Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 993

updated 10:03 PM UTC, Feb 19, 2020

Energie per l'Italia, i cattolici e il centrodestra: Parisi accelera e arruola l'ex leader di CL

Il manager romano, consigliere comunale e già protagonista della sfida con Sala per diventare sindaco di Milano, si sta ritagliando un ruolo forte nel fronte moderato con una netta scelta di campo. La sfida aperta ad Alternativa Popolare di Angelino Alfano: "In Lombardia andiamo d'accordo, in Sicilia meno. Ora decidano da che parte stare". Intanto, dopo aver affidato il dipartimento della sicurezza del suo movimento al generale Mario Mori, ecco la delega per il Terzo settore e la Sussidiarietà a Giancarlo Cesana, storica figura apicale di Comunione e Liberazione. Un "acquisto" di peso per una strategia chiara. Le nostre interviste ai protagonisti del nuovo sodalizio - (VIDEO)


Stefano Parisi: "Serve costruire una forza politica che sia in grado di rappresentare le tante anime e i valori della società. L’impegno dei cattolici in politica credo debba dopo tanti anni arrivare a un punto di sintesi. Il loro disimpegno ha prodotto una società meno coesa e forze politiche sbandate. Penso che l’allontanamento dei cattolici dalla politica sia stato destabilizzante"

  • Pubblicato in Politica

Lombardia, STOP! AI VEICOLI INQUINANTI... ecco i nuovi limiti

La giunta della Lombardia ha approvato i nuovi limiti per le auto inquinanti in Lombardia.


Nuovi limiti in Lombardia per le auto euro 0 con motore a benzina e per le auto euro 0, euro 1 e euro 2 con motore diesel, per queste auto il divieto di circolazione parte dal primo Ottobre 2017 e terminerà il 31 marzo 2018. I blocchi scatteranno dunque con due settimane d'anticipo e rimarranno attivi dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 19.30 escluse le giornate festive infrasettimanali. Ecco cosa ci dice l'assessore regionale all'Ambiente, Claudia Terzi, una modifica questa si rende necessaria per mettere la Lombardia al passo con le altre Regioni che, da tempo, utilizzano questo calendario. Rimangono uguali le misure urgenti a carattere temporale in caso di superamento dei limiti delle polveri sottili. Nel caso in cui per sette giorni consecutivi si supereranno i 50 microgrammi per metro cubo le limitazioni saranno estese anche agli euro 3 diesel, mentre per quelli già colpiti il fermo si estenderà anche nel weekend e nei giorni di festa. Le misure come sempre sanno più stringenti nel caso del superamento dei 70 microgrammi per metro cubo. 

Ecco l'intervista all'assessore Claudia Terzi

 

Elezioni anticipate, Sala avverte i suoi: "Chi si candida lasci subito la giunta per rispetto della città"

Il sindaco di Milano, a margine delle celebrazioni del 2 giugno per la Festa della Repubblica, parla delle ipotesi di rimpasto nel caso qualche assessore comunale dovesse impegnarsi nelle prossime politiche o regionali che sembrano avvicinarsi: "Non voglio fermare nessuno nelle legittime ambizioni che tutti possono avere, ma le regole sono chiare: "Se qualcuno decide di percorrere un'altra via deve abbandonare l'amministrazione il giorno stesso" - (VIDEO)


Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha parlato al termine della cerimonia dell'alzabandiera per la Festa della Repubblica in Piazza Duomo. Tra i temi affrontati coi giornalisti quello di un possibile rimpasto in giunta, qualora qualche assessore (si è parlato di Carmela Rozza) si candidasse alle prossime elezioni politiche o regionali anticipate.

"Io non voglio fermare nessuno nelle legittime ambizioni che tutti possono avere. Non ritengo - ha dichiarato il primo cittadino - che ci sarà un grandissimo rimpasto, ma le regole sono chiare: se qualcuno decide di percorrere un'altra via, più che legittimamente, deve lasciare il giorno stesso la giunta perché la cosa che non posso permettere è che Milano abbia la sensazione di una giunta disattenta. In ogni caso - ha chiarito oggi Sala - sceglierò come ho sempre fatto con la mia testa come ricostruire la giunta. Onestamente, però, non mi aspetto una grande migrazione, ma chi si candida deve lasciare immediatamente per rispetto della città".

Milano, 76 sindaci della Città Metropolitana su 134 firmano il Protocollo per la distribuzione dei profughi. Minniti: "Un modello per l'Italia e l'Europa"

Siglato in Prefettura il patto per l'accoglienza dei richiedenti asilo voluto dal governo. Il ministro dell'Interno sugli amministratori, soprattutto leghisti e del centrodestra, che hanno detto no: "Pecorelle smarrite, per loro ci sarà più festa quando accetteranno". Sala: "Non possiamo girarci dall'altra parte" - (VIDEO)


Sono stati 76, su 134, i sindaci che finora hanno firmato a Milano il Protocollo per la distribuzione dei profughi nella Città metropolitana milanese. Lo ha spiegato il prefetto di Milano, Luciana Lamorgese, sottolineando di aver incontrato i sindaci "a gruppi, perché le riunioni si fanno guardandoci in faccia". "Avevo avvertito che c'era una loro disponibilità - ha detto il prefetto - ma ho capito che avevano anche bisogno di chiarezza. Ho sentito il bisogno di mettere nero su bianco queste perplessità con impegni ben precisi, perché talvolta l'interlocuzione, anche se qualche volta non era veramente così, non era stata completa".

La Prefettura farà da stazione appaltante in un processo in cui i sindaci saranno "gli attori principali". "Oggi hanno già firmato in 76, ma sono più di 80 quelli che hanno dato la loro disponibilità" per un 'modello Milano' che avrà effetti positivi. Dobbiamo unirci perché dobbiamo essere pronti, la situazione va gestita insieme a tutte le parti interessate"

"Qualcuno non ha firmato il protocollo e si è inquietato, ma le inquietudini passano, e il tavolo per la firma rimane sempre aperto. Se c'è più festa in cielo per la pecorella smarrita, volete che non ci sia più festa per chi firma dopo", ha detto, con una punta di ironia, il ministro dell'Interno Marco Minniti (nella foto con Beppe Sala) facendo riferimento ai sindaci, soprattutto leghisti, che si sono rifiutati di sottoscrivere il patto. "Questo rapporto - ha proseguito - non è una concessione, è un'alleanza strategica. È importante che questa alleanza si misuri a 360 gradi. I sindaci sono protagonisti strategici di una nuova idea strategica di sicurezza nazionale".

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha spiegato che "uno che fa il sindaco non può far finta che le cose magicamente si risolvano, e girarsi dall'altra parte. Non è giusto che ci sia qualcuno che deve fare anche la parte degli altri, perché questo dell'immigrazione è un tema che sarà dominante anche per le prossime decadi. Noi siamo qui oggi per una decisa presa di responsabilità, noi faremo la nostra parte. Milano è il Comune più importante e si candida a fare da guida a comuni dell'arcipelago. Questo è l'esempio di come si possa lavorare assieme, con tutte le difficoltà che abbiamo, non ci giriamo dall'altra parte".

Tutte le voci della conferenza stampa in Prefettura nei filmati de ilComizio.it

Morelli: "Per Salvini un vero plebiscito dal popolo della Lega. Se Bossi è sorpreso dovrebbe girare di più..."

Il capogruppo del Carroccio nel Consiglio comunale di Milano e direttore del Populista commenta ai microfoni de ilComizio.it l'esito delle primarie che hanno riconfermato il segretario con l'82,7% dei voti: "Non vedo rischi di scissione. Se Lombardia e Veneto possono fare un referendum sull'autonomia è merito della forza che Matteo ha dato al movimento. Nessuno è più federalista di noi" - (VIDEO)

Tosi all'attacco: "Salvini racconta balle. Dire di uscire dall'euro è da cialtroni". E boccia il referendum sull'autonomia: "Voterò sì, ma sono soldi buttati perché non serve a niente"

Intervista al sindaco di Verona, segretario di "Fare", a margine del convegno europeista "LiberaItalia" che si è tenuto al teatro Carcano. Particolarmente duri i toni nei confronti del leader leghista che decretò la sua espulsione dal partito: "Con la sua impostazione demagogica è riuscito a perdere Varese...". Poi difende la candidatura della sua compagna, Patrizia Bisinella, alla guida della città da lui amministrata: "Ma quale monarchia; il voto è libero e sarà valutata dai cittadini. Comunque è stata senatrice ed è preparata" - (VIDEO)

Referendum per l'autonomia in Lombardia e Veneto, parla Cristina Cappellini: "Grazie a Maroni, Zaia e Salvini". E come leader "vota" Matteo

Ai microfoni de ilComizio.it l'assessore regionale delle Culture e Identità parla della consultazione che si terrà il prossimo 22 ottobre. Poi, per quanto riguarda le primarie della Lega del prossimo 7 maggio in vista del congresso del 21, con un post su Facebook annuncia: "Ho sottoscritto con soddisfazione, fiducia e speranza nel futuro la candidatura di Matteo Salvini a Segretario Federale" - (VIDEO)

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

-2°C

Milano

Clear

Humidity: 39%

Wind: 9.66 km/h

  • 03 Jan 2019 3°C -3°C
  • 04 Jan 2019 2°C -6°C