updated 7:17 AM UTC, May 14, 2021

Covid-19 nel mondo: oltre 100mila morti in Italia, altri paesi revocano le restrizioni

L'avanzamento delle campagne di vaccinazione ha consentito ad alcuni paesi, come Regno Unito e Israele, di compiere un ulteriore passo verso il ritorno alla "vita normale".


La pandemia di Covid-19 sta soffiando sull'Europa a 2 velocità, tra la revoca di alcune restrizioni, lunedì 8 marzo, nel Regno Unito ad esempio, dove tutti gli scolari hanno ripresola strada per le aule, o addirittura in Germania, e misure più severe in altri paesi, come l'Ungheria o la Finlandia e Italia.

Secondo l'ultimo rapporto stabilito da Agence France-Presse (AFP), la pandemia ha ucciso almeno 2,59 milioni di persone in tutto il mondo da dicembre 2019. Gli Stati Uniti sono il paese più colpiti con oltre 525.000 morti, seguiti dal Brasile (265.400), Messico (190.600), India (157.800) e Regno Unito (124.400).

Secondo il nostro Ministero della Salute, in Italia il bilancio delle vittime ha superato i 100mila. Le regioni più colpite sono la Lombardia, cuore economico del Paese, con quasi 30.000 morti, seguita da Emilia-Romagna (quasi 11.000 morti), poi Piemonte e Veneto, con quasi 10.000 morti ciascuno. Queste cifre, che si basano su rapporti giornalieri delle autorità sanitarie, senza includere rivalutazioni basate su basi statistiche e sono generalmente sottostimate. 

Gli scolari in Inghilterra e Irlanda del Nord sono tornati in classe lunedì scorso. Un primo passo per uscire gradualmente da una terza reclusione introdotta nel Paese a gennaio, più dura della precedente, per frenare la diffusione di una variante del Covid-19, più contagiosa, apparsa nel Kent (sud-est), proprio all'inizio dell'anno.

I bambini, di età compresa tra 5 e 11 anni, sono stati i primi a ritrovare i loro insegnanti, prima che gli studenti dei college e delle scuole superiori li seguissero per tappe. In Scozia, le scuole hanno riaperto il mese scorso per i bambini dai 4 ai 7 anni. Un calendario simile è stato adottato in Galles, per favorisce gli alunni che sostengono gli esami quest'anno.

Grazie alla sua vasta campagna di vaccinazioni, 22 milioni di prime dosi iniettate, Londra ha allentato le regole molto rigide che riguardano la vita sociale. È ora possibile incontrare qualcuno fuori per un caffè o un picnic, entro la fine del mese verrà esteso a sei persone. La riapertura di negozi e terrazze non essenziali è prevista per il 12 aprile.

Anche in Germania lunedì sono state tolte le restrizioni: librerie, fiorai e autoscuole, già riaperte in alcuni Länder, possono accogliere visitatori in tutto il Paese. 

Israele è tornato a una vita quasi normale questo fine settimana grazie a nuove misure di deconfinamento. "È una giornata meravigliosa, stiamo aprendo ristoranti con il passaporto verde, stiamo tornando a vivere", ha detto domenica il primo ministro Benjamin Netanyahu, seduto sulla terrazza di un caffè a Gerusalemme. Il "passaporto verde" è un permesso concesso in questo paese a persone che hanno ricevuto due dosi di vaccino o sono guarite dal Covid-19.

Circa il 40% della popolazione israeliana è stata completamente vaccinata contro la malattia. Lo Stato ebraico ha anche lanciato ufficialmente lunedì la campagna di vaccinazione per i palestinesi che lavorano in Israele o negli insediamenti nella Cisgiordania occupata.

Negli Stati Uniti, le persone vaccinate possono incontrarsi in piccoli gruppi al chiuso senza indossare una maschera e senza rispettare le misure di allontanamento sociale. Possono anche incontrarsi senza maschera con persone non vaccinate provenienti da un solo altro nucleo familiare alla volta, purché non presentino fattori di rischio per Covid-19. 

Ma altri stati stanno stringendo la vite. In Finlandia sono appena entrate in vigore nuove restrizioni, inclusa la chiusura di bar e ristoranti. Idem in Ungheria, dove anche le scuole e la maggior parte dei negozi e delle attività commerciali devono chiudere. 

La stanchezza, anche la rabbia, contro le misure restrittive richiede estrema cautela nei confronti dei governi, divisi tra la necessità di contenere l'epidemia e il necessario consenso della popolazione. In questo contesto, il primo ministro olandese, Mark Rutte, dovrebbe annunciare lunedì se il suo governo estenderà o meno le misure in vigore, incluso un coprifuoco dopo le 18:00 che era all'origine delle scene di rivolta nei Pays-Low .

In Italia, dove il bilancio delle vittime ha appena superato i 100.000, sono entrate in vigore restrizioni più severe in Campania, che si inserisce così con Basilicata e Molise nell'elenco delle zone “rosse”, a massimo controllo. Friuli-Venezia Giulia e Veneto, due regioni finora classificate in “giallo” (rischio moderato), sono passate ad “arancione” (rischio medio).

Il giapponese, una difficile campagna di vaccinazione, guidata da una carenza di dosi di vaccino e siringhe specifiche. Dopo tre settimane, sono state somministrate solo quasi 46.500 dosi, giusto per confronto, in Corea del Sud le dosi somministrate sono state 7 volte di più. A differenza di molti paesi, il Giappone richiede che i nuovi farmaci, compresi i vaccini, vengano sottoposti a studi clinici con pazienti giapponesi, il che rallenta il processo di approvazione. Finora è stato approvato solo il vaccino sviluppato da Pfizer e BioNTech.

Lunedì il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha dichiarato che l'Unione Europea riceverà "100 milioni di dosi al mese" di vaccino Covid a partire dal secondo trimestre del 2021. Tre vaccini sono stati autorizzati dall'Agenzia europea per i medicinali (EMA), quelli di Pfizer-BioNTech, AstraZeneca-Oxford e Moderna, a cui si aggiungerà giovedì quello prodotto dalla Johnson & Johnson, che richiede solo una singola iniezione. Il vaccino Sputnik V russo ha raggiunto una pietra miliare per la sua diffusione nell'UE la scorsa settimana, con l'inizio della sua revisione da parte dell'EMA. La Commissione europea prevede il 70% degli europei vaccinati entro la fine dell'estate, ma vengono mosse critiche alla lentezza delle campagne.

 
  • Pubblicato in Salute
Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS