 anni dopo l’ultima volta. Cinque anni per ricostruire, non ripartire da zero, ma ricostruire. Il gruppo c’è, ma sicuramente al momento c’è una carenza di giocatori di livello soprattutto in attacco. Anche su questo dovrà riflettere il tecnico che comunque anche ieri ha difeso i suoi ragazzi.

In ogni caso la Figc asseconderà ogni scelta di Mancini. Se saranno dimissioni, infatti, la Federazione non si opporrà ma inizierà la caccia al successore. L’ipotesi al momento più accreditata è quella di Fabio Cannavaro ct affiancato da Marcello Lippi come direttore tecnico, due che conoscono alla perfezione l’ambiente azzurro. L’ex capitano in Cina ha fatto esperienza e aiutato dall’ex tecnico potrebbe essere una buona soluzione. Da ricordare che questo era un progetto già in cantiere prima dell’arrivo del Mancio. Difficile vedere altre soluzioni se non un nome ad effetto come quello di Carlo Ancelotti.

 

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

0

Your Cart