Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 993

Log in
updated 7:57 AM UTC, Aug 3, 2020

L'Isis attacca l'Iran. Attentati al parlamento e al mausoleo di Khomeini: almeno 10 morti. La rivendicazione dello Stato islamico

Spari e terroristi suicidi nei due luoghi presi d'assalto. Decine i feriti e persone prese in ostaggio. Il fatto a due giorni dall'atto d'accusa con relative azioni di boicottaggio nei confronti del Qatar (legato a Teheran) da parte di Arabia Saudita e i suoi alleati del Golfo con la benedizione Usa. Quindi, dove sta la verità? Chi aiuta davvero il terrore jihadista? - (VIDEO)


Doppio attacco a Teheran, all'interno del Parlamento iraniano e nel mausoleo di Khomeini a Teheran. Attacchi rivendicati dal sedicente Stato islamico (Is), attraverso un comunicato diffuso dall' 'agenzia' Amaq. Lo ha riferito sul suo account Twitter 'Site', il sito di monitoraggio delle attività jihadiste sui social media diretto da Rita Katz.

Sarebbero una decina le persone rimaste uccise nell'attacco al Parlamento di Teheran. Lo ha riferito sul suo account Twitter l'agenzia di stampa semiufficiale Tasnim, che parla tuttavia di notizie "non confermate". La stessa agenzia sostiene che 4 persone sarebbero state prese in ostaggio.

Secondo i media il commando entrato in azione sarebbe stato composto da 3 o 4 persone, armate di kalashnikov e bombe a mano. Secondo quanto riferito dall'agenzia di stampa Fars, un assalitore avrebbe sparato diverse volte per poi fuggire. Uno dei terroristi è invece stato ucciso dalle forze dei Guardiani della Rivoluzione iraniani (pasdaran), secondo l'emittente Press Tv.

Un assalitore si sarebbe fatto esplodere mentre era in corso un'operazione delle forze speciali contro due uomini armati. Lo ha riferito la tv di Stato Irib, precisando che il kamikaze si è fatto saltare in aria al quarto piano dell'edificio.

Secondo l'agenzia di stampa Tasnim, uno scontro a fuoco sarebbe avvenuto in un corridoio del Majlis e una delle pallottole avrebbe raggiunto l'area riservata ai giornalisti. Alcuni testimoni citati dalla Tasnim hanno riportato che dal Parlamento si sentono ancora degli spari. Tutte le strade del centro di Teheran che portano al Parlamento sono state chiuse.

Alcune persone sono invece rimaste ferite in una sparatoria avvenuta al mausoleo dedicato all'ayatollah Ruhollah Khomeini nella zona sud di Teheran, dove sarebbero entrati in azione anche due kamikaze. Un altro terrorista del commando è invece stato ucciso dalle forze di sicurezza prima che riuscisse ad azionare la sua cintura esplosiva.

Le forze di sicurezza iraniane hanno sventato un terzo attacco stamane a Teheran. Lo ha riferito una nota del ministero dell'Intelligence, citata dalla tv di Stato della Repubblica islamica. "Questa mattina due gruppi terroristici hanno attaccato il Parlamento e il mausoleo dell'Imam Khomeini - si legge - I membri di un terzo gruppo sono stati arrestati prima di riuscire ad eseguire un altro attacco".

(Fonte: Adnkronos)

  • Pubblicato in Esteri

Trump decapitato, la foto choc dell'attrice americana. Il presidente: "I miei figli hanno avuto un brutto momento. Nauseante"

La comica Kathy Griffin posta su Instagram una foto nella quale tiene in mano una finta testa mozzata e insanguinata del leader Usa che non la prende bene. La reazione della moglie Melania. L'artista si scusa, ma non basta: silurata dalla Cnn che annulla il suo show di Capodanno


Risultati immagini per trump

L'ironia, un po' macabra, su Donald Trump, ha giocato un brutto scherzo all'attrice comica Kathy Griffin, che aveva postato una foto nella quale tiene in mano una finta testa mozzata e insanguinata del presidente Usa, e che ha fatto insorgere la first lady Melania. La comica, volto della Cnn, è stata infatti silurata dall'emittente televisiva americana che ha annunciato di "aver terminato il suo accordo" con la Griffin "riguardo al New Year's Eve", il programma in onda la notte di Capodanno, condotto insieme a Anderson Cooper.

L'episodio aveva fatto intervenire la stessa Melania Trump, che aveva affermato: "Come madre, moglie, essere umano, trovo questa foto molto inquietante. Quando si pensa alle atrocità che avvengono nel mondo, una foto come questa è semplicemente sbagliata e pone in dubbio la sanità mentale di chi l'ha fatta". Lo stesso presidente Trump aveva attaccato la Griffith su Twitter, lasciando intendere che l'immagine aveva scioccato suo figlio Barron: "Kathy Griffin dovrebbe vergognarsi. I miei figli, specie l'11enne Barron hanno avuto un brutto momento. Nauseante".

Lo scatto aveva provocato una serie di reazioni piuttosto critiche, tra cui quelle di alcune personalità Usa come Chelsea Clinton e Debra Messing. La prima ha bollato la foto come "vile e sbagliata", mentre la seconda l'ha definita decisamente scorretta.

Ore dopo, la stessa Griffin si è scusata, pubblicando un video in cui riconosceva di "essere andata oltre". Ma evidentemente le scuse non sono bastate e la Cnn, che da subito aveva preso le distanze dalla comica, definendo la foto "disgustosa e offensiva", ha preso anche provvedimenti.

(Fonte: Adnkronos) 

  • Pubblicato in Esteri

La Francia e il futuro dell'Europa, parla Stefano Maullu: "Riscopriamo la nostra vocazione mediterranea"

L'intervista all'eurodeputato di Forza Italia a margine di un convegno da lui organizzato al Palazzo delle Stelline di Milano. Al centro della sua analisi l'esito delle elezioni presidenziali d'Oltralpe e le prospettive della politica comunitaria con un auspicio molto chiaro su quello che dovrebbe essere il ruolo italiano nelle sfide dell'agenda internazionale - (VIDEO)

  • Pubblicato in Esteri

Siria, Stefano Maullu al Comizio: "Vi spiego perché gli americani sbagliano. E' un Paese laico con un parlamento eletto che va preservato da fondamentalismo e terrorismo"

La nostra ampia intervista all'eurodeputato di Forza Italia sui temi caldi della politica internazionale: dalla crisi mediorientale ai rapporti Usa-Russia, dalla Turchia di Erdogan al ruolo dell'Europa, dalle elezioni in Francia e Gran Bretagna all'immigrazione e il grande progetto necessario per il Mediterraneo - (VIDEO)

  • Pubblicato in Esteri

Siria, i populisti mollano Trump: Salvini parla di "regalo all'Isis", Marine Le Pen "stupita". CasaPound: "Donald si è sottomesso ai centri di potere. Tradite le speranze degli americani"

I rappresentanti di quel fronte che guardava con una certa simpatia al tycoon di New York divenuto presidente, così come plaudivano alle posizioni internazionali della Russia di Putin sono rimasti spiazzati dalla decisione di Washington di attaccare Assad dopo il controverso attacco chimico attribuito al governo di Damasco nei giorni scorsi. Da Matteo Salvini a Marin Le Pen fino a Simone di Stefano il coro è di condanna: "Scelta sbagliata che aiuta il terrorismo"


"Missili Usa sulla Siria pessima idea e regalo all’Isis. Forse per i problemi interni, forse mal consigliato dai guerrafondai che stanno ancora cercando le armi chimiche di Saddam Hussein, Trump in Siria fa la scelta più sbagliata e riapre una guerra contro il terrorismo islamico che era già stata vinta. Forse qualcuno a Washington vuole ripetere i disastri dell’Iraq, della Libia e delle primavere arabe con tutte le devastanti conseguenze per Italia e Europa?". Queste le parole di Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, che esprime la sua posizione sull'attacco lanciato la notte scorsa dagli Stati Uniti alla Siria di Bashar Al Assad. Salvini dunque tra i due suoi "idoli" in politica estera sceglie da che parte stare: con Vladimir Putin e contro Donald Trump.

La posizione di Salvini, fa eco a quella di Marine Le Pen, leader del Front National e aspirante presidente francese, che si è detta "stupita" per mossa di Trump. "Prima di operare dei bombardamenti in Siria occorreva attendere i risultati di un’inchiesta internazionale. Sono sorpresa da questa reazione", ha affermato in un'intervista alla televisione transalpina France 2 per poi aggiungere: "Ciò che è accaduto in Siria è spaventoso e lo condanno. Ma serve prima di tutto un’inchiesta internazionale". 

Sul'blitz missilistico Usa è intervenuto anche Simone Di Stefano, vicepresidente di CasaPound Italia che ha detto: "Le speranze che il popolo americano aveva riposto in Donald Trump e le giustissime motivazioni per cui era stato votato oggi sono state tradite. L'attacco di stanotte alla Siria, segna la sua sottomissione ai centri di potere che hanno confezionato ad arte la bufala dell'attacco coi gas".

Bruxelles: il parlamento teme la politica di Trump

 Bruxelles teme che il leader americano possa riavvicinarsi a Putin, in questo modo l'Europa potrebbe essere costretta a togliere le sanzioni contro la Russia e dare sostegno ad Assad in Siria.



L'oligarchia europea si aspetta che Trump possa entrare in contenzioso con la Cina a causa delle differenze in materia di commercio e di sicurezza nazionale.
Ancora più importante, in europa Donald Trump viene identificato come il presidente meno qualificato ed esperto della storia moderna americana.
"Data la natura di Trump e le sue dichiarazioni precedenti, il suo mandato potrebbe comportare lo scenario peggiore per l'Unione europea, tra cui il radicale deterioramento delle relazioni, il declino della cooperazione economica e la minaccia di sistema di sicurezza euro-atlantica," - viene denunciato nella relazione fatta dal Parlamento europeo in tema di cooperazioni estere.
"Gli aspetti chiave del governo di Trump potrebbero essere un rifiuto della politica di intervento e la liberalizzazione del commercio estero, nonché una cooperazione meno attiva con la NATO. La possibile convergenza della nuova amministrazione degli Stati Uniti con la Russia, farebbe prendere delle precise posizioni della Casa Bianca in relazione al conflitto in Ucraina, al compromesso tra Assad e Putin in Siria, alle misure estreme per combattere il terrorismo, all'abbandono degli accordi raggiunti sul programma nucleare iraniano e nel sostegno incondizionato a Israele. Posizioni che potrebbero pregiudicare anche le relazioni politiche all'interno della stessa comunità euro-atlantica".
Gli analisti invitano i politici europei a prepararsi al peggio, Trump si riavvicinerà a Mosca rifiutandosi di discutere la questione dell'allargamento della NATO e il capitolo conclusivo sull'aggressione della Russia contro l'Ucraina. Allo stesso tempo, gli analisti fanno notare che Trump cercherà di cooperare con la Russia nella lotta contro il terrorismo, e cercherà di tornare a Mosca nel "Big Eight".  In quanto "La nuova amministrazione degli Stati Uniti potrebbe arrivare alla conclusione che il sostegno del governo ucraino è carico di costi troppo elevati, e la perdita di interesse per l'attuazione degli accordi di Minsk, contando sul miglioramento delle relazioni con la Russia, - dice il rapporto degli esperti europei.
Bruxelles suggerisce anche che Trump potrebbe cambiare la politica sulla Siria, rifiutando di sostenere l'opposizione armata, che è anche in contrasto con gli interessi dell'UE. Inoltre, l'Ufficio ha osservato che Trump rimarrà indifferente alla lotta per i diritti umani e non si impegnerà nella promozione della democrazia in Medio Oriente e in altre regioni del mondo.
"Questa politica potrebbe provocare un indebolimento del supporto per una corretto supporto alla trasformazione democratica in Tunisia, questione a cui l'Europa è seriamente interessata. Così come la questione Iran, se Trump decidesse di a causa del mancato rispetto degli accordi sul disarmo nucleare, potrebbe aprire un conflitto armato che provocherebbe un automatico aumento dei prezzi del greggio, causando un forte danno economico ai paesi menbri dell'Europa.
Altre questioni di politica internazionale che preoccupano gli statisti europei sono il rapporto dell'America con la Cina e la posizione di Trump contro la massiccia partecipazione Militare USA nella Nato, a suo dire una spesa inutile.

FONTE ( Pravda.ru)

  • Pubblicato in Esteri
Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS