updated 1:20 PM UTC, Oct 26, 2021

Scoperti in Egitto i resti di una antica civiltà sommersa

Gli scavi subacquei hanno portato alla luce i detriti di una nave militare e le rovine di un complesso funerario a Heraklion, una città sommersa dopo una serie di terremoti e alte maree.


Gli archeologi hanno scoperto i resti di una nave militare e di un complesso funerario a Heraklion, un'antica città egiziana immersa nel Mediterraneo. La scoperta è stata fatta durante gli scavi sottomarini a Heraklion (Thônis in antico egiziano), che era uno dei principali porti del paese situato alla foce del Nilo, fino a quando Alessandro Magno fondò la città dell' Alessandria nel 331 a.C. La città, scoperta nel 2001, è stata sommersa dopo una serie di terremoti e alte maree. "La difficile missione ha trovato i resti di una nave militare di epoca tolemaica e i resti di un complesso funerario greco risalente al IV secolo a.C. ", ha affermato in un comunicato il ministero egiziano delle Antichità.

Secondo le prime deduzioni degli archeologi, questa nave a fondo piatto, con ampi remi, un albero e vele, era lunga 25 metri ed era utilizzata per la navigazione nel Delta del Nilo. Con molta probabilità la nave doveva ormeggiare al molo dell'antico tempio di Amon e dovrebbe essere affondata dopo che l'edificio crollò durante un terremoto nel II secolo a.C. " I ritrovamenti di navi di questo periodo sono estremamente rari " , ha affermato Franck Goddio, dell'Istituto europeo di archeologia subacquea, che ha guidato la missione.

I ricercatori hanno anche scoperto un complesso funerario che mostra la presenza di mercanti greci nella regione durante il periodo tardo dell'antico Egitto. Secondo il ministero, i greci allora dominarono questa regione e vi costruirono templi funerari. Resti di questi templi sono stati scoperti sott'acqua " in ottime condizioni e mostrano la ricchezza dei templi di questa città che ora riposa nel Mar Mediterraneo ".

Le autorità egiziane annunciano regolarmente scoperte archeologiche, a volte senza attendere le conclusioni degli esperti responsabili delle necessarie analisi scientifiche e mettendole in prospettiva. Il Cairo ha annunciato negli ultimi mesi diversi importanti ritrovamenti archeologici con la speranza di rilanciare il turismo, un settore che ha dovuto affrontare grandi difficoltà dalla rivoluzione del 2011 che ha estromesso dal potere l'ex presidente Hosni Mubarak fino alla pandemia di coronavirus di oggi.

Ultima modifica ilDomenica, 25 Luglio 2021 09:33

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.