McDonald’s apre le porte agli hamburger vegani

Avantgardia

McDonald’s Vs Burger King, la nuova disputa che i due colossi del fast food si apprestano a combattere è sul terreno “vegano”. La nota catena mondiale  lancia sul mercato un hamburger a base vegetale chiamato “McPlant” nel tentativo di attirare i vegani e i consumatori che vogliono ampliare la loro scelta.

 

Il McPlant è distribuito in otto ristoranti negli Stati Uniti, in Texas, in Iowa, in Louisiana e in California, fino ad esaurimento scorte.

Secondo McDonald’s il nuovo hamburger: “Ha il gusto iconico di un hamburger di McDonald’s, perché è uno di loro”.

La più grande catena di hamburger negli Stati Uniti crede che questo veloce test la aiuterà a decidere se il McPlant potrebbe inserirsi in modo definitivo nel menu esistente.

McDonald’s ha affermato che McPlant distribuito in America, utilizza un tortino vegetale prodotto dell’azienda alimentare Beyond Meat, a base di ingredienti come piselli, riso e patate. Il tortino viene servito in un panino ai semi di sesamo con pomodoro, lattuga, sottaceti, cipolle, maionese, ketchup, senape e una fetta di formaggio americano. Proprio questo formaggio non lo fa essere completamente vegano. “Gli ospiti comunque potranno personalizzarlo e richiedere di eliminare il formaggio e la maionese o qualsiasi altro ingrediente”, ha affermato McDonald’s in una nota.

La catena di hamburger sta effettuando dei test anche in altri paesi, tra cui Svezia, Danimarca, Paesi Bassi, Austria, Regno Unito e Irlanda. Solo in questi paesi l’hamburger sarà veramente vegano, in quanto è realizzato con formaggio vegano in un panino vegano ai semi di sesamo.

Un consumatore nel Regno Unito ha twittato: “So che molti vegani non metterebbero piede in McDonald’s. E’ stato davvero difficile per me entrarci oggi. Ma abbiamo bisogno che le grandi organizzazioni cambino e guidino il cambiamento per porre fine alla sofferenza degli animali. Quindi, ho fatto il passo ha consumato un McPlant. E mi è piaciuto. “

McDonald’s ha affermato di aver trascorso tre anni a testare la giusta combinazione prima di rilasciare al pubblico il suo McPlant. Le prime critiche di alcuni vegani non sono tardate in quanto il McPlant viene preparato sulla stessa griglia dei prodotti a base di carne e quindi contaminato.

Stesse critiche ricevute anche da Burger King quando ha affermato che il suo Whopper a base vegetale sarebbe stato preparato insieme ai prodotti a base di carne.

Burger King, la seconda catena di hamburger più grande degli Stati Uniti, ha testato per la prima volta il suo hamburger a base vegetale “Impossible Whopper” nell’agosto 2019. Utilizzando un tortino di Beyond Meat. Da allora è diventato un punto fermo nei menu Burger King a livello nazionale.

Nel 2020, secondo il Good Food Institute, un’organizzazione no profit internazionale rileva che il mercato al dettaglio di alimenti a base vegetale era salita a  7 miliardi di dollari solo negli Stati Uniti, rispetto ai 5,5 miliardi di dollari del 2019″.

Freya Dinshah, presidente dell’American Vegan Society, con sede nel New Jersey, ha dichiarato: “tutto questo movimento nella grande distribuzione dei “fast Food” è solo positivo se porta alla riduzione del consumo di carne. Potrebbe persino essere d’ispirazione per non farlo solo un giorno alla settimana, ma due o tre giorni alla settimana. Anche mangiare cibo prodotto da piante e non da animali è un modo per migliorare più rapidamente la qualità della vita e le condizioni ambientali in tutto il mondo”.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

0

Your Cart