updated 7:17 AM UTC, May 14, 2021

Lombardia zona gialla, Fontana soddisfatto ma si fa sentire col governo: "Continuo a non capire perché il provvedimento entri in vigore lunedì"

Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia ilComizio.it Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia

Il presidente molto deciso nell'incalzare l'esecutivo: "Il governo centrale riveda i criteri troppo spesso astrusi e incomprensibili dei Dpcm (penalizzando fortemente singole categorie produttive) e provveda a ristorare concretamente e in tempi certi - come  ha fatto per quanto nelle proprie disponibilità la Regione Lombardia - chi più degli altri ha subito i danno della pandemia"


"Tornare lunedì in zona gialla è un risultato importante e soprattutto meritato. Anche se francamente continuo a non capire perché il provvedimento non sia stato reso operativo da domenica". Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

"Un risultato meritato dai lombardi - continua il presidente - che hanno sempre dimostrato senso civico nel rispetto delle regole e grande spirito di sacrificio. Dobbiamo proseguire su questa strada confermando che i dati della Lombardia erano da tempo e sono oggi quelli che ci consentono di essere 'gialli'

Ora il nostro impegno prosegue su due fronti. Il primo, che riguarda un po' tutti, è continuare il percorso sulla strada dell'alta responsabilità individuale. L'altro è quello di far fronte compatto con tutte le Regioni affinché il Governo centrale riveda i criteri troppo spesso astrusi e incomprensibili dei Dpcm (penalizzando fortemente singole categorie produttive) e provveda a ristorare concretamente e in tempi certi - come  ha fatto per quanto nelle proprie disponibilità la Regione Lombardia - chi più degli altri ha subito i danno della pandemia".

 (Fonte: Lombardia Notizie)


ZONA GIALLA: COSA SI PUO' FARE

MOBILITA' - Si può circolare dalle 5 alle 22 nella stessa Regione, è consentita una sola visita al giorno a casa di parenti o amici, in massimo 2 persone più figli minori di 14 anni e persone disabili o non autosufficienti conviventi. E' vietato spostarsi in altre Regioni, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità o salute. Rientro alla residenza, domicilio o abitazione sempre consentito

CENTRI COMMERCIALI - Chiusi nei giorni festivi e prefestivi. Restano aperti all'interno farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie, edicole, librerie, vivai.

SCUOLE - Attività in presenza al 100% per scuole dell'infanzia, elementari e medie. Alle superiori didattica in presenza alternata per minimo il 50% e fino al 75% degli alunni. Università aperte/chiuse su autonoma decisione, in base all'andamento dell'epidemia.

TRASPORTO LOCALE - Riempimento massimo al 50% dei mezzi, ad eccezione del trasporto scolastico dedicato.

RISTORAZIONE - Consumazione in bar e ristoranti dalle 5 alle 18. Dalle 18 alle 22 permesso solo asporto di cibi e bevande dai locali con cucina. Consegna a domicilio senza limiti di orario. Vietato consumare cibi e bevande in strade o parchi dalle 18 alle 5.

TEMPO LIBERO - Musei e mostre aperti dal lunedì al venerdì, nel rispetto del distanziamento e delle altre misure di prevenzione. Chiusi palestre, piscine, teatri, cinema. Aperti i centri sportivi.

Ultima modifica ilSabato, 30 Gennaio 2021 14:49

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.