Log in
updated 4:28 PM UTC, Jul 13, 2020

"Caro sindaco Sala, perché attacca la Regione persino sull'obbligo della mascherina? Siamo noi milanesi ad essere disorientati da Lei"

Giuseppe Sala, sindaco di Milano ilComizio.it Giuseppe Sala, sindaco di Milano

Riceviamo e pubblichiamo la lettera indirizzata da un cittadino al sindaco di Milano, Beppe Sala, che ha commentato in un video su Facebook l'ordinanza regionale che obbliga chi esce a coprirsi naso e bocca. Un provvedimento che aveva portato il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, a dire che lui la mascherina non la indossa perché "mantiene le distanze". Sala si è detto "disorientato", ma le polemiche di chi sostiene di non voler "alimentare polemiche" - fa notare il nostro lettore - finiscono per disorientare chi lo ascolta.


 Egregio Sig. Sindaco,

sono un cittadino milanese e lombardo e, mi trovo costretto a rivolgerLe un quesito.
AscoltandoLa, Lei fa continui richiami alla necessità di "non polemizzare" ed io, da cittadino che si attende, dalle istituzioni, ben altro che le polemiche (rimanendo spesso deluso), Le do piena ragione. E allora Le chiedo come sia possibile sentire Lei, anche oggi ed anche in questa occasione, rivolgere una velata ma del tutto evidente critica alla Regione Lombardia, laddove definisce la, a mio avviso sacrosanta (tutti sappiamo che il futuro sarà questo), ordinanza sull'obbligo della mascherina,"disorientante"?
Io, da milanese e lombardo, non sono affatto disorientato, ma del tutto conscio che, indossare la mascherina, sia un comportamento, già oggi e nel futuro prossimo, utilissimo e dovuto.
Quindi?

Sempre da milanese e lombardo, mi chiedo, qual è il senso di questo Suo intervento?
A proposito, me lo lasci dire, sarebbe stato apprezzabile un Suo adeguato plauso alla fantastica opera realizzata in Fiera, a Milano, grazie alla quale non solo avranno tregua gli ospedali della regione intera, ma la città erediterà una struttura, come sempre, all'avanguardia.
Siamo noi cittadini milanesi, nell'ascoltarLa, ad essere a volte un po' disorientati.

Un saluto cordiale e un augurio di buon lavoro.

Carlo Bortolotti

Ultima modifica ilDomenica, 05 Aprile 2020 14:59

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.