Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 993

updated 10:53 AM UTC, Oct 18, 2018

Vuoi guidare una moto? Cambia l'esame per la patente A: ecco come

Cambiano le procedure per prendere la patente A, il documento che autorizza alla guida delle moto in strada. Nella Gazzetta Ufficiale è stato, infatti, pubblicato un decreto del Ministero dei Trasporti che riduce da sei a tre le fasi della prova pratica


Nel dettaglio, d’ora in avanti la prova di guida sarà così: si partirà dalla verifica delle capacità del conducente nel prepararsi a una guida sicura e, poi, su manovre, indicate nel percorso sui circuiti di prova. Nell’ultima fase vengono valutati i comportamenti di guida nel traffico per verificare se li esegue con la massima sicurezza, adottando tutte le precauzioni.

Il decreto del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture obbliga i candidati a presentarsi il giorno della prova guida con guanti, giacca dotata di protezione di gomiti e spalle, pantaloni lunghi con quelle per le ginocchia, paraschiena e casco integrale. Questo abbigliamento è fondamentale per garantire l'incolumità dei candidati durante la prova pratica.

Nessuna novità invece per la prova teorica della patente A, che ricordiamo non è obbligatoria per coloro che sono già in possesso della patente A1 e A2, o della patente B e B1. La teoria, quindi, sarà composta ancora da 40 quiz, a fronte di un massimo di 4 errori consentiti.

Sia per la prova teorica che per quella pratica c’è tempo 6 mesi per superarla. Il candidato, in caso di bocciatura, può riprovare al massimo per una sola volta. Quindi, scaduti i 6 mesi dall’iscrizione (o dalla consegna del foglio rosa per l’esame pratico) o in caso di doppia bocciatura, il candidato dovrà iscriversi nuovamente per poter tentare il conseguimento della patente A (conosciuta anche come A3) che consente di guidare tutti i motocicli senza limitazioni di cilindrata o potenza.

 

(Fonte: Adnkronos)

Eicma 2017: lo spettacolo del Trial Acrobatico con Sergio Canobbio

Al Salone Internazionale del Motociclo di Milano grande spettacolo dal vivo nelle aree esterne. E per gli amanti del Trial acrobatico c'è lo Show Action Group .

 

Chi visita Eicma sa benissimo che troverà davvero tutto quello che un appassionato di moto può cercare. Gli stand dei più importanti marchi con le ultime novità, la parte di accessori, quella di vestiario tecnico e poi, per i più esigenti, qualsiasi elemento tecnico per migliorare e rendere unica la propria moto. Ma non solo. 

Tra i padiglioni della Fiera di Milano infatti ci sono gli spazi dedicati al live. Esibizioni, prove, spettacolo.

Siamo andati a visitare la parte dedicata al Trial Acrobatico e abbiamo intervistato Sergio Canobbio che insieme agli altri ragazzi dello Show Action Group è pronto ad esaltare il pubblico con acrobazie davvero spettacolari. Ecco le immagini!

  • Pubblicato in Sport

Come hai festeggiato il Capodanno?: "Niente, mi sono buttato con la moto dall'Arco di Trionfo..." - (GUARDA IL VIDEO)

Spettacolo? Follia? Sport? Filosofia del rischio? Forse tutto questo insieme. Lui si chiama Robbie "Maddo" Maddison, ha 35 anni, è australiano e in sella alla sua moto fa cose straordinarie. Come quella volta a Las Vegas... - (VIDEO)


Vi riproponiamo il video dell'incredibile impresa di Robbie Maddison, freestyler australiano, che nel 2009 il Capodanno del 2009 pensò bene si saltare con la moto in cima all'Arco di Trionfo di Parigi, così come è stato riprodotto a Las Vegas (si parla di un'altezza di 29 metri da terra...) e di lanciarsi giù, letteralmente volando con la sua Ktm; L'evento fu trasmesso in diretta da Espn e sponsorizzato riccamente dalla Red Bull che ha voluto Maddison fortemente.

Lui, che al termine nell'esibizione ha riportato la frattura di una mano per la pressione sul manubrio nella discesa, ha dichiarato che non avrebbe ripetuto l'impresa nemmeno per 10 milioni di dollari. Ma non c'era da credergli, visto quello che ha combinato in seguito;  il 13 luglio dello stesso anno Robbie eseguì un backflip in notturna sul Tower Bridge di Londra. Successivamente lo stunt/freestyler australiano si produsse in numeri memorabili nel famoso cimitero degli aerei di Tucson, Arizona, tra le oltre 4.000 vecchie carlinghe dell'Airplane Graveyard-Bone Yard della Davis Monthan Airforce Base, nel Sonora Desert. 

Il suo motto? "Affronta le tue paure, vivi i tuoi sogni". Ecco, non c'è bisogno di altre spiegazioni.

  • Pubblicato in Sport
Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

16°C

Milano

Cloudy

Humidity: 68%

Wind: 6.44 km/h

  • 18 Oct 2018 18°C 8°C
  • 19 Oct 2018 17°C 8°C