Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 993

Estremismo, radicalizzazione, bullismo: la sicurezza in Lombardia inizia nelle scuole. Parla l'assessore Riccardo De Corato (VIDEO)

I progetti regionali per prevenire e contrastare fenomeni violenti con il coinvolgimenti degli studenti. Intervista e conferenza stampa dopo Giunta dell'assessore alla Sicurezza della Regione Lombardia, Riccardo De Corato - (VIDEO)


Realizzare interventi di prevenzione e contrasto a fenomeni di bullismo e cyberbullismo, attraverso il coinvolgimento attivo degli studenti in un 'Hackaton'. E' questo l'obiettivo della prima delle due delibere approvate dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato, di concerto con gli assessori all'Istruzione, Formazione e Lavoro Melania Rizzoli e alle Politiche per la Famiglia e Pari Opportunità Silvia Piani. Il progetto sul rispetto in rete, integra la convenzione sottoscritta lo scorso 5 luglio 2017 da Regione Lombardia con l'Ufficio scolastico.

Grazie ad un contributo regionale di 20mila euro, nel corso del 2018, verrà organizzato un 'Hackaton', vale a dire una maratona regionale che sarà affrontata da squadre di studenti ai fini della realizzazione di un prodotto finale, il cui valore formativo è quello di sollecitarli a lavorare in team, ad esercitarsi nel public speaking e a trovare soluzioni su questioni specifiche, con un'attenzione particolare agli aspetti tecnologici e informatici. "L'Usr-ufficio scolastico regionale della Lombardia - spiega De Corato - lavora da anni per contrastare fenomeni di bullismo e creare un sistema che ne possa promuovere il contrasto. I progetti verranno valutati da una Commissione che proclamerà i vincitori". L'Usr utilizzerà lo strumento dell'avviso pubblico per selezionare, entro agosto e sulla base di linee guida condivise, il migliore progetto che dovrà prevedere modalità organizzative, procedure di coinvolgimento delle scuole della Lombardia e contenuti della maratona.

L’educazione al rispetto delle differenze in ambito scolastico è invece al centro dell’altra delibera approvata (in attuazione dell’articolo 6 della Legge regionale 24 del 6 novembre 2017) sulle misure di aiuto e assistenza alle vittime del terrorismo e per la formazione e ricerca nell’ambito della prevenzione di processi di estremismo violento.

“Il progetto – sottolinea l’assessore – prevede che la Regione Lombardia promuova accordi con l’usr e le università lombarde per conoscere e prevenire i fenomeni e i processi di radicalizzazione nell’ottica dell’educazione al rispetto delle differenze”. L’usr “ha proposto una linea progettuale che è stata già condivisa, per creare figure di sistema con competenze didattiche e organizzative specifiche e favorirne una disseminazione sul territorio lombardo per un’educazione alle differenze per contrastare ogni forma di estremismo e radicalizzazione. Analoghi percorsi formativi sono già stati sperimentate sia a livello europeo che in ambito nazionale, nei Comuni di Bologna e Reggio Emilia”. L’obiettivo è quello di selezionare 5 scuole ‘Polo’ che facciano da riferimento per le altre e formare 150 figure di sistema con competenze specifiche. Allo scopo è stato approvato uno stanziamento di 30mila euro.

Lotta al bullismo e alle discriminazioni a scuola: Milano Popolare propone dei corsi, ma che non siano a senso unico. Parla Matteo Forte

Intervista al consigliere comunale Matteo Forte sulla proposta presentata a livello di Municipi da Milano Popolare sull'introduzione di corsi dedicati alla lotta al bullismo e a tutte le discriminazioni. Questi corsi però devono rispettare determinate condizioni, spiegate ai microfoni de ilComizio.it. Deborah Giovanati (Municipio 9): "Troppi messaggi politicizzati e di parte per i ragazzi" - (VIDEO)

Bulllismo, c'è un modo per neutralizzarlo sorridendo. Ma se c'è violenza... (VIDEO)

Dagli Stati Uniti un bel video che propone un modo per reagire al bullismo, fenomeno molto diffuso nei college americani. Ecco come spiazzare chi cerca di distruggerci e umiliarci. Tenendo sempre conto che comunque la violenza è un crimine e come tale va punita (VIDEO)

Bulllismo, c'è un modo per neutralizzarlo sorridendo. Ma se c'è violenza...

ultima ora× evidenza×bullismo×bulling×primo piano×video×webtc×Il bullismo è una forma di comportamento sociale di tipo violento e intenzionale, di natura sia fisica che psicologica, oppressivo e vessatorio, ripetuto nel corso del tempo e attuato nei confronti di persone considerate dal soggetto che perpetra l'atto in questione come bersagli facili e/o incapaci di difendersi. ×definito “bullo” (o da parte di un gruppo), nei confronti di un altro bambino/adolescente percepito come più debole, la vittima×Bullismo: che cos'è e quali conseguenze comporta×Che cosa è il bullismo? Che cosa fare quando si è vittima? E se si assiste a un episodio di bullismo? Articoli, foto e approfondimenti sul tema bullismo e cyberbullismo×chi non conosce la gravità dell'argomento potrebbe venir in mente, per associazione di idee, il musical americano "Bulli e pupe", e provare un senso di indulgenza e di giustificazione verso certe particolari condotte. Ma il bullismo, quello vero, è un'altra cosa. Si tratta di una delle possibili manifestazioni di aggressività×Il bullismo : