Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 993

Studenti disabili, la rabbia di Arianna Censi: "La Regione non fa il suo dovere"

  • Scritto da 
  • Pubblicato in Politica
In evidenza La conferenza stampa con la vicesindaca della Città metropolitana di Milano, Arianna Censi video, politica, censi, milano, città metropolitana, regione, maroni, censi, buscemi, lombardia, disabili, studenti, scuola La conferenza stampa con la vicesindaca della Città metropolitana di Milano, Arianna Censi

L'amministrazione della Città metropolitana denuncia il venir meno ai propri impegni economici da parte dell'Ente lombardo. La vicesindaca: "Maroni convochi subito la Giunta"; a rischio il rientro a scuola di 2.500 ragazzi nella sola area milanese. La conigliera delegata alle Politiche sociali, Elena Buscemi: "Non si può impedire il diritto allo studio e limitare la loro crescita personale". Fabio Pizzul, del gruppo regionale Pd: "Ignorati i nostri solleciti" - (VIDEO)


 "Ieri abbiamo aspettato che si riunisse la giunta regionale, sperando in un provvedimento sul tema dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità, che purtroppo non c'è stato. Abbiamo fatto tutto quello che era in nostro potere per cercare di risolvere questa situazione, cercando costantemente un punto d'incontro con Regione Lombardia. Ora il tempo è scaduto e chiediamo con forza che la Regione faccia il proprio dovere istituzionale.” Queste le dichiarazioni della Vicesindaca Arianna Censi, in apertura alla conferenza stampa che si è svolta questa mattina a Palazzo Isimbardi, convocata per manifestare il disappunto della Città metropolitana di Milano verso le ultime decisioni assunte dalla Regione Lombardia in merito all' inclusione scolastica degli studenti con disabilità. Se la Regione Lombardia ha infatti dichiarato che riprenderà in carico la delega a partire dal prossimo anno scolastico, rimane però una grossa criticità per quanto riguarda l'anno scolastico in corso: dovrà infatti essere data copertura finanziaria per i mesi che vanno dal 9 gennaio fino a giugno 2017. Inoltre, dovranno essere rimborsati i costi anticipati dai Comuni, dalle scuole e dalle famiglie per i mesi che vanno da gennaio a giugno 2016. “Da due anni non abbiamo avuto risposte, oramai la situazione è diventata insostenibile ed è arrivato il momento di dare risposte definitive ai diritti delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi disabili” ha concluso la Vicesindaca Censi. All'incontro hanno partecipato anche la Vicepresidente della Provincia di Pavia, Milena D'Imperio, una rappresentanza della Provincia di Monza e Brianza, numerose associazioni, dirigenti scolastici e genitori che hanno espresso la loro preoccupazione verso la mancata soddisfazione di un diritto fondamentale quale il diritto all'istruzione. “Come Città metropolitana, come Istituzione al servizio dei cittadini, - ha dichiarato la consigliera delegata alle Politiche sociali, Elena Buscemi - ci sentiamo responsabili verso i 2500 studenti disabili presenti sul nostro territorio e verso le loro famiglie, che ogni anno si trovano a dover gestire una situazione così delicata senza avere il sostegno di cui necessitano. La scuola – ha concluso la consigliera Buscemi – è il luogo per eccellenza dove si realizza l'inclusione; non dare agli studenti disabili i mezzi per poter usufruire del loro diritto allo studio significa limitarli nella loro crescita personale e nel rapporto con i loro coetanei”.

Video

Arianna Censi, vicesindaca della Città Metropolitana di MilanoElena Buscemi, consigliera delegata della Città Metropolitana di MilanoFabio Pizzul, consigliere regionale lombardo
Ultima modifica ilGiovedì, 05 Gennaio 2017 15:47

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

-2°C

Milano

Clear

Humidity: 39%

Wind: 9.66 km/h

  • 03 Jan 2019 3°C -3°C
  • 04 Jan 2019 2°C -6°C