Twitter, l’ultimatum di Elon Musk: “Fornite i dati su spam e account falsi o salta l’accordo da 44 miliardi”

Avantgardia

Il patron di Tesla con una lettera torna ad alzare la voce con la società proprietaria della piattaforma accusata di non rispettare gli obblighi nell’ambito dell’accordo di fusione ostacolando i suoi diritti di informazione. Siamo alla minaccia finale: cosa c’è dietro?

Elon Musk ribadisce a Twitter la richiesta di maggiori informazioni sugli account spam e fake. In una comunicazione alla Sec, il patron di Tesla afferma che il rifiuto della società di fornire le informazioni richieste sugli account è una violazione dell’accordo di fusione. Nella comunicazione alla Sec, Musk allega la lettera inviata il 6 giugno a Twitter.

“Twitter ha rifiutato di fornire le informazioni ripetutamente richieste da Musk dal 9 maggio per facilitare la sua valutazione sugli account spam o fake della piattaforma. L’ultima offerta di Twitter di offrire dettagli sulle metodologie che usa è equivalente a un rifiuto” di soddisfare della richiesta di Musk, si legge nella missiva.

Gli sforzi di Twitter di caratterizzare” la richiesta in altro modo sono “solo un tentativo di offuscare e confondere. Musk ha detto chiaramente che non crede che le metodologie della società siano adeguate. I dati che ha richiesto sono necessari”, si legge ancora.

Nella lettera Elon Musk evidenzia poi che si riserva il diritto di mettere fine all’accordo di fusione con Twitter in caso di violazione dell’intesa. E il rifiuto finora mostrato da Twitter nel fornire i dati richiesti – ribadisce l’imprenditore – è considerato da Musk una violazione dell’accordo.

In aprile Musk ha messo sul piatto 44 miliardi di dollari per acquisire Twitter.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

0

Your Cart