Log in

Florida, tragedia durante uno spettacolo del Cirque du Soleil: acrobata precipita e muore (VIDEO)

Il trapezista francese Yann Arnaud, 38 anni, si stava esibendo a Tampa in un numero molto spettacolare quando ha perso l'appiglio ed è rovinato al suolo da un altezza considerevole. Trasportato immediatamente in ospedale, per lui non c'è stato niente da fare - (VIDEO)


Un acrobata del Cirque du Soleil è morto dopo essere caduto a terra durante uno spettacolo a Tampa, in Florida. Lo annuncia "con immensa tristezza" la celebre compagnia mondiale di circo con un comunicato pubblicato sui social.

Il trapezista francese Yann Arnaud, 38 anni, si stava esibendo quando è caduto al suolo. "Le procedure d'emergenza sono state immediatamente attivate e Yann è stato trasportato al più vicino ospedale, dove successivamente è morto a causa delle ferite riportate", si legge nella nota. "L'intera famiglia del Cirque du Soleil è scioccata e distrutta da questa tragedia", ha affermato il Ceo della compagnia, Daniel Lamarre, "Yann era con noi da più di 15 anni ed era amato da tutti coloro che hanno avuto la possibilità di conoscerlo".

Il Cirque ha inoltre assicurato la "massima collaborazione alle autorità" che indagano sulle circostanze dell'incidente mentre altri due spettacoli previsti a Tampa sono stati cancellati.

  • Pubblicato in Esteri

Presente e storia, la sfida video di CasaPound: Di Stefano dai nemici cartonati al Sacrario di Redipuglia (VIDEO)

Due clip particolarmente suggestive prodotte da CasaPound Italia in vista del voto del 4 marzo con la voce il volto di Simone di Stefano, segretario e candidato premier delle "tartarughe". In entrambi gli spot si va dall'attualità politica e sociale al richiamo delle radici profonde della storia nazionale con particolare riferimento al sacrificio dei caduti della Prima guerra mondiale

La Boldrini pensa solo a quello: ecco l'antifascismo di cartone (VIDEO)

La formula è quella, ormai abusatissima, di un video stile Bob Dylan di Subterranean Homesick Blues. Laura Boldrini, presidente della Camera uscente e candidata di Liberi e Uguali, si esibisce su una delle sue ormai ossessive tematiche: la denuncia del pericolo fascista con la richiesta di sciogliere movimenti e organizzazioni. Il risultato? Lo lasciamo commentare a chi avrà voglia di guardare il filmato

Berlusconi: "Giovani disoccupati si alzano a mezzogiorno, giocano al computer e vanno in discoteca. Ecco il nostro intervento d'urgenza" (VIDEO)

(VIDEO) - "Abbiamo tre milioni di giovani in Italia che non studiano più e che non hanno un lavoro e non lo cercano nemmeno più. Si svegliano a mezzogiorno, si rintanano nella loro stanza a giocare con il computer, mangiano la sera, vanno fuori e vanno in discoteca". Lo ha affermato Silvio Berlusconi, incontrando i dirigenti della Coldiretti. "Bisogna intervenire con un procedimento d'urgenza, decontribuzione totale per il contratto di apprendistato, tre anni, e decontribuzione e defiscalizzazione anche per il secondo contratto di primo impiego, in modo tale - ha sottolineato l'ex premier - che le aziende abbiano una fortissima convenienza ad assumere giovani disoccupati. Così diamo una risposta immediata a questo problema che è assolutamente urgente"

Malata di Sla si lascia morire. E' il primo caso dopo l'approvazione della legge sul Biotestamento

Ha combattuto per cinque anni la sua battaglia contro la Sla, poi ha scelto di dire basta e di staccare la spina. Patrizia Cocco, nuorese di 49 anni, se ne è andata con il sorriso, sabato scorso, stringendo la mano della madre e dei suoi cari, come riporta il quotidiano L'Unione Sarda. E' stata la prima in Italia dopo l'entrata in vigore della legge sul biotestamento, dopo aver dato il suo assenso ai medici per la rinuncia alla ventilazione meccanica e per l'inizio della sedazione palliativa profonda.

"E' stata una scelta di Patrizia molto lucida e coraggiosa - ha detto all'ANSA il suo avvocato e cugino Sebastian Cocco -. La nuova legge permette ai medici di dare subito esecuzione alla volontà del paziente senza doversi rivolgere al giudice come succedeva prima della sua entrata in vigore e così a Patrizia è stato permesso di fare la sua scelta". "La legge, che tutela il diritto alla salute, alla dignità e all'autodeterminazione, Patrizia Cocco la aspettava da anni, da quando sentiva di essere imprigionata nella malattia dentro la quale sopravviveva a una vita che lei in quelle condizioni non voleva più vivere", ha concluso l'avvocato. (Fonte: Ansa)

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS