updated 9:44 AM UTC, Sep 16, 2021

Elezioni a Roma, Calenda a sorpresa: "Vorrei Bertolaso commissario e vice sindaco al decoro urbano". Per ripulire la capitale cerca l'uomo del piano vaccinale record della Lombardia

"Vorrei subito Guido Bertolaso commissario straordinario e vicesindaco al decoro urbano. L'ho detto che chiamo soltanto i migliori”. Lo afferma Carlo Calenda, candidato sindaco di Roma in un'intervista a 'Chi', spiegando che "tra le prime cose da fare a Roma c'è un piano di pulizia straordinaria, partendo da 5 mila nuovi spazzini presi tra coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza. Il termovalorizzatore dell’Acea. La revisione generale della metropolitana.

Comunali Roma 2021, Bertolaso ribadisce il 'no' a candidarsi sindaco -  Politica - quotidiano.net

"Io alleato con i Cinquestelle? I Cinque Stelle sono arrivati al governo e pur di restarci sono disposti a votare qualsiasi cosa. E il Pd li segue, come per esempio sul reddito di cittadinanza. Non farò accordi con loro, in nessun caso", chiosa.

Famiglia e cultura, la candidata che vuole "cambiare musica" ad Arcore

Entra ufficialmente nel vivo la campagna elettorale nei vari Comuni che andranno al voto il 3-4 ottobre. Ad Arcore (MB) la Lega, che sostiene il candidato sindaco del centrodestra Maurizio Bono, ha presentato sabato gli uomini e le donne della propria lista. Tra loro troviamo Elvira De Marco, esponente del movimento civico Lombardia Ideale di cui è coordinatrice cittadina. Il suo è un profilo interessante: docente al Conservatorio di Milano, da sempre impegnate nelle politiche per la famiglia. Alla professoressa De Marco hanno espresso la propria stima e fiducia il consigliere regionale Giacomo Cosentino e Marco Anguissola, rispettivamente coordinatore regionale e provinciale di Lombardia Ideale - (LEGGI TUTTO)


Elvira De Marco è candidata alle elezioni comunali di Arcore nella lista della Lega a sostegno di Maurizio Bono Sindaco. Docente al Conservatorio, coordinatrice cittadina del movimento civico Lombarda Ideale, la professoressa De Marco ha come priorità le politiche per la famiglia e la promozione della cultura, ambiti in cui è da sempre impegnata.

“Mi candido al Consiglio comunale di Arcore, come esponente di Lombardia Ideale nella lista della Lega – dichiara Elvira De Marco – perché è arrivato il momento di mettere questa mia esperienza al servizio della città in cui abito e dove vivono mia figlia e i miei tre nipoti. Una città – aggiunge – a lungo tradita dalle politiche fallimentari della sinistra, soprattutto per la famiglia, gli anziani, i bambini e le persone fragili. Ripartiamo, insieme, per darle un futuro migliore”.

“La candidatura di Elvira De Marco ad Arcore – afferma Giacomo Cosentino, consigliere regionale e coordinatore di Lombardia Ideale – è motivo di orgoglio per il nostro movimento civico e ci dà la certezza che stiamo andando nella giusta direzione, quella di contribuire a migliorare la vita dei cittadini, partendo dalle amministrazioni locali. Elvira è una figura di alto profilo etico e culturale che darà un grande contributo alla sua comunità e alla nuova amministrazione di centrodestra che determinerà il voto del 3-4 ottobre”.

“Ad Arcore come in tanti Comuni, grandi e piccoli, della nostra Regione, Lombardia Ideale dimostra di avere le risorse morali e politiche, le donne e gli uomini per portare valori importanti nella società e nelle istituzioni. Elvira De Marco, che ringrazio per l’impegno preso e per l’entusiasmo che sta dimostrando, ne è uno dei migliori esempi”. Lo dichiara Marco Anguissola, coordinatore provinciale di Lombardia Ideale, a sua volta candidato a Milano nella Lista civica Luca Bernardo Sindaco.

 

Monopattini elettrici, in tre mesi 659 incidenti solo a Milano. La Regione Lombardia prepara una legge: divieto per i minorenni, obbligo di casco e assicurazione

Il provvedimento accolto dalla Giunta per iniziativa dell'assessore alla Sicurezza, Riccardo De Corato. Dopo l'approvazione in Consiglio regionale arriverà in Parlamento. Il governatore Attilio Fontana: "Purtroppo gli eventi drammatici che continuano a ripetersi impongono una riflessione più attenta sul modo in cui questi mezzi devono circolare"


Milano, negli ultimi due mesi almeno 74 incidenti con i monopattini - la  Repubblica

Obbligo di assicurazione per responsabilità civile, limitazione della conduzione alle sole persone che abbiano compiuto 18 anni di età ed estensione a tutti i conducenti dell'obbligo di indossare il casco protettivo, oggi previsto solo per i minori. Sono i contenuti della proposta di legge al Parlamento per modificare le disposizioni vigenti sui monopattini elettrici approvata dalla Regione Lombardia.

In tre mesi solo a Milano 659 incidenti - "Purtroppo gli eventi drammatici che continuano a ripetersi impongono una riflessione più attenta sul modo in cui questi mezzi devono circolare", ha detto il governatore Attilio Fontana. "Dal 1° giugno 2020 a oggi, nella sola città di Milano, Areu ha ricevuto 659 richieste di intervento per incidenti con questi mezzi, quasi una al giorno. E' sotto gli occhi di tutti la loro pericolosità", ha sottolineato l'assessore regionale alla Sicurezza, Riccardo De Corato. "E' urgente un intervento legislativo", ha aggiunto, spiegando: "Ho presentato al presidente Fontana, che l'ha accolta, ed è stata approvata dalla Giunta, una proposta di legge al Parlamento".

Incidente monopattino Milano: gravissima la donna travolta da un furgone -  la Repubblica

La proposta di modifica proseguirà il suo iter di approvazione in Consiglio regionale per approdare in Parlamento. "Ci sono già proposte di legge alla Camera e al Senato ma sono ferme - ha concluso De Corato - Credo però che sia un modo per dire in maniera chiara che ci vuole una legge nazionale. I sindaci fanno quello che possono ma credo che sia necessaria uniformità di intervento".

Carceri, l'assessore Riccardo De Corato esprime solidarietà agli agenti  aggrediti al “Beccaria” di Milano | Sesto Notizie

In monopattino senza casco: prime multe a Sesto San Giovanni - Nel fine settimana i vigili di Sesto San Giovanni (Milano) hanno multato cinque maggiorenni che non indossavano il casco mentre erano alla guida di monopattini elettrici. Lo ha comunicato in una nota il sindaco di Sesto, Roberto Di Stefano, ricordando che "siamo il primo Comune a emettere queste sanzioni, facendo rispettare l'ordinanza che ho firmato settimana scorsa" sull'obbligatorietà del casco per chi utilizza i monopattini. L'Amministrazione del comune alle porte di Milano ha spiegato che "la polizia locale sta intensificando i controlli sulle piste ciclabili, nelle zone pedonali, nei parchi, nelle vie e nelle piazze principali della città", sottolineando che "il mancato rispetto dell'ordinanza sindacale a proposito dell'obbligo del casco prevede una sanzione di 50 euro".

SAPERE DI BELLEZZA - On dance, con Roberto Bolle dal 2 settembre a Milano (VIDEO)

Rubrica dedicata all’arte e alla cultura, a cura di CLAUDIO SCACCABAROZZI


Dal 2 al 6 settembre 2021 si terrà a Milano la terza edizione di On Dance (Qui tutti gli eventi e le date), iniziativa ideata e voluta dall’etoile della Scala Roberto Bolle.

L’iniziativa, che ha visto la prima edizione nel 2018, mira a portare la danza in vari luoghi di Milano, coinvolgendo gratuitamente gli appassionati.

Questa edizione sarà dedicata a Carla Fracci, la grande ballerina scomparsa il 27 maggio scorso, e che nelle parole di Bolle ha ispirato l’idea alla base di questa manifestazione, con la sua volontà di portare la danza (e quindi l’Arte) fuori dal teatro.

Tutto si svolgerà ovviamente seguendo i protocolli relativi alla pandemia, ma lo stesso Bolle ci ha tenuto a precisare che “non possiamo permetterci di abituarci a una vita senza Arte”, e noi non possiamo che condividere il suo pensiero.

 

Claudio Scaccabarozzi

IO LEGGO - Torna "Una Ghirlanda di Libri": il 25 e 26 settembre a Cinisello Balsamo la Fiera dell'Editoria indipendente

La Fiera dell'Editoria Indipendente di Cinisello Balsamo e del Nord Milano promuove la lettura non solo durante i due giorni della fiera: il suo intento è quello realizzare un movimento che parte dalla manifestazione, coinvolge la città e i suoi dintorni, ma anche i gli spazi virtuali creando un grande progetto di inclusione culturale. Come? Attraverso l’utilizzo di iniziative online, eventi in presenza e in streaming e il bookcrossing degli editori indipendenti


locandina-02-concorso-Qulture.jpglocandina-UnaGhirlanda-GIALLO.jpglocandina-ufficiale-ospiti+sponsor-A3.jpg

Si accendono i riflettori sulla seconda edizione di Una Ghirlanda di Libri, Fiera dell'Editoria Indipendente di Cinisello Balsamo e del Nord Milano, in programma per il 25 e 26 settembre nella scenografica Villa Casati Stampa di Soncino a Cinisello Balsamo con una serie di iniziative distribuite anche in altre location della città. Un evento che fa dell'intrattenimento di valore il suo tratto distintivo e della relazione tra Autori, Editori e Pubblico il suo aspetto più accattivante. Una vera occasione per ritrovarsi, pur con le necessarie precauzioni, e celebrare il valore dell'Incontro e della Cultura come crescita e svago.

Il programma

Il programma pensato dagli Organizzatori - l'Associazione LeGhirlande che ha sognato e poi concretizzato l'evento - si fa più fitto e autorevole di giorno in giorno e l'attenzione dei Media e delle Istituzioni per questa proposta, che nel 2020 ha sorpreso per vivacità e qualità, non si è fatta attendere.

Se le Amministrazioni locali infatti – primo tra tutti il Comune di Cinisello Balsamo – hanno subito confermato il proprio supporto all'evento, l'edizione 2021 può vantare anche il prestigioso Patrocinio della Regione Lombardia.

Il cuore pulsante del Festival sono tre instancabili organizzatrici – Lucia, Stefania e Manuela, dall'anima gentile ma con la grinta delle professioniste –, ma la linfa vitale sono gli Sponsor e i tanti piccoli Sostenitori locali che hanno voluto contribuire in ogni modo per rendere possibile un evento articolato, accogliente e così sentito e simbolico, in un momento di obbligato distanziamento sociale.

La nuova edizione

La nuova edizione, in calendario il 25 e 26 settembre prossimi, promette di replicare il successo dell'esordio con ancora maggiore enfasi e un programma fitto di iniziative: incontri con l'autore, focus tematici, concorsi fotografici e letterari, conferenze verticali, book crossing, workshop di scrittura creativa, ospiti prestigiosi, editori specializzati con proposte per tutti i gusti, dalla narrativa al giallo, dall'infanzia alla poesia, all'attualità.

Le prenotazioni

Il 1° settembre verranno aperte le prenotazioni al pubblico (eventi in presenza e in streaming), ma intanto si può organizzare sin da ora la propria visita consultando il sito della manifestazione, in costante aggiornamento, pregustando gli eventi che accoglieranno gli appassionati di lettura di ogni età. Registrandosi alla newsletter inoltre, o seguendo le pagine social (Facebook, Instagram, Twitter e il canale Youtube), si potranno intercettare tutte le novità in tempo reale.

La Stampa (seguirà invito) sarà invitata alla presentazione del Festival il 6 settembre prossimo a Villa Casati Stampa di Soncino a Cinisello Balsamo e, a seguire, alla presentazione in Regione Lombardia.

Info e contatti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Ecco Luca Bernardo, il medico che "si prende cura di Milano". Dalla sicurezza alle piste ciclabili, è già sfida aperta a Sala: "L'ex sindaco..." (VIDEO)

E' stato presentato ufficialmente Luca Bernardo, il candidato sindaco del centrodestra a Milano. Nella sua prima intervista, assediato da telecamere e microfoni, ha anticipato le sue idee su sicurezza, qualità della vita, tutela delle persone fragili, salute e superamento dell'emergenza sanitaria. Lo slogan di Bernardo, medico, primario di Pediatria all'ospedale Fatebenefratelli, è "Ci prendiamo cura di Milano".

SAPERE DI BELLEZZA - NovecentoPiùCento, annunciato il vincitore del concorso per l’ampliamento del Museo del 900 di Milano

Rubrica dedicata all’arte e alla cultura, a cura di CLAUDIO SCACCABAROZZI


E’ stato annunciato il vincitore del concorso indetto nel dicembre scorso dal Comune id Milano (ve ne abbiamo parlato qui), volto a raddoppiare gli spazi espositivi del Museo del 900 di Milano utilizzando anche la seconda torre dell’arengario, fino ad ora occupata da alcuni uffici comunali.

A vincere il concorso la cordata guidata dall’architetto Sonia Calzoni, insieme a Pierluigi Nicolin, Ferdinando Aprile, Giuseppe Di Bari e Bruno Finzi.

Il progetto prevede due possibili modalità per il collegamento tra i due edifici:

una suggestiva passerella pedonale e reversibile, posta a circa 20 metri di altezza, che avrebbe il pregio di permettere una visita continua, dal terzo piano dell’attuale museo alla nuova collezione.

La passerella inoltre avrebbe delle pareti trasparenti, per permettere la vista, e una superficie specchiante sulla parte inferiore, per riflettere il paesaggio circostante.

La seconda alternativa è quella di rendere via Marconi una sorta di atrio del museo stesso, valorizzando i collegamenti con piazza duomo e le aiuole della vicina Piazza Diaz.

La speranza è che la soprintendenza non bocci la prima soluzione, sicuramente coraggiosa ma molto funzionale.

 

La nuova collezione

Nell’ampliamento del museo troveranno spazio luoghi fondamentali come bookshop e caffetteria (al piano terra), un auditorium al primo piano e 4 piani espositivi.

Nelle sale verranno esposte opere di arte contemporanea, in collegamento con quanto è già presente nell’attuale museo del 900.

Il nucleo principale sarà formato da un gruppo di opere del primo novecento, tra cui molte futuriste, del valore di circa 15 milioni di euro, donate insieme a 5 milioni di euro dalla Fondazione Pasquinelli, presieduta dalla mecenate milanese Giuseppina Antognini.

 

Di seguito il commento del sindaco Beppe Sala:

Il Museo del Novecento raddoppia e diventa unico. Dieci anni e mezzo dopo la sua apertura il museo conquista il secondo Arengario, occupato fino ad oggi da alcuni uffici comunali. Un’espansione architettonicamente esemplare che permetterà la nascita di un moderno e spettacolare complesso espositivo dedicato all’arte contemporanea.”

 

Claudio Scaccabarozzi

Classifica dei governatori, risale il lombardo Fontana: +2,7% rispetto all'anno scorso

Nella classifica pubblicata da Il Sole 24 Ore il presidente della Regione Lombardia scala le posizioni (decimo) dopo la difficile battaglia contro la pandemia che ha duramente colpito il territorio che amministra e una lunga campagna di discredito nei suoi confronti. Tra i sindaci perde consensi il milanese Beppe Sala che scende sotto il 50% risultando 89ensimo su scala nazionale. Bene il primo cittadino di Bergamo, Giorgio Gori, che guadagna il 5,7% ed è terzo


  Teatro alla Scala, l'attacco di Sala a Fontana: "La smetta di giocare a  nascondino" - la Repubblica

Aumenta i consensi nell'indice di gradimento dei presidenti delle Regioni pubblicata oggi da Il Sole24Ore del lunedì, commissionata dal quotidiano economico a Noto Sondaggi, il governatore della Lombardia, Attilio Fontana. Nella 'Governance Poll', Fontana guadagna il 2,7% rispetto all'indagine dello scorso anno, ed è in decima posizione col 48% dei consensi. Fontana "si riavvicina - si legge - ai livelli che nel 2018 l'avevano portato a succedere a Palazzo Lombardia al suo collega di partito, e concittadino varesino, Roberto Maroni.

L'indice di "gradimento dei sindaci, che confronta il consenso con il risultato delle elezioni alla carica ricoperta, vede, tra quelli lombardi, la conferma al terzo posto di Giorgio Gori che a Bergamo, città martoriata dalla pandemia, guadagna il 5,7%.


Il primo cittadino di Milano, Beppe Sala, così come tanti altri sindaci di grandi città, registra un calo, -2,7 dei consensi, scendendo sotto il 50%. Risulta 89/esimo col 49%.
Tra i primi altri tre sindaci lombardi, Mattia Palazzi (Mantova), che rispetto all'elezione, perde però l'11,8% (da 70,8% a 59%) ed è decimo, il primo cittadino di Sondrio Marco Scaramellini, che perde il 2.4% (da 60,4 a 58%) ed è 15/esimo e la sindaca di Lodi, simbolico epicentro della pandemia, 22/esima col 57% guadagnando lo 0,6. 

 

Fonte: Ansa)

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS