Log in
updated 2:49 PM UTC, Jul 14, 2020

Coronavirus, la proposta del virologo belga: "I calciatori potrebbero tornare in campo con la mascherina". E in Germania c'è chi vorrebbe mettere i giocatori "sotto vetro"

In evidenza I giocatori del Gremio (Brasile) in campo con le mascherine, per protesta un mese fa ilComizio.it I giocatori del Gremio (Brasile) in campo con le mascherine, per protesta un mese fa

Uno scienziato avanza l'idea di tornare in campo con le protezioni per il viso: "È una possibilità da prendere in considerazione, consentirebbe la ripresa del calcio. Non parlo di quelle da chirurgo, inadatte, ma del tipo anti-inquinamento, più comode". Isolamento degli atleti e test a tappeto è invece la soluzione che viene dall'Università di Lipsia


 Coronavirus, Gremio in campo con le mascherine: "Non ci tutelano ...

Marc van Ranst, virologo belga consulente della Jupiler Pro League, non esclude la possibilità che i calciatori possano tornare in campo indossando le mascherine. "E' sicuramente una strada da considerare - ha detto a Le Soir - Non si tratta di quelle chirurgiche totalmente inadatte. Su internet si trovano mascherine anti-inquinamento che possono essere indossate da giocatori di football americano o ciclisti. Sono più comode".

Le immagini dei calciatori del Gremio all'ingresso in campo con le mascherine per protesta di un mese fa potranno diventare la normalità del calcio ai tempi del coronavirus. Almeno in Belgio, dove c'è in atto un braccio di ferro tra Federazione e Lega Calcio (da una parte) e Uefa dall'altra. I vertici del calcio locale, infatti, spingono per chiudere il campionato (il 24 ci sarà l'assemblea definitiva), ma hanno preso tempo dopo che la massima organizzazione europea ha minacciato di escludere i club belgi dalle competizioni europee. Intanto in settimana i club di Jupiler Pro League hanno ripreso ad allenarsi.

In Germania sono invece convinti basti molto meno. Uwe Liebert, direttore dell'Istituto di virologia dell'Università di Lipsia, sarebbe soddisfatto già di poter garantire l'isolamento dei giocatori e i test a tappeto: "L'ideale sarebbe che tutti i giocatori fossero in una sorta di scatola di vetro e fossero separati l'uno dall'altro", ha detto al giornale tedesco Mitteldeutsche Zeitung. Per questo riguarda i test, da utilizzare soprattutto per capire chi ha già avuto il virus e quindi potrebbe essere immune, il costo sarebbe di circa 130 euro, per una partita quindi non si spenderebbero più di 4.000 euro a squadra.

Ultima modifica ilSabato, 18 Aprile 2020 16:05

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.