Berrettini, niente finale all’Australian Open. Vince Nadal che lo incorona: “Matteo ha un grande futuro”

Avantgardia

Dopo due ore e 55 minuti è Rafa Nadal a volare in finale nello Slam di Melbourne. Il romano perde 6-36-23-66-3 al termine di un match a due facce: i primi due set sono un dominio dello spagnolo, che surclassa l’azzurro dal lato del rovescio. Poi il numero 7 del mondo (da lunedì n.6) si rialza, ma nell’ottavo gioco del quarto parziale, cede ai colpi potenti dell’avversario. Le parole dei protagonisti

Matteo Berrettini si arrende in semifinale agli Australian Open dopo due ore e 55 minuti di battaglia con Rafa Nadal, il sogno di un’altra finale di uno Slam svanisce, ma il futuro sorride all’azzurro e ad assicurarlo è proprio il campione spagnolo, che dopo il match lo ha incoronato: “Ogni anno Matteo migliora, è un giocatore che ha un grande carisma – ha detto Nadal, che se vincesse il titolo domenica conquisterebbe il 21° Slam in carriera superando Federer e Djokovic – È un bravo ragazzo. Penso abbia uno splendido futuro davanti a sè. C’è stato da combattere”.

“Ho cominciato il match giocando alla grande, i primi due set sono stati tra i miei migliori da molto tempo in qua – ha detto ancora lo spagnolo -. Sapevo che Matteo era un giocatore molto solido, molto pericoloso e sapevo che ad un certo punto del terzo set avrebbe ritrovato i suoi colpi”.

“Significa molto per me essere di nuovo in finale qui, non credevo di potercela fare e mi ritengo fortunato. Ora proverò a godermi la vittoria di oggi e fare del mio meglio domenica”, ha concluso Nadal, che ha vinto il secondo precedente contro Berrettini dopo il match di New York: “Rispetto a quel match sono entrato in campo con una consapevolezza diversa e la reazione che ho avuto dopo i primi 2 set lo conferma – ha dichiarato l’azzurro in conferenza stampa – Questi match mi fanno capire che sto lavorando bene.”

“Era la prima volta che giocavo con il tetto chiuso. Ho avuto bisogno di un po’ di tempo per adattarmi alle condizioni di gioco – ha spiegato l’azzurro – All’inizio ero un po’ sfasato. Non è da tutti i giorni giocare con Rafa in uno Slam… Lui non ha sbagliato una decisione. Sento di poter fare di più anche se non è detto che avrei vinto. La prossima volta spero di poter far meglio”.

“Non è giusto nei confronti di Rafa dire che gli abbia regalato 2 set – ha detto ancora Berrettini – Non sono stato al suo livello di intensità mentale. Oggi ho faticato a entrare nel match, ma non ricordo un suo errore gratuito a inizio match. Non posso dire di essere scontento. Questo è uno sport maledetto. Devi sempre provare a chiedere di più a te stesso altrimenti queste partite non si vincono. Basta guardare quello che sta facendo Rafa. Ho sbagliato 2 dritti sui due 15-30 del 4° set, che, se vuoi vincere con Nadal, non puoi sbagliare. Ma con i se e con i ma…”.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

0

Your Cart