updated 2:03 PM UTC, Dec 9, 2019

Obama vs Putin: sanzioni per gli hackeraggi durante le presidenziali

Il presidente americano annuncia sanzioni contro gli hacker russi che hanno turbato le elezioni presidenziali. Putin non ci sta e annuncia ritorsioni.


ULtime Notizie Tg Live:

Il presidente uscente degli Stati Uniti annuncia pesanti sanzioni nei confronti della Russia a causa degli hackeraggi ai danni del partito Democratico americano durante le elezioni presidenziali, che hanno visto il trionfo di Donald Trump. La prima azione messa in atto è l'immediata espulsione di 35 diplomatici russi perchè "persone non gradite" all'America. Nella realtà si tratta di Ufficiali russi molto probabilmente legati ai servizi segreti che, secondo il dipartimento di stato americano hanno abusato del loro status di diplomatici per compiere azioni poco chiare agli occhi del presidente Obama. Putin non fa attendere la sua risposta e attraverso un suo portavoce, ribadendo che la Russia è totalmente estranea ai gravi atti di pirataggio informatico, aggiungendo che questo modo di operare degli Stati Uniti danneggia ulteriormente i rapporti e posticipano i tanto annunciati accordi bilaterali tra le due super potenze. "Sanzioni dovute che arrivano dopo numerosi ammonimenti rivolti al overno russo" queste le parole del presidente Obama che sembra viaggiare su una strada a senso contrario rispetto al suo futuro sucessore Donald Trump. Un futuro presidente che vuole tornare a stringere forti legami politici/economici con la Russia di Putin, così da favorire gli interessi americani. Infatti il New York Times, riporta in un articolo che le ritorsioni decise da Obama sono anche l'ennesima durissima risposta del presidente uscente al suo successore. Questa azione porterà senza alcun dubbio il fututro presidente a prendere delle dure decisioni all'indomani del suo insediamento del 20 Gennaio prossimo. Revocare le sanzioni vorrebbe dire mettersi contro quella parte dei repubblicani che vedono di buon occhio l'apertura di un'inchiesta sul caso e smentire di fatto tutte le prove portate dalla CIA che ha portato a termine le indagini. Queste sono solo alcune delle azioni pubblicizzate dal dipartimento di stato, altre saranno messe in atto e non pubblicizzate così da non destabilizzare un governo già alle prese con un duro cambiamento.

  • Pubblicato in Esteri

Pilota della Marina: In arrivo la pubblicazione del bando di concorso

A breve sarà pubblicato il concorso per la 1^ classe dell’Accademia Navale di Livorno per l’anno 2017. Saranno reclutati 108 allievi ufficiali dei Ruoli Normali, dei quali 65 per il corpo di Stato Maggiore. - (VIDEO)


A breve sarà pubblicato il concorso per la 1^ classe dell’Accademia Navale di Livorno per l’anno 2017.

Saranno reclutati 108 allievi ufficiali dei Ruoli Normali, dei quali 65 per il corpo di Stato Maggiore. Tra gli ufficiali del corpo di Stato Maggiore, terminato il ciclo di studi in Accademia Navale, saranno selezionati quelli che entreranno a far parte delle componenti specialistiche, tra cui i Piloti.

Essere pilota della Marina significa intraprendere un percorso formativo d'eccellenza.

Dopo un'intenso percorso addestrativo presso le scuole di volo della US Navy, i piloti di aviogetti, che negli Stati Uniti conseguono l'abilitazione al volo sul velivolo AV8B, rientrano in Italia e cominciano il loro addestramento presso il Gruppo Supporto Aerei Imbarcati (GRUPAER) di Grottaglie. I piloti si confrontano con le regole di volo italiane e studiano le tattiche aeree al combattimento aria-aria; inoltre cominciano ad interagire con le unità della Marina, conseguendo la capacità di appontaggio (Carrier Qualification).

I piloti di elicottero, invece, al rientro dalle scuole di volo americane, seguono differenti iter formativi a seconda delle necessità della Forza Armata, conseguendo l’abilitazione al volo sugli aeromobili EH-101 o SH-90 presenti nelle basi aeronavali di Luni-Sarzana, Grottaglie e Catania.

Conseguite le prime qualifiche all'impiego operativo, comincia l'entusiasmante avventura a bordo delle unità della Squadra Navale della Marina, dove si conseguono le qualifiche per partecipare alle operazioni reali, che permetterà di acquisire la specifica "caratteristica" nella forma di lotta antisommergibile (ASW) o eliassalto navale (EA).

Se anche tu vuoi metterti alla prova, fare del mare il tuo futuro e diventare un professionista del mare come ufficiale pilota della Marina, scegli l'Accademia Navale.<br/>Il bando di concorso sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, indicativamente nella prima decade di gennaio 2017.

