Sondaggi USA: una svolta politica, Trump in vantaggio su Biden

Avantgardia

In un contesto politico statunitense sempre più polarizzato, recenti sondaggi USA, del New York Times e del Siena College rivelano una tendenza sorprendente: se le elezioni presidenziali si tenessero oggi, l’ex presidente Donald Trump supererebbe l’attuale presidente Joe Biden in stati chiave come Arizona, Georgia, Michigan, Nevada e Pennsylvania.

Questo scenario suggerisce un cambiamento significativo nel panorama elettorale, con un’attenzione particolare al gruppo demografico degli elettori di origine mediorientale e nordafricana (MENA), che sembrano allontanarsi dal partito Democratico.

Nei sondaggi USA, condotti tra il 28 aprile e il 9 maggio, il New York Times ha intervistato quasi 4.100 elettori regolarmente registrati, evidenziando un vantaggio di Trump di sette punti percentuali in Arizona e Michigan, dieci in Georgia, tre in Pennsylvania e ben dodici in Nevada. Nate Cohn, capo analista politico del New York Times, sottolinea che “la forza di Trump è in gran parte dovuta agli elettori giovani, neri e ispanici”. Inoltre, si registra un marcato spostamento a favore di Trump tra gli elettori musulmani o arabi americani, con una preferenza del 57% contro il 25% per Biden e il 18% ancora indeciso; un netto contrasto rispetto al 2020, quando il 56% supportava Biden. La politica estera e la situazione a Gaza emergono come temi centrali per questi elettori, con circa il 70% che cita questi argomenti come focali per una loro decisione elettorale. Le risposte degli intervistati che precedentemente sostenevano Biden ma ora si orientano verso Trump, rivelano preoccupazioni comuni: economia, guerre, immigrazione e un crescente scetticismo nei confronti dell’attuale presidente. Nonostante questi dati, il Wisconsin si distingue come un’anomalia, con Biden che appare due punti avanti, in vista della convention repubblicana di luglio.

I democratici sono in testa anche alla corsa al Senato in Arizona, Nevada, Pennsylvania e Wisconsin, con un distacco particolarmente evidente in Nevada. Questi risultati potrebbero rappresentare una luce di speranza per Biden, indicando che gli elettori non hanno completamente abbandonato i democratici e potrebbero essere ancora disposti a sostenerlo. Con Biden e Trump pronti per una sfrenata corsa a novembre, dopo la conferma delle loro nomination alle convention estive, la scena politica americana si prepara a un altro capitolo intenso e imprevedibile.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *