updated 3:21 PM UTC, Nov 26, 2020

La NASA afferma di aver raccolto un grande campione dall'asteroide Bennu. Forse troppo grande (VIDEO)

  • Scritto da Zonca2020
  • Pubblicato in Tecnologia
In evidenza La NASA afferma di aver raccolto un grande campione dall'asteroide Bennu. Forse troppo grande (VIDEO)

Le immagini mostrano del materiale che fuoriesce da un dispositivo di raccolta (VIDEO), destinato a custodirlo fino al rientro della navicella Oiris- Rex sulla terra nel 2023.


Il braccio della navicella spaziale che si è allungata e afferra un campione di un asteroide è un'immagine destinata a rimanere nella storia ma potrebbe aver raccolto così tanto materiale da impedire la corretta chiusura del coperchio del porta campioni, consentendo la fuoriuscita di parte della preziosa polvere e rocce, hanno ammesso i funzionari della NASA in un comunicato diramato alla stampa.

Ora l'agenzia spaziale deve affrontare l'arduo compito di riporre i materiali di cui dispone senza versarne una quantità significativa, una procedura delicata resa ancora più difficile dall'ambiente senza peso dello spazio e dal fatto che la navicella si trova a circa 200 milioni di miglia di distanza. Martedì, un braccio della sonda OSIRIS-REx, progettata da Lockheed Martin, ha toccato la superficie dell'asteroide Bennu e ha sparato azoto gassoso che ha sollevato ghiaia e polvere, così da poter essere catturati da un dispositivo di raccolta.

Ma l'esplosione sembra aver sollevato così tanta ghiaia e polvere che parte di essa si è bloccata nel dispositivo, bloccando il coperchio in posizione aperta. Tuttavia, i funzionari della NASA hanno affermato di essere fiduciosi di avere comunque un campione di grandi dimensioni - molto più dei 60 grammi richiesti - e che saranno in grado di riporre il dispositivo di raccolta senza troppe perdite. "Sono molto fiducioso che l'operazione abbia avuto successo, che abbia raccolto una massa abbondante", ha detto Dante Lauretta, scienziato planetario presso l'Università dell'Arizona e principale attore della missione. C'erano “sicuramente prove di centinaia di grammi di materiale, e forse anche di più. La mia grande preoccupazione ora è che le particelle stiano fuggendo. Perché siamo stati quasi vittime del nostro stesso successo e alcune delle particelle più grandi hanno impedito al coperchio di chiudersi"

Invece di provare a misurare la quantità di materiale raccolto, come inizialmente previsto, la NASA ora si concentra su come conservare il dispositivo di raccolta nella capsula, la cui partenza per il rientro è prevista Martedì. Nel frattempo, tiene il veicolo spaziale e il dispositivo di raccolta il più fermi possibile, temendo che qualsiasi movimento aggiuntivo provochi la fuoriuscita di altro materiale.

"Ero piuttosto preoccupato quando ho visto queste immagini arrivare, e penso che la linea di condotta più prudente sia quella di riporre in modo molto sicuro ciò che abbiamo e ridurre al minimo qualsiasi futura perdita di massa", ha detto Lauretta.

Questa immagine frame-grab della NASA da una serie GIF mostra la testa del campionatore sulla sonda OSIRIS-REx piena di rocce e polvere raccolta dalla superficie Bennu.  (NASA / AFP / Getty Images)
Questa immagine (frame-grab) della NASA mostra la testa del campionatore sulla sonda OSIRIS-REx piena di rocce e polvere raccolta dalla superficie Bennu. 
 
"Dovremo aspettare di arrivare a casa per sapere esattamente quanto abbiamo e come si può immaginare è difficile", ha detto. "Ma la buona notizia è che vediamo molto materiale, quindi siamo nella situazione positiva di avere molto di più dei 60 grammi richiesti a questa missione". E' stata la prima volta che la NASA ha prelevato un campione da uno dei milioni di asteroidi stimati nel sistema solare. Gli scienziati ritengono che il materiale potrebbe far luce su come si è formato l'universo e su come l'acqua sia finita sulla Terra.
 

Con più di 4,5 miliardi di anni, Bennu è grande quanto l'Empire State Building e sembra una noce gigante che gli scienziati ritengono piena di ricchezze scientifiche, come il carbonio e l'acqua, rinchiuse in materiali argillosi. VIDEO

Video



Dante Lauretta spiega cosa è avvenuto

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.