updated 10:17 PM UTC, Dec 14, 2019

Lavoro: "L'avvocato risponde" - 10° puntat

"Ricordarsi sempre di  tenere tutte le prove di un lavoro svolto" Il giuslavorista Davide Pollastro risponde ai quesiti dei nostri lettori e affronta i problemi che riguardano il tema occupazionale - (VIDEO)


Il giuslavorista Davide Pollastro fornisce pareri, consigli e valutazioni qualificate a chi gli sottopone le domande sui propri casi lavorativi personali.
In questa puntata si spiegano i motivi per cui bisognerebbe ternere sempre le prove di lavori svolti.
Alle comunicazioni ufficiali è dedicata la tredicesima puntata della nostra nuova rubrica "L'avvocato risponde", dedicata ai problemi del mondo del lavoro.

31 Dicembre, a Bologna la "Marcia della pace"

A Bologna per conltivare uno stile di vita che contempli la nonviolenza: stile di una politica per la pace. Mentre dal 1° Gennaio 2017 partirà l'anno mondiale della "nonviolenza".


Un appello di papa Francesco ai grandi della terra: "lavorate per il disarmo e bando alle armi nucleari. E un invito a tutti a eliminare la violenza dalla famiglia, dalla politica e dalla religione" è l'apertura dell'anno mondiale della "#nonviolenza" che prenderà il via il 1° 2017. Papa Francesco spiega anche cosa significa essere nonviolenti: “Essere veri discepoli di Gesù oggi significa aderire anche alla sua proposta di nonviolenza, che non consiste nell’arrendersi al male, ma nel rispondere al male con il bene, spezzando in tal modo la catena dell’ingiustizia. Non è un mero comportamento tattico, bensì un modo di essere della persona, l’atteggiamento di chi è così convinto dell’amore di Dio e della sua potenza, che non ha paura di affrontare il male con le sole armi dell’amore e della verità. L’amore del nemico costituisce il nucleo della rivoluzione cristiana”. “Anche Gesù visse in tempi di violenza”, rimarca Papa Francesco - “Egli insegnò che il vero campo di battaglia, in cui si affrontano la violenza e la pace, è il cuore umano. Quando impedì a coloro che accusavano l’adultera di lapidarla e quando, la notte prima di morire, disse a Pietro di rimettere la spada nel fodero, Gesù tracciò la via della #nonviolenza, che ha percorso fino alla fine, fino alla croce, mediante la quale ha realizzato la pace e distrutto l’inimicizia. Perciò, chi accoglie la Buona Notizia di Gesù, sa riconoscere la violenza che porta in sé e si lascia guarire dalla misericordia di Dio, diventando così a sua volta strumento di riconciliazione, secondo l’esortazione di san Francesco d’Assisi: ‘La pace che annunziate con la bocca, abbiatela ancor più copiosa nei vostri cuori'”.

Poi Papa Francesco si rivolge anche ai grandi della terra chie dendo loro di  lavorare in favore del disarmo, nonché della proibizione e dell'abolizione delle armi nucleari. "Che il 2017 faccia ritrovare un'etica di fraternità e di coesistenza pacifica tra le persone e tra i popoli non può basarsi sulla logica della paura, della violenza e della chiusura, ma sulla responsabilità, sul rispetto e sul dialogo sincero", scrive Papa Francesco mettendo in evidenza che "la deterrenza nucleare e la minaccia della distruzione reciproca assicurata non possono fondare questo tipo di etica".

Intanto però le grandi città si preparano ad un capodanno blindato, con eccezzionali misure di sicurezza in tutti i luoghi in cui vi saranno spettacoli e molte persone. (quì i dettagli)

Roma, salta il concerto di Capodanno. Il Pd: "Altro flop della Raggi"

Ultime news: le pene della giunta Cinque Stelle

"Il primo concertone dell’amministrazione Cinque Stelle è fallito. Quello che doveva essere il nuovo modello di evento di San Silvestro, con un bando pubblico che prevedeva iniziative auto-finanziate al Circo Massimo e ai Fori Imperiali, si è rivelato un flop. Nessuno ha accettato, gli operatori del settore si sono dileguati, gli sponsor hanno dirottato le risorse altrove". Lo sottolinea il deputato del Pd, Michele Anzaldi.

"Il meccanismo studiato dalla giunta Raggi, con la richiesta preventiva di sponsorizzazioni già a disposizione prima ancora di conoscere il profilo degli eventi, si è trasformato in un boomerang. Doveva essere la dimostrazione del nuovo modo di amministrare dei 5stelle nella Capitale, è diventato un fallimento".

“Roma, unica Capitale europea – spiega Anzaldi – e unica grande città italiana, non avrà alcun evento organizzato per la notte di Capodanno. Le famiglie, i giovani, i turisti, almeno quelli che hanno prenotato per Roma pur senza alcuna offerta culturale specifica, dovranno organizzarsi da soli".

"E se l’ambizione della trasparenza è venuta meno col flop del bando per il Concertone - continua Anzaldi - resta l’oscurità delle assegnazioni dirette per i microeventi, djset e concerti sui ponti, che ci saranno il Primo gennaio. Un ritorno al passato remoto, un cambiamento sì… ma in peggio.

Alla fine il costo di questi eventi è comunque molto alto, probabilmente diverse centinaia di migliaia di euro, ma su questi soldi non c’è alcuna chiarezza, perché le assegnazioni sono già state fatte senza bandi".

"A questo punto, per permettere ai romani e ai consiglieri comunali una valutazione obiettiva e trasparente del suo operato, l'Amministrazione proceda all'immediata pubblicazione dei costi evento per evento, con le relative ditte beneficiarie e i singoli importi", conclude Anzaldi.

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

-2°C

Milano

Clear

Humidity: 39%

Wind: 9.66 km/h

  • 03 Jan 2019 3°C -3°C
  • 04 Jan 2019 2°C -6°C