Verso stop Green pass all’aperto e over 50 al lavoro solo col tampone. Addio alle mascherine “graduale”

Avantgardia

Il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, apre a un ulteriore allentamento delle restrizioni: dal primo aprile niente certificazione verde per le attività all’aperto e via l’obbligo del “Super” per i lavoratori

Il Governo potrebbe togliere l’obbligo del super green pass sul luogo di lavoro per gli over 50 con il passaggio al green pass base (quindi va bene il tampone) anche prima dell’1 maggio. Lo ha confermato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa a Radio Anch’io su Rai Radio 1: “Questo è l’intendimento. Darebbe l’opportunità anche a coloro che non si sono vaccinati di poter tornare al lavoro con un tampone ogni due giorni”.

Se il passaggio scatterà dal primo maggio è da vedere: “Questa è una discussione ancora aperta, c’è la possibilità che possa essere anticipato, domani mattina ci sarà la decisione definitiva”. Costa ha quindi spiegato che “dal primo aprile per bar, ristoranti e attività sportive all’aperto l’intenzione è quello di togliere il Green pass. Contestualmente, ci sarà il passaggio del super Green pass al Green pass base anche in altre attività al chiuso. Questo darà la possibilità anche a coloro che non si sono vaccinati di poter fare tutta una serie di attività che oggi non possono fare”.

Analogamente, anche sulle mascherine sarà avviato un percorso graduale. “Ovviamente – ha avvertito Costa – dobbiamo valutare con attenzione l’andamento dei contagi e valutare se questo aumento produrrà una pressione sugli ospedali. Oggi fortunatamente non è cosi’, certo va detto che dobbiamo completare un’azione fondamentale: abbiamo ancora circa 7 milioni di italiani che devono ricevere la dose booster e dobbiamo assolutamente raggiungere questo obiettivo perchè quando tutti saremo vaccinati con la terza dose anche una eventuale recrudescenza del virus farà meno paura”.

 

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

0

Your Cart