I posti a concorso saranno così ripartiti:

Concorso per 108 posti per i Corpi vari, così ripartiti:

65 per il Corpo di Stato Maggiore;
22 per il Corpo del Genio della Marina (*);
6   per il Corpo di Commissariato Militare Marittimo;
15 per il Corpo delle Capitanerie di Porto;
 

Concorso per 7 posti per i Corpo Sanitario Militare Marittimo
(*) I 22 posti per il Corpo del Genio della Marina saranno ripartiti fra le seguenti tre specialità: 9 per la specialità del Genio Navale; 7 per la specialità delle Armi Navali e 6  per la specialità Infrastrutture.

Ciascun concorrente può chiedere di partecipare a uno solo dei precitati concorsi
Rispetto al concorso del 2016, per l’ammissione di 115 giovani alla 1^ classe dell’Accademia Navale per l’anno 2017, saranno introdotte le seguenti principali novità:

due sole linee concorsuali (anziché tre), la prima per Corpi vari (comprensivi del Corpo di Stato Maggiore) e la seconda per il Corpo Sanitario;
possesso del requisito del visus corretto 10/10 per l’idoneità al Corpo di Stato Maggiore (in luogo del visus naturale 10/10);
incremento della durata della prova scritta di cultura generale (da 75’ a 90’);
differenziazione per sesso dei parametri delle prove di efficienza fisica obbligatorie;
partecipazione dei concorrenti che non abbiano compiuto il 22° anno di età alla data del termine stabilito per la presentazione delle domande (anziché alla data del 31 ottobre 2017).<br/>
 

Domanda e requisiti di partecipazione
La domanda di partecipazione al concorso potrà essere presentata nel sito on line della Difesa dal giorno successivo a quello di pubblicazione del bando e per una durata complessiva di 30 giorni. Potrà proporre domanda il giovane in possesso dei requisiti previsti dal bando di concorso, in particolare:

alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande, avere compiuto il 17°, non aver compiuto il 22° anno di età;
aver conseguito o essere in grado di conseguire al termine dell’anno scolastico 2016-2017 un diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale

FONTE:(http://www.marina.difesa.it/)

Il Ministro Minniti visita le zone terremotate in divisa da Vigile del Fuoco

Il sindacato Conapo: ora risposte per la categoria


Il Ministro dell’Interno Minniti che ha visitato le zone terremotate indossando la giacca dei vigili del fuoco quale forte simbolo dello Stato. Ora però si faccia portavoce verso il governo per dare soluzione alle necessità dei pompieri, finora trattati come un corpo di serie B in quanto a retribuzioni e pensioni”. Lo ha dichiarato Antonio Brizzi, segretario generale del sindacato Conapo dei vigili del fuoco, spiegando che “emergenze, calamità, dissesto idrogeologico del territorio, cambiamenti climatici, incendi, assorbimento dal prossimo 1 gennaio delle competenze del soppresso Corpo forestale, rischio terrorismo e quotidiane crescenti sciagure, impongono di non sottovalutare politicamente la situazione vigili del fuoco e di rimediare ai tagli degli anni passati” Intanto Minniti ha fatto anche il punto della situazione su quanto si sta facendo per ripristinare la regolare vita nelle zone colpite dal terretorio. "Abbiamo approvato l'anagrafe antimafia per dare garanzie ai sindaci nei territori colpiti dal terremoto, ora per la ricostruzione bisogna spendere presto e bene le risorse che sono state stanziate". Ad attenderlo nella cittadina colpita dal sisma c'erano il commissario per la ricostruzione Vasco Errani, il capo del Dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio e il sindaco Nicola Alemanno. Il Ministro ha visitato il centro storico del paese partendo dall'antica Porta Romana, ora in via di ricostruzione. La zona rossa è stata ridotta e il Corso Sertorio e' stato riaperto fino a Piazza San Benedetto. Norcia inaugura anche un nuovo modulo abittativo per 40 persone. Un altro sarà consegnato la settimana prossima. “La situazione è quella di una macchina che cammina. Siamo ancora agli inizi, saremo soddisfatti solo quando avremo finito. Tuttavia la cosa straordinaria è il rapporto che si è creato con la popolazione. Qui si stanno compiendo opere straordinarie di ingegneria che sfidano leggi fisica. Nei giorni scorsi  abbiamo firmato un importante protocollo con Anac, il commissario Errani e Invitalia. Questo aiuterà molto la ricostruzione: l’obiettivo è fare molto presto e molto bene. La ricostruzione non deve ringraziare né la mafia né le corruzioni. Per il terremoto avremo il più imponente finanziamento pubblico dei prossimi anni”.

Capodanno a Milano, città pronta ad accogliere il 2017

Tutto pronto per salutare il 2016 ed entrare nel 2017 con un grande spettacolo gratuito in piazza Duomo a Milano.


Sarà Mario Biondi, artista famoso in tutto il mondo per la sua voce e la sua anima soul, la star della serata del 31 dicembre, preceduto da Annalisa, stella della musica pop.

Lo show terminerà entro mezzanotte e mezza. Per consentire a tutti di lasciare a casa l’auto e utilizzare i mezzi pubblici dopo il concerto, per rientrare o per spostarsi verso i molti locali e teatri che hanno organizzato feste e veglioni, sabato 31 dicembre il servizio delle linee metropolitane M1, M2, M3 e M5 sarà prolungato sulle tratte urbane – fino a Molino Dorino sulla M1 e fino a Cascina Gobba e Abbiategrasso sulla M2 – con gli ultimi passaggi in centro intorno alle 2 di notte.

Per questioni di sicurezza, è stata disposta dalle Forze dell’Ordine la chiusura nel pomeriggio della fermata M1 e M3 Duomo: saranno utilizzabili dunque le stazioni San Babila e Cordusio per la M1 e Missori e Montenapoleone per la M3.

Le 15 linee della rete notturna saranno normalmente attive. Gli AtmPoint di Duomo, Cadorna, Garibaldi, Centrale, Loreto e Romolo resteranno aperti fino alle 13.30 del 31 dicembre.  Si ricorda che i biglietti sono acquistabili anche su Atm Milano Official App o inviando un sms al 48444.

Per garantire una fruizione più tranquilla della piazza, il presidio di Polizia locale, Polizia di Stato, Carabinieri, Vigili del Fuoco e Protezione civile e personale di Areu 118 inizierà nel pomeriggio. Saranno 7 i varchi di accesso alla piazza con i volontari delle associazioni coordinati dalla Protezione Civile comunale e di Città metropolitana (si consiglia di arrivare in anticipo per evitare code ai controlli). La zona del sagrato del Duomo sarà riservata a persone con disabilità e ai loro familiari.

Per assicurare il normale svolgimento della serata e tutelare l’incolumità pubblica, a partire dalle ore 15 del 31 dicembre fino alle ore 2 del 1° gennaio 2017, nell’area di piazza Duomo e Galleria Vittorio Emanuele II non si potranno vendere per asporto, introdurre e utilizzare contenitori in vetro. Inoltre sarà vietato l’uso di fuochi d’artificio, petardi, botti e razzi pirotecnici. In particolare l’area interessata sarà quella compresa tra piazza del Duomo angolo via Mazzini, Duomo angolo via Mengoni, Duomo angolo via San Raffaele, via Arcivescovado angolo piazza Reale, via Marino angolo Galleria Vittorio Emanuele II, via Foscolo angolo Galleria Vittorio Emanuele II, via Silvio Pellico.

Davanti a Palazzo Reale sarà inoltre allestito un posto di Comando Avanzato con una tenda dalla quale verranno coordinate tutte le operazioni per garantire la sicurezza nella piazza. Sarà anche allestito un presidio sanitario fisso con personale medico dedicato e mezzi di soccorso organizzati con 6 autoambulanze e 10 squadre a piedi organizzato e gestito da Areu 118.

Per assicurare il decoro dell’area, Amsa ha previsto un presidio di uomini e mezzi già a partire dal pomeriggio del 31 dicembre. In particolare, saranno posizionati 21 cassonetti per lo smaltimento di vetro e plastica in corrispondenza dei varchi, mentre in piazzetta Reale verranno raccolti i materiali pirotecnici vietati. Durante l’evento la pulizia sarà garantita dal passaggio di operatori con carrellini.

Al termine del concerto, interverranno le spazzatrici aspiranti e meccaniche per ripristinare il decoro della piazza.

31 Dicembre: Capodanno blindato nelle grandi città

Il capodanno nelle grandi città si festeggerà tra telecamere, fioriere anti-sfondamento, tiratori scelti,barriere betafence, nuove misure tecnologiche con una richiesta ai cittadini "#dacciunamano"


Il ministro dell’Interno Marco Minniti non vuole parlare di "potenziale rischio come a Berlino" ma di prevenzione, dicendo "... siamo molto occupati ma non siamo preoccupati. La guardia è altissima, abbiamo un importante sistema di sicurezza in campo , con l’obiettivo di garantire la massima tranquillità agli italiani a Capodanno". Scesi in campo agenti in borghese accompagnati da specialisti delle Unità operative antiterrorismo e pattuglie di tiratori scelti. Il Ministro ribadisce che il controllo antiterrorismo in Italia funziona bene e lo dimostrano gli ultimi fatti di Milano: "Il modello di controllo del territorio funziona bene, come ha dimostrato l’individuazione dell’attentatore di Berlino in fuga in Italia, non si sottovalutiamo nulla, ma al tempo stesso è giusto consentire ai cittadini di vivere serenamente le loro vacanze". A Milano, in piazza del Duomo, saranno attive telecamere ad alta definizione, tiratori scelti e agenti in borghese con uno speciale smartphone per la "diretta" delle immagini. In tutto questo scenario l'Antiterrorismo della Polizia e il Ros dei Carabinieri continuano ad essere in allerta rossa e sorvegliano da vino diverse decine di persone in ambienti radicali. Giovedì, nuova espulsione di un 22enne tunisino, Bendhiab Nasreddin, che, secondo gli investigatori aveva ricevuto dall’estero indicazioni su un possibile attentato in Italia. Contemporaneamente è stato arrestato un marocchino di 52 anni R. A, aveva provocato una rissa in una mensa Caritas al grido di «Allah Akbar». Proseguono anche le indagini sui movimenti in Italia di Anis Amri, l’attentatore di Berlino ucciso a Milano in uno scontro a fuoco con due poliziotti. Secondo Minniti Amri si stava muovendo in Italia senza dei veri e propri agganci con cellule del terrorismo islamico ma come un Lupo Solitario.

Oltre a tutti i controlli del territorio il viminale gioca anche la carta della partecipazione collettiva e lancia un appello ai cittadini "#dacciunamano" invitando tutti a telefonare a polizia e carabinieri, per segnalare anche solo percezioni di situazioni anomale o allarmanti.

Quindi ci raccomandiamo #dacciunamano

31 Dicembre, a Bologna la "Marcia della pace"

A Bologna per conltivare uno stile di vita che contempli la nonviolenza: stile di una politica per la pace. Mentre dal 1° Gennaio 2017 partirà l'anno mondiale della "nonviolenza".


Un appello di papa Francesco ai grandi della terra: "lavorate per il disarmo e bando alle armi nucleari. E un invito a tutti a eliminare la violenza dalla famiglia, dalla politica e dalla religione" è l'apertura dell'anno mondiale della "#nonviolenza" che prenderà il via il 1° 2017. Papa Francesco spiega anche cosa significa essere nonviolenti: “Essere veri discepoli di Gesù oggi significa aderire anche alla sua proposta di nonviolenza, che non consiste nell’arrendersi al male, ma nel rispondere al male con il bene, spezzando in tal modo la catena dell’ingiustizia. Non è un mero comportamento tattico, bensì un modo di essere della persona, l’atteggiamento di chi è così convinto dell’amore di Dio e della sua potenza, che non ha paura di affrontare il male con le sole armi dell’amore e della verità. L’amore del nemico costituisce il nucleo della rivoluzione cristiana”. “Anche Gesù visse in tempi di violenza”, rimarca Papa Francesco - “Egli insegnò che il vero campo di battaglia, in cui si affrontano la violenza e la pace, è il cuore umano. Quando impedì a coloro che accusavano l’adultera di lapidarla e quando, la notte prima di morire, disse a Pietro di rimettere la spada nel fodero, Gesù tracciò la via della #nonviolenza, che ha percorso fino alla fine, fino alla croce, mediante la quale ha realizzato la pace e distrutto l’inimicizia. Perciò, chi accoglie la Buona Notizia di Gesù, sa riconoscere la violenza che porta in sé e si lascia guarire dalla misericordia di Dio, diventando così a sua volta strumento di riconciliazione, secondo l’esortazione di san Francesco d’Assisi: ‘La pace che annunziate con la bocca, abbiatela ancor più copiosa nei vostri cuori'”.

Poi Papa Francesco si rivolge anche ai grandi della terra chie dendo loro di  lavorare in favore del disarmo, nonché della proibizione e dell'abolizione delle armi nucleari. "Che il 2017 faccia ritrovare un'etica di fraternità e di coesistenza pacifica tra le persone e tra i popoli non può basarsi sulla logica della paura, della violenza e della chiusura, ma sulla responsabilità, sul rispetto e sul dialogo sincero", scrive Papa Francesco mettendo in evidenza che "la deterrenza nucleare e la minaccia della distruzione reciproca assicurata non possono fondare questo tipo di etica".

Intanto però le grandi città si preparano ad un capodanno blindato, con eccezzionali misure di sicurezza in tutti i luoghi in cui vi saranno spettacoli e molte persone. (quì i dettagli)

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

-2°C

Milano

Clear

Humidity: 39%

Wind: 9.66 km/h

  • 03 Jan 2019 3°C -3°C
  • 04 Jan 2019 2°C -6°C