updated 2:32 PM UTC, Apr 11, 2021

Avvocati Rispondono; Il diritto allo smart working per i lavoratori con figli a casa da scuola.

I lavoratori con figli fino a 16 anni bloccati a casa per sospensione dell'attività didattica in presenza o quarantena, hanno diritto al lavoro agile o, in alternativa, ad una aspettativa. Cosa fare se il datore di lavoro rifiuta lo smart working. Ascoltiamo l'Avvocato Giuslavorista Davide Pollastro


“Per venire incontro alle esigenze delle famiglie, abbiamo deciso, già nel decreto legge, di garantire il diritto al lavoro agile per chi ha figli in didattica a distanza o in quarantena”, ha detto Mario Draghi, intervenendo al Centro vaccinale anti-Covid all’aeroporto di Fiumicino. 

Ma quali sono le regole e come si devono comportare i lavoratori? Ascoltiamo l'Avvocato Giuslavorista Davide Pollastro che in questo video, spiega quali passi deve fare il lavoratore in difficoltà.

Avvocati Rispondono; la proroga del blocco dei licenziamenti

Fino al 30 giugno 2021 per tutti e fino al 31 ottobre per i datori di lavoro che usufruiscono della Cassa Integrazione. Chiarimenti su alcune figure particolari di lavori: lavoro domestico, lavoro dei dirigenti, cambio di appalto e fallimento dell'impresa. Ascoltiamo l'Avvocato Giuslavorista Davide Pollastro


Il governo ha poi prolungato il blocco dei licenziamenti fino a giugno per le aziende che ricorrono alla cassa integrazione ordinaria, per quelle che hanno la cassa integrazione in deroga, il blocco durerà fino al 31 ottobre.

In questo video i dettagli:

Conseguenza per il lavoratore che si rifiuta di sottoporsi a vaccinazione anti covid-19

Una prima messa a fuoco della difficile problematica nel contrasto tra il diritto di ogni persona a non essere sottoposto a trattamenti obbligatori e il dovere di non procurare danni o rischi ad altri con il proprio comportamento.


Le decisioni che i lavoratori prendono sulla propria vita e saluta, hanno motivazioni individuali e non collettive, per contro la vaccinazione è uno strumento di protezione allo stesso tempo individuale e collettivo e impone quindi un approccio diverso da tutte le altre proposte di prevenzione. In questa mancanza di legislazioni oggettive, l'Avvocato Giuslavorista Davide Pollastro fa chiarezza su quello che, anche in tale assenza, un lavoratore potrebbe rischiare sul posto di lavoro.

Avvocati Rispondono; lo Smart Working o Lavoro Agile

Diritto e obbligo al lavoro agile; quali sono le norme che regolano questa nuova visione del lavoro in azienda?


Lo Smart Working o Lavoro Agile è una nuova organizzazione dei flussi di lavoro che si inserisce nel rapporto tra il singolo lavoratore e l'azienda. Una nuova visione che dovrebbe proporre libertà di movimento, di spazi e autonomia nel raggiungimento di dati risultati o obbiettivi in un tempo prefissato. Una intelligente rivoluzione delle modalità con cui il lavoratore deve prestare la sua opera all'interno di una azienda. Vengono a modificarsi in questo modo gli spazi di lavoro aziendali e tutti quei vecchi concetti legati alla postazione di lavoro. In questo modo si evidenzia maggiormente l'autonomia dei singoli lasciandoli liberi di esprimersi nei luoghi e nei modi che ritengono più opportuni, purché i risultati da ottenere sia raggiunti in un tempo prefissato.

Quali sono le norme che regolano il diritto dei lavoratori in questa nuova visione del lavoro? ascoltiamo l'Avvocato Giuslavorista Davide Pollastro.

Avvocati Rispondono: la proroga del blocco dei licenziamenti

I licenziamenti per motivi oggettivi sono stati, dal Decreto Ristori del 28 ottobre, bloccati fino al 31 gennaio 2021, ma già è stata anticipata una ulteriore proroga fino al 21 marzo.


Sentiamo direttamente dalla voce dell'Avvocato Giuslavorista Davide Pollastro, quali sono le novità e cosa giustamente, devono sapere i lavoratori (VIDEO) 

FIGLI IN QUARANTENA E LAVORO AGILE

Diverse misure da intraprendere per quanto riguarda l'occupazione nelle prossime difficili settimane di pandemia. Scopriamo quali diritti hanno i lavoratori che si trovano in difficoltà nel conciliare la vita lavorativa con quella famigliare.


La legge 126 del 13 ottobre prevede molte disposizioni in tema di rapporto di lavoro. I lavoratori che hanno figli posti in quarantena dalla ATS, hanno il diritto di svolgere il proprio lavoro con modalità agile; se ciò non è possibile, hanno il diritto di astenersi dal lavoro con il percepimento di una indennità. Abbiamo chiesto all'Avvocato Davide Pollastro di spiegarci meglio la norma...

(VIDEO)

Emersione e regolarizzazione del lavoro nero, i dubbi sul decreto/sanatoria: l'avvocato Pollastro risponde a tutte le domande (VIDEO)

Un provvedimento che ha fatto discutere e sul quale ci sono ancora molte domande che hanno bisogno di risposte. L'avvocato Davide Pollastro di Milano fa chiarezza sul decreto per l'emersione e la regolarizzazione dei lavoratori irregolari - (VIDEO)


Il Dl n.34/2020, all'art. 103, introduce una procedura di emersione di rapporti di lavoro irregolari con cittadini stranieri, ed anche il rilascio di permessi di soggiorno temporanei ai cittadini stranieri che ne erano già in possesso, scaduti dal 31 ottobre 2019, non rinnovati né convertiti in altro titolo di soggiorno. La procedura di emersione prevede il versamento del contributo forfettario di 500 euro per ciascun lavoratore e la presentazione delle domande sino alle ore 22.00 del 15 agosto 2020. L'avvocato giuslavorista Davide Pollastro per ilComizio.it fa chiarezza su tutti gli aspetti e i termini del provvedimento rispondendo alle domande e ai dubbi delle persone interessate. Il Comizio è un video portale di informazione la cui linea editoriale è completamente apartitica e trasversale con l'intento di raccogliere il più ampio ventaglio di idee, posizioni e orientamenti politico-culturali. Particolare attenzione è riservata ai temi che riguardano la società e la vita di tutti i giorni, con la collaborazione di qualificati professionisti dei vari settori.

Decreto rilancio; il bonus per lavoratori domestici

Il decreto Rilancio introduce Il bonus per i lavoratori domestici


Un bonus importante e di aiuto a tutti quei lavoratori che rientrando in ufficio non sanno come gestire i propri figli. Con l'Avvocato Giuslavorista Davide Pollastro abbiamo cercato di far chiarezza, su questo bonus che consiste in un'indennità di 500 € per il mese di aprile e 500 € per il mese di maggio. Vediamo come funziona, a chi spetta e come richiederlo.

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS