updated 12:51 PM UTC, Nov 14, 2018

Gli scienziati hanno scoperto che lo strato di ozono della Terra si ripristina di circa il 3% ogni dieci anni

Nell'emisfero nord e nelle medie latitudini, l'ozono dovrebbe riprendersi completamente entro il 2030, nell'emisfero meridionale dal 2050 e nelle regioni polari entro il 2060


Lo strato di ozono nella stratosfera terrestre, che ha il compito di proteggere il pianeta dalle radiazioni ultraviolette, si sta riprendendo ad un tasso dell'1 - 3% ogni decennio. Questa conclusione sarà contenuta nel prossimo rapporto scientifico dell'ONU, che viene pubblicato ogni quattro anni. 

Come rilevato a questo proposito in un comunicato stampa congiunto distribuito lunedì a Ginevra, dall'Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) e dal Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP), i risultati dello studio confermano che le misure adottate dalla comunità internazionale nel 1989, per attuare il Protocollo di Montreal sulle sostanze che riducono lo strato di ozono, ha portato a una riduzione di queste sostanze nell'atmosfera e al continuo recupero dello strato di ozono.

"Le prove presentate dagli autori del rapporto suggeriscono che, in alcune parti della stratosfera, dal 2000 l'ozono si sta riprendendo ad un tasso dell'1-3% per decennio", hanno osservato WMO e UNEP. "Nell'emisfero nord e nelle medie latitudini, l'ozono dovrebbe riprendersi completamente entro il 2030, nell'emisfero australe nel 2050 e nelle regioni polari entro il 2060. Queste sono "ulteriori prove del successo incoraggiante" del Protocollo di Montreal.

Il direttore esecutivo dell'UNEP Eric Solheim, commentando la pubblicazione del rapporto, ha descritto questo documento come, "uno degli accordi multilaterali di maggior successo nella storia, combinare la scienza autorevole, con l'azione cooperativa ha fornito un risultato positivo, e ciò dà anche speranza per la riuscita dell'accordo di Kigali che entrerà in vigore il 1 ° gennaio 2019". Questo è il quinto emendamento al protocollo di Montreal adottato a ottobre 2016 a Kigali, che prevede la riduzione delle emissioni di idrofluorocarburi (HFC) nell'atmosfera. Questo accordo è già stato ratificato da 58 paesi.

Secondo il rapporto, l'attuazione dell'accordo di Kigali consentirà all'umanità di arrestare leggermente l'aumento della temperatura sulla Terra. In generale, secondo gli scienziati, il controllo delle emissioni di HFC renderà possibile entro il 2050 ridurre del 50% la velocità di crescita della temperatura sul pianeta.

Come sottolineato dal segretario generale dell'OMM, Petteri Taalas, "l'anidride carbonica rimane il più significativo dei gas serra generati dal riscaldamento globale. Tuttavia, possiamo contribuire a combattere il cambiamento climatico riducendo le emissioni di altri gas, compresi gli HFC", ha affermato. Secondo Taalas, ogni fattore che rende possibile combattere il riscaldamento "non va sottovalutato ma studiato e utilizzato per migliorare la vita di questo nostro pianeta".

Botta e risposta tra la Isoardi e Salvini, lei ha annunciato la rottura della loro storia su Instagram e lui risponde su Facebook

Elisa Isoardi ha pubblicato su Instagram un'immagine di entrambi a letto per rendere pubblico che non sono più insieme, Salvini risponde, "Ho amato, ho perdonato, sicuramente avrò anche commesso degli errori". Il ministro dell'Interno ha replicato sui social alla ex.


Il rapporto tra Matteo Salvini ed Elisa Isoardi ha funzionato navigando su fiumi d'inchiostro... e ancor più dopo la sua rottura, l'inchiostro non si risparmia. Una storia che farà ancora parlare, è una fine vera o costruita? I malpensanti dichiarano che questa sia una mossa dovuta dopo le pesanti critiche degli ultimi giorni. La presentatrice è stata la prima a rendere pubblica la notizia e con una foto su Instagram, annuncia che la sua storia con il ministro degli interni italiano è giunta alla fine. Secondo l'immagine scelta per questa azione, qualcuno direbbe che si sono esauriti per il troppo amore e così tanto ....o. Ma ribadiamo solo solo le voci dei malpensanti.

Questa sera la risposta di Matteo Salvini, "Impegnativa giornata di lavoro in Africa sul fronte immigrazione e sicurezza, ma il telefono dall'Italia mi squilla per altro... Per educazione, carattere e rispetto non ho mai buttato in piazza la mia vita privata, non comincerò a farlo adesso, agli Italiani non interessa. Ho amato, ho perdonato, sicuramente avrò anche commesso degli errori ma ci ho creduto fino in fondo. Peccato, qualcuno aveva altre priorità. Buona vita", così in un post su Facebook, concludendo "vi voglio bene amici".

Da quando è diventato Ministro e Vice Primo Ministro d'Italia, Salvini ha lasciato dietro di se una scia di immagini e dichiarazioni che lo porta ai vertici della popolarità, non solo politica, ponendosi sempre prima della excompagna.  Una donna di spettacolo all'ombra di un uomo politico, anche se si dice che prima dello stop la Isoardi era stata fotografata a Ibiza con un altro uomo.

Maltempo; da Nord a Sud l'Italia mostra le sue fragilità

Italia nella morsa del maltempo, in tre giorni cadranno le piogge che normalmente cadono in tre mesi. I video drammatici mostrano le debolezze di un territorio troppo a lungo lasciato a se stesso. Al Politecnico di Milano acqua in classe durante una lezione, a Napoli un giovane muore travolto da un albero, molte regioni hanno diramato l'allerta rosso. Acqua alta record a Venezia, forse uno degli avvenimenti più forti registrati nella città lagunare, il 75% della città è allagata. La presidente del Senato: "Serve commissione d'inchiesta sul dissesto idreogeologico". Questa forte perturbazione è destinata a non abbandonare il Paese per altri giorni ancora, sicuramente non vedremo un cielo azzurro prima del 2 novembre.

Vi mostriamo alcuni drammatici video che mostrano la situazione del paese da Nord a Sud

 

 

Follow JC Go: il Vaticano lancia un’applicazione per “catturare” i Santi

Il gioco che si chiama Follow JC Go, in Italia è già disponibile per iOS e Android, ma solo in lingua spagnola. Cattura i tuoi Santi e forma un Team paradisiaco.


L'app è stata sviluppata in Spagna dalla Fundación Ramón Pané, in occasione della Giornata mondiale della gioventù, prevista per il prossimo 22 gennaio a Panama. Sicuramente non andrà a sostituire la più famosa Pokemon GO che fino a qualche tempo fa spopolava fra i giovani, ma anche fra i meno giovani. Un’applicazione per smartphone, Android e iOS che, grazie alla realtà aumentata geolocalizzata con Gps, consentiva di cercare e catturare i Santi in giro per il mondo. Il funzionamento è lo stesso della gemella, la fotocamera dello smartphone inquadra ciò che si ha di fornte e l'app vi aggiunge digitalmente i Santi e i Beati, permettendo così di vederli sparsi nelle case, nelle piazze delle città, a scuola. Oggi, la Fundaciòn Ramòn Pané, scrive che il suo obiettivo è quello di imparare le nuove lingue della società di oggi, le nuove forme di espressione, comprensione e comunicazione, per presentare il Vangelo, il messaggio di Dio attraverso la Sacra Scrittura, rispondendo alle reali necessità delle persone". Quindi da oggi avremo il nostro avatar in sandali che girando il mondo avrà la possibilità di “catturare” santi e beati attraverso la fotocamera del cellulare. Non ha bisogno di lottare contro il santo per riuscire a prenderlo, ma solo di rispondere ad alcune domande sul suo conto. Dimostrare di conoscere il personaggio biblico, gli basta infatti per includerlo nel proprio “JC-team”, ossia nella propria squadra di evangelizzazione.
Durante la ricerca dei santi, il giocatore si occupa inoltre della salute del proprio avatar: tra i valori da tenere d'occhio, per un benessere non solo fisico, ma anche spirituale, ovvero quelli relativi alla preghiera. Infine, nel gioco è presente una valuta, i “denarios”, che possono essere conquistati in tre modi: si può donare qualcosa in beneficenza e trasformare la donazione in valuta virtuale, vedere della ADS (pubblicità) oppure cercarlo sulla mappa. La fondazione cerca in questo modo di mettersi al passo con i tempi, i giovani di oggi interagiscono soprattutto tramite app e social media, “Sarebbe una negligenza, da parte della Chiesa, non cercare di incontrarli proprio lì, nei luoghi e nei gusti che gli appartengono” dichiara a Vatican News Miriam Diez Bosch, direttore del Blanquerna Observatory on Media, Religion and Culture alla Ramon Llull University di Barcellona, che ha da poco terminato uno studio sulla religione dei giovani nei social network. Dallo studio emerge che solo il 4% dei giovani nel mondo condividono contenuti legati alla religione cattolica. “E’ inutile pensare di sostituirsi ai loro influencers" – afferma Mirima Diez Bosch - "Sarebbe intelligente invece servirsi di loro, cercare di influenzare gli influencers stessi, affinché si facciano portavoce di realtà di fede e religione”. Ed è quello che si potrebbe fare proprio attraverso la promozione di questa app, un gioco che parla la lingua dei giovani, ma che racconta qualcosa di diverso dal solito: "la religione". Lo scopo principale dell’applicazione infatti è di tipo didattico. "Con questa app ci si può divertire, ma anche imparare ed essere evangelizzati” - sottolinea il cardinal Oscar Rodrìguez Maradiaga, presidente del comitato consultivo della Fundaciòn Ramòn Pané, "infatti, un ragazzo può apprendere molto sui santi, sui beati, sulla loro vita e sulla Bibbia stessa. "Catturare" i santi attraverso un’app. potrebbe quindi rappresentare un nuovo modo di evangelizzare, Follow JC Go potrebbe essere una delle soluzioni per avvicinare più persone alla fede e invogliarle a diffonderla.

App su GOOGLE PLAY

FONTE: (Vaticans News)

La scoperta di un nuovo reperto archeologico cambia la data della distruzione di Pompei

L'Iscrizione ritrovata su un reperto portato alla luce pochi giorni fa,  suggerisce che il Vesuvio eruttò settimane più tardi di quanto si pensasse


Un'iscrizione scoperta di recente a Pompei dimostra che la città fu distrutta dall'eruzione del Vesuvio dopo il 17 ottobre del 79 dC e non il 24 agosto come si pensava.

Gli archeologi hanno recentemente scoperto che l'artigiano scrisse sul manufatto la data del “16 ° giorno prima delle calende di Novembre”, il che fa pensare al 17 ottobre. Il manufatto è stato ritrovato su una casa di Pompei, venuta alla luce a seguito di scavi aperti per la manutenzione straordinaria del sito archeologico.

La storia, sulla base di scritture contemporanee e reperti archeologici. ci ha da sempre riportato che Pompei ed Ercolano furono distrutte da una massiccia eruzione del Vesuvio il 24 agosto del 79 dc. Anche se tuttavia, molte prove come la frutta autunnale su rami trovati nelle rovine cenere, avevano suggerito una data successiva.

“Oggi, con molta umiltà, forse ci sarà riscrivere i libri di storia perché dobbiamo datare l'eruzione per la seconda metà di ottobre”, ha detto il ministro della cultura, Alberto Bonisoli.

Pompei è il secondo sito più visitato turistico in Italia , dopo il Colosseo di Roma, con più di 3 milioni di visitatori nei primi otto mesi di quest'anno.

Il Canada legalizza la cannabis

Dopo l'Uruguay, il Canada è oggi il secondo paese al mondo in cui la cannabis è stata legalizzata per uso ricreativo. 


Approvata a Giugno dal senato canadese una nuova legge che rende legale l'uso della Cannabis, i mesi tra l'adozione ufficiale della legge e la sua attuazione sono stati utilizzati per preparare la terra per la marijuana nello spazio pubblico. Quindici milioni di famiglie hanno ricevuto informazioni sulle nuove regole. Ci sono state anche campagne di informazione per informare i cittadini sull'approccio alla legalizzazione.

Non c'è ancora un negozio di marijuana in ogni angolo del paese, ma gli effetti si incominciano a percepire, il primo negozio che è stato aperto a mezzanotte di venerdì scorso nella British Columbia, è la prima notizia di tutti i media nazionali e internazionali. Nell'Ontario, la provincia più densamente popolata del paese, la cannabis sarà venduta solo nella primavera imminente. Tuttavia, i residenti possono già acquistare cannabis online. 

La nuova legge stabilisce, tra le altre cose, come le droghe possono essere coltivate, distribuite e vendute. Gli adulti possono trasportare fino a 30 grammi di cannabis essiccata nello spazio pubblico. Questo include la propria auto. Le persone catturate con più di 30 grammi saranno punibili. La rivendita di marijuana rimane proibita, a meno che non si tratti di un punto vendita ufficiale e i coltivatori devono avere un permesso dal Ministero della salute.

Le regole riguardanti le vendite e l'uso verranno modificate in funzione del territorio e della condizione sociale, dalle singole province e in alcuni casi anche rafforzate con pene più severe per che violerà le nuove regole. 

L'inquinamento atmosferico può renderci stupidi

L'esposizione cronica all'inquinamento atmosferico può influenzare l'intelligenza. Ciò è dimostrato da uno studio condotto dall'università americana Yale e dall'università di Pechino, tra 20.000 persone in Cina. Secondo i ricercatori, l'impatto aumenta con l'età, e soprattutto gli uomini meno istruiti sono le prime vittime


Per quattro anni, i ricercatori hanno esaminato attentamente le capacità computazionali e verbali di 20.000 cinesi. I partecipanti sono stati regolarmente tenuti a fare un test standardizzato con 24 domande di matematica e 34 domande di riconoscimento di parole.

Più sostanze inalano, biossido di zolfo, biossido di azoto e altre piccole particelle inquinanti quotidianamente, più bassi sono i risultati del test. Una relazione causa-effetto non è ancora stata provata, ma esiste un legame tra inquinamento e punteggi inferiori del test.

Depressione

I ricercatori hanno visto i risultati deteriorarsi con l'età. L'effetto dell'inquinamento atmosferico sui test verbali era maggiore per gli anziani. I ricercatori pongono il collegamento allo sviluppo dell'Alzheimer e di altre forme di demenza. , secondo lo studio gli anziani con un basso livello di istruzione sono le più grandi vittime. I ricercatori sospettano che questo sia dovuto al fatto che i lavori con istruzione inferiore si svolgono più spesso all'aperto.

Le minuscole particelle inquinanti (Pm2,5 o inferiori), finirebbero direttamente nel cervello e avrebbero un impatto sulle reazioni chimiche in diverse parti del cervello. Alcuni potrebbero anche avere un impatto psicologico e, ad esempio, svolgere un ruolo primario nello sviluppo della depressione.

Città

Le principali città della Cina sono tra i più inquinati al mondo, ma secondo le università, i risultati sono rilevanti per quasi tutti gli abitanti delle città in tutto il mondo: oltre l'ottanta per cento di loro respirano quantità pericolose di inquinamento atmosferico.

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), nel 2016 oltre quattro milioni di morti sono stati causati dall'inquinamento atmosferico. Più di nove persone su dieci vivono in regioni in cui la qualità dell'aria non soddisfa le linee guida dell'OMS.

Il papa paragona l'aborto con "la chiamata di un sicario"

Papa Francesco, nella sua omelia durante la tradizionale udienza in Piazza San Pietro a Roma, ha volontariamente detto che praticare o accettare l'aborto è come assoldare un sicario


"Termina una gravidanza con un aborto, è come eliminare qualcuno, secondo voi è giustificato eliminare un corpo umano per risolvere un problema?", questa è la domanda che il Pontefice ha rivolto ai fedeli che seguivano la sua omelia in Piazza San Pietro.

"È giustificato fare ricorso a un sicario per risolvere un problema?", ha poi aggiunto Francis, oltre a parlare a lungo di come andrebbe seguito il comandamento "non uccidere", il Papa ha aggiunto in tono molto severo e inquisitorio che,  "Liberarsi, anche in modo giustificato, di un essere umano, è come chiamare un sicario per risolvere un problema!".

Il Papa ha attirato l'attenzione sul "deprezzamento della vita umana", attraverso le guerre, lo sfruttamento dell'uomo e l'esclusione. Ha poi aggiunto l'aborto a questa lista. "Come può un atto che rimuove una vita innocente essere umano o terapeutico, civile e molto comune?". Con queste parole Francesco chiude la sua omelia, spostando in modo molto sensibile l'opinione della chiesa cattolica, verso la scomunica di tutti quelli che usufruiscono di una pratica che troppe volte non è terapeutica ma solo di comodo.

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

13°C

Milano

Mostly Cloudy

Humidity: 77%

Wind: 8.05 km/h

  • 14 Nov 2018 10°C 6°C
  • 15 Nov 2018 10°C 5°C