updated 10:48 AM UTC, Jul 23, 2021

Antonio Rossi colpito da infarto: dalla paura al sollievo per l'ex canoista campione olimpico oggi sottosegretario con delega allo Sport della Lombardia

Dopo lo spavento per il malore accusato domenica in Veneto, il ricovero e l'operazione all'ospedale Sant'Anna di Como, l'ex campione olimpico ci scherza su: "Mi hanno rimesso a nuovo. Sono stato sottoposto ad angioplastica, è andato tutto bene. Ora che dovrò stare a riposo, mi godrò tutte le gare degli azzurri"


A Sabaudia nasce il Parco Fiamme Gialle: Antonio Rossi tra i testimonial

Momenti di grande apprensione, ma paura passata per Antonio Rossi. L'ex canoista azzurro, vincitore di 5 medaglie olimpiche, è stato colto da un infarto durante una corsa podistica, domenica scorsa. Dopo i primi soccorsi è stato trasferito all'ospedale Sant'Anna di Como, dove opera il suo cardiologo di fiducia. Ora è fuori pericolo e nei prossimi giorni dovrebbe essere dimesso. "Fatto il tagliando dei 50 anni, ora sono come nuovo", ha scherzato.

Rossi, attualmente sottosegretario ai Grandi eventi sportivi della Regione Lombardia con delega alle Olimpiadi invernali del 2026, stava partecipando a una mezza maratona in Veneto, quando è stato colto da un malore improvviso. L'ex portabandiera azzurro (a Pechino 2008) ha comunque voluto rassicurare tutti: "Sono stati tutti bravissimi, giovedì dovrei tornare a casa - le sue parole riportate dal Corriere della Sera -. Grazie a chi si è preoccupato per me e alle tante persone che mi hanno inondato di messaggi di affetto".

IL SOLLIEVO DI ROSSI: "MI HANNO RIMESSO A NUOVO, ORA MI GODO LE OLIMPIADI"

"Mi hanno rimesso a nuovo. Sono stato sottoposto ad angioplastica, è andato tutto bene - ha spiegato successivamente a LaPresse - Rimarrò in osservazione in ospedale fino a giovedì come minimo. Ho sentito sia il presidente del Coni, Malagò, sia il segretario generale Mornati e ho fatto loro un grosso in bocca al lupo per le Olimpiadi. Ora che dovrò stare a riposo, mi godrò tutte le gare degli azzurri".

Covid, la "minaccia" di Confindustria: "Senza Green pass a rischio lavoro e salario"

Chi non si immunizza rischia il cambio di mansioni (con lavoro da remoto, se possibile) o la sospensione dello stipendio. L'ipotesi in una lettera al governo firmata dal direttore generale di viale dell'Astronomia, Francesca Mariotti


Confindustria Emilia-Romagna: aspettative di crescita per produzione e  ordini, il sistema produttivo regionale mostra capacità di reazione -  RavennaNotizie.it

Bisogna rendere obbligatorio il green pass, a tutela della salute degli stessi lavoratori e per consentire lo svolgimento dei processi produttivi nel rispetto delle libertà individuali. Senza il certificato, infatti, le aziende potrebbero arrivare finanche a non ammettere il dipendente al lavoro, con sospensione anche del salario.

È questo il senso di una lettera interna del direttore generale di Confindustria Francesca Mariotti, indirizzata al sistema e rivelata da alcuni organi di stampa. Nella lettera, si spiega infatti che "l'esibizione di un certificato verde valido dovrebbe rientrare tra gli obblighi di diligenza, correttezza e buona fede su cui poggia il rapporto di lavoro. In diretta conseguenza di ciò, il datore, ove possibile, potrebbe attribuire al lavoratore mansioni diverse da quelle normalmente esercitate, erogando la relativa retribuzione; qualora ciò non fosse possibile, il datore dovrebbe poter non ammettere il soggetto al lavoro, con sospensione della retribuzione in caso di allontanamento dell'azienda".

Ciò detto, viene fatto anche presente che Confindustria sta lavorando ad una proposta normativa per l'estensione dell'utilizzo del green pass per accedere ai contesti aziendali. Una proposta che "costituisce, dopo la disponibilità alle vaccinazioni nei luoghi di lavoro, un ulteriore contributo delle imprese a tutela della salute pubblica".

Illustrando la proposta di Confindustria, nella lettera il direttore generale sottolinea che "nonostante la campagna vaccinale nazionale abbia registrato finora un buon andamento, numerose imprese associate hanno segnalato la presenza di percentuali consistenti di lavoratori che scelgono liberamente di non sottoporsi alla vaccinazione anti-COVID19, esponendo di fatto a un maggior rischio di contrarre il virus se stessi e la pluralità di soggetti con cui, direttamente o indirettamente, entrano in contatto condividendo in maniera continuativa gli ambienti di lavoro".

La premessa fa riferimento ad un quadro pandemico che "torna a registrare in questi giorni un incremento dei contagi, associato al diffondersi, in Europa e in Italia, di varianti del virus particolarmente aggressive". "Gli strumenti di contenimento della pandemia più evoluti - in primis la vaccinazione - risulteranno fondamentali per evitare la reintroduzione di misure restrittive delle libertà personali e per lo svolgimento delle attività economiche". 

 

(Fonte: Agi)

Auto elettrica? Agli automobilisti manca il "profumo di benzina". E allora Ford glielo lo fa annusare...

Ford ha creato una fragranza alla benzina per togliere ogni dubbio sulle potenzialità dei veicoli elettrici e in particolare della Ford Mach-E GT, il primo Suv alimentato a batteria dell’Ovale blu. Il profumo Mach-Eau nasce per chi non vuole rinunciare all’odore del mondo dei motori tradizionali. Scopri di più


Elettrica sì ma con l'odore della benzina di una volta. Un automobilista su cinque afferma che l'odore della benzina è l'elemento che gli verrebbe a mancare di più nel cambio con un veicolo elettrico e almeno il 70% sostiene che, in una certa misura, sentirebbe la mancanza dell'odore di benzina. Quest'ultimo è stato anche classificato come un odore più popolare sia del vino sia del formaggio e quasi sullo stesso piano dell'odore dei libri nuovi.

E' il risultato di un sondaggio commissionato da Ford, che ha creato una fragranza premium per coloro che desiderano provare le prestazioni della nuova Mustang Mach-E GT completamente elettrica. La casa automobilistica ha rivelato la fragranza durante il Goodwood Festival of Speed, un evento annuale che attira appassionati di motori da tutto il mondo. Il profumo, che non è disponibile per l'acquisto, è parte del progetto che Ford sta portando avanti per sfatare i miti sulle auto elettriche e convincere gli appassionati di auto tradizionali sul potenziale di questa alternativa.

La fragranza Mach-Eau è stata creata in sinergia con la società Olfiction, con ingredienti che apportano caratteristiche distintive nel suo percorso di creazione. Il punto di partenza è stato quello di esaminare le sostanze chimiche che vengono emesse dagli interni delle auto, dai motori e dalla benzina.

Da questa ricerca è emerso anche l'odore di benzaldeide, simile a quello delle mandorle, emanato dagli interni delle auto, e di para-cresolo, nota chiave per creare l'odore gommoso degli pneumatici. Questi sono stati mescolati con ingredienti come blue ginger, lavanda, geranio e legno di sandalo che hanno aggiunto un accento metallico, fumoso e ulteriormente gommoso. E' stato incluso anche un elemento che ricorda il mondo animale, in particolare il mondo equestre per sottolineare l'eredità Mustang.

Covid, è allerta per i viaggi in Grecia. La Farnesina avverte società: "Rischi per 400 ragazzi italiani in partenza"

"Qualsiasi spostamento, in questo periodo, può comportare un rischio sanitario: in molte isole greche, inclusa Corfù, la presenza di stranieri risultati positivi è significativa e sta comportando rallentamenti e difficoltà alle autorità sanitarie locali nel reperire alloggi adeguati nei Covid-hotel". Lo scrive l'Unità di crisi della Farnesina ad una società che ha organizzato un viaggio in Grecia, con partenza il 23 luglio, di 400 ragazzi italiani.
Nella missiva - secondo quanto appreso - si invitano gli organizzatori ad informare "anche i familiari dei ragazzi" dei rischi e "dei possibili costi aggiuntivi" legati a questi viaggi. 

Calcio inglese sotto shock: arrestato per pedofilia un giocatore dell'Everton. Sarebbe un 31enne titolare nella sua nazionale

Non rivelata l'identità dell'atleta, anche se a Liverpool qualcuno fa il nome. Una fonte interna alla polizia avrebbe rivelato che, nella perquisizione della sua abitazione da parte degli agenti, "diversi oggetti sono stati sequestrati, e che l'uomo è stato interrogato in relazione a reati molto gravi" commessi nei confronti di un minore


Il mondo del calcio inglese e non è sotto shock: secondo i media d'oltremanica venerdì sera un giocatore della massima serie inglese sarebbe stato arrestato nella contea della Grande Manchester con l'accusa di pedofilia. Ancora sconosciuta l'identità del calciatore che però avrebbe 31 anni, sarebbe sposato e titolare nella sua nazionale ed è stato rilasciato su cauzione. Contemporaneamente l'Everton ha fatto sapere di aver sospeso un suo giocatore per indagini della polizia: "Il club continuerà a supportare le autorità con le loro indagini e non rilascerà ulteriori dichiarazioni in questo momento".  

Pochissimi dettagli sulla vicenda, ma una fonte interna della polizia ai tabloid avrebbe rivelato di "aver trovato diversi oggetti che sono stati sequestrati nell'abitazione del calciatore". L'uomo accusato di reati molto gravi su un minore è stato interrogato e poi rilasciato su cauzione in attesa di ulteriori indagini. 

Secondo quanto riportato da un giornale di Liverpool, il calciatore in questione, sarebbe l'islandese Gylfi Sigurdsson (notizia in attesa di conferme).

Fornero consulente del governo Draghi, Salvini non ci sta: "La signora ha già fatto troppi danni". La Lega ritrova l'arcinemica dei tempi di Monti

Istituita una task force economica di cui, oltre la contestata ex ministra del Lavoro del governo Monti, tra gli altri, faranno parte Mauro Magatti, Silvia Scozzese, Anna Maria Tarantola e Giuseppe De Rita. L'ira del Carroccio: "Orlando spieghi una scelta che lascia tranquilli su interventi in materia pensionistica"


Matteo Salvini contro Elsa Fornero consulente nel governo: "Interrogazione  Lega al ministro Orlando" – Libero Quotidiano

"La Fornero scelta dal Pd per occuparsi dei pensionati italiani??? No grazie, la Lega non ci sta, la signora ha già fatto troppi danni". Lo scrive su Twitter il leader della Lega, Matteo Salvini, criticando la nomina dell'ex ministro del Lavoro nel team di consulenti economici del governo.

La Lega al contrattacco: Orlando spieghi consulenza Fornero - La Lega ha fatto immediatamente partire una interrogazione parlamentare sul ruolo di Elsa Fornero nella sua nuova veste di consulente, della squadra di tecnici del Consiglio d'indirizzo per la politica economica. Il partito di Matteo Salvini interroga il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando, spiegando che "indubbiamente la scelta di Elsa Fornero non è - per il Carroccio - sinonimo di tranquillità e serenità rispetto ad eventuali interventi in materia pensionistica, anche alla luce della prossima scadenza della sperimentazione di Quota 100".

Se Salvini aspetta la Fornero sotto casa - Famiglia Cristiana

Oggi intanto, in due interviste, Elsa Fornero - esperta di previdenza e già ministro del Lavoro tra il 2011 e il 2013 - commenta l'incarico ricevuto da Palazzo Chigi per il Consiglio di indirizzo nell'ambito del Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica. Al 'Messaggero' spiega: "Questa struttura si occuperà di politica economica in senso molto ampio, su tanti argomenti. E per adesso in realtà non è stata ancora convocata". Sul capitolo previdenza, per Fornero, "ora un po' di flessibilità si può recuperare, a differenza del 2011, quando c'era la pressione di una crisi finanziaria. I tempi sono diversi, non ci sono priorità uguali per tutte le stagioni. Ma la flessibilità non deve andare a scapito delle giovani generazioni, quelle che hanno meno voce in capitolo. Bisogna sempre chiedersi chi paga". Su quota 100 aggiunge: "Chi ha avuto la possibilità di sfruttarla l'ha fatto e va bene, però bisogna dire che Quota 100 nell'insieme non è stata un successo. Non è servita a creare occupazione e, come ha evidenziato il recente rapporto dell'Inps, è stata usata principalmente da dipendenti pubblici, maschi, con redditi medio-alti". A beneficiare della flessibilità, per Fonero, dovrebbero essere "innanzitutto le categorie più deboli, quindi coloro che hanno perso il lavoro, e a quelli che svolgono mansioni più gravose" e certamente il governo ha fatto bene a convocare i sindacati, osserva, "è bene discutere e bisogna farlo con impegno prima di arrivare a ridosso della scadenza di fine anno".

In un'altra intervista, alla 'Stampa', Fornero parla anche del Pnrr: "La verità è che abbiamo davanti sei anni per spendere bene molti soldi. Ma la verità è anche che se non li spenderemo bene quei soldi diventeranno debito e gli altri Paesi ce ne chiederanno conto, saranno sempre lì, pronti a saltarci addosso. Significa combattere la precarietà del lavoro. Solo se riusciremo ad allargare la base di coloro che hanno un lavoro sicuro potremo avere una crescita economica in grado di garantire il welfare. E questo si deve fare innanzitutto puntando sulla scuola e sulla formazione. Poi servirà il sostegno alle imprese e ci vorranno gli investimenti pubblici. Per la prima volta abbiamo un piano e una scadenza a sei anni per realizzarlo. Per la prima volta i governi che si succederanno nei prossimi anni (spero che non accada, per la verità) sanno che cosa devono fare in modo preciso".

Covid, "Freedom Day" in Inghilterra: via le ultime restrizioni e stop all'obbligo di mascherina. L'ultima scommessa di Boris Johnson

Malgrado il Regno Unito registri 54.674 nuovi casi di Covid, il premier britannico Boris Johnson, criticato dagli scienziati, conferma le riaperture a partire dal 19 luglio, "il giorno della libertà". Si prevede il via libera ad attività come i locali notturni, l'allentamento di ciò che rimane delle limitazioni per cinema, teatri, eventi pubblici, matrimoni o funerali e la fine dell'uso della mascherina al coperto e il distanziamento


Boris Johnson :: Notizie su Today

In Inghilterra revocate tutte le ultime restrizioni legali anti-Covid, in quello che è stato chiamato il Freedom Day, strenuamente difeso dal premier britannico Boris Johnson nonostante l'allarme degli esperti. Club e altri locali dalla mezzanotte possono lavorare a pieno regime, senza limiti al numero di avventori e senza l'obbligo della mascherina.

Johnson, costretto all'isolamento dopo essere entrato in contatto con il ministro della Salute Sajid Javid risultato positivo, ha mantenuto il piano previsto ma ha esortato gli inglesi a restare prudenti, di fronte all'impennata di casi registrati, arrivati a superare i 50 mila al giorno. Grazie al successo della campagna vaccinale, le ospedalizzazioni sono gestibili, hanno sostenuto le autorità. Ma Neil Ferguson, scienziato dell'Imperial College di Londra, ha avvertito che è "quasi inevitabile" per la Gran Bretagna raggiungere i 100 mila casi al giorno e mille ricoveri perché la variante Delta è fuori controllo.

"La vera domanda è, possiamo raddoppiare (il numero) o addirittura di più? Ed è qui che la sfera di cristallo comincia a non funzionare", ha affermato alla Bbc. "Potremmo arrivare a 2 mila ricoveri al giorno e 200 mila casi, ma è molto meno certo", ha aggiunto. 

 

(Fonte: Agi)

  • Pubblicato in Esteri

IO LEGGO - Torna "Una Ghirlanda di Libri": il 25 e 26 settembre a Cinisello Balsamo la Fiera dell'Editoria indipendente

La Fiera dell'Editoria Indipendente di Cinisello Balsamo e del Nord Milano promuove la lettura non solo durante i due giorni della fiera: il suo intento è quello realizzare un movimento che parte dalla manifestazione, coinvolge la città e i suoi dintorni, ma anche i gli spazi virtuali creando un grande progetto di inclusione culturale. Come? Attraverso l’utilizzo di iniziative online, eventi in presenza e in streaming e il bookcrossing degli editori indipendenti


locandina-02-concorso-Qulture.jpglocandina-UnaGhirlanda-GIALLO.jpglocandina-ufficiale-ospiti+sponsor-A3.jpg

Si accendono i riflettori sulla seconda edizione di Una Ghirlanda di Libri, Fiera dell'Editoria Indipendente di Cinisello Balsamo e del Nord Milano, in programma per il 25 e 26 settembre nella scenografica Villa Casati Stampa di Soncino a Cinisello Balsamo con una serie di iniziative distribuite anche in altre location della città. Un evento che fa dell'intrattenimento di valore il suo tratto distintivo e della relazione tra Autori, Editori e Pubblico il suo aspetto più accattivante. Una vera occasione per ritrovarsi, pur con le necessarie precauzioni, e celebrare il valore dell'Incontro e della Cultura come crescita e svago.

Il programma

Il programma pensato dagli Organizzatori - l'Associazione LeGhirlande che ha sognato e poi concretizzato l'evento - si fa più fitto e autorevole di giorno in giorno e l'attenzione dei Media e delle Istituzioni per questa proposta, che nel 2020 ha sorpreso per vivacità e qualità, non si è fatta attendere.

Se le Amministrazioni locali infatti – primo tra tutti il Comune di Cinisello Balsamo – hanno subito confermato il proprio supporto all'evento, l'edizione 2021 può vantare anche il prestigioso Patrocinio della Regione Lombardia.

Il cuore pulsante del Festival sono tre instancabili organizzatrici – Lucia, Stefania e Manuela, dall'anima gentile ma con la grinta delle professioniste –, ma la linfa vitale sono gli Sponsor e i tanti piccoli Sostenitori locali che hanno voluto contribuire in ogni modo per rendere possibile un evento articolato, accogliente e così sentito e simbolico, in un momento di obbligato distanziamento sociale.

La nuova edizione

La nuova edizione, in calendario il 25 e 26 settembre prossimi, promette di replicare il successo dell'esordio con ancora maggiore enfasi e un programma fitto di iniziative: incontri con l'autore, focus tematici, concorsi fotografici e letterari, conferenze verticali, book crossing, workshop di scrittura creativa, ospiti prestigiosi, editori specializzati con proposte per tutti i gusti, dalla narrativa al giallo, dall'infanzia alla poesia, all'attualità.

Le prenotazioni

Il 1° settembre verranno aperte le prenotazioni al pubblico (eventi in presenza e in streaming), ma intanto si può organizzare sin da ora la propria visita consultando il sito della manifestazione, in costante aggiornamento, pregustando gli eventi che accoglieranno gli appassionati di lettura di ogni età. Registrandosi alla newsletter inoltre, o seguendo le pagine social (Facebook, Instagram, Twitter e il canale Youtube), si potranno intercettare tutte le novità in tempo reale.

La Stampa (seguirà invito) sarà invitata alla presentazione del Festival il 6 settembre prossimo a Villa Casati Stampa di Soncino a Cinisello Balsamo e, a seguire, alla presentazione in Regione Lombardia.

Info e contatti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 
Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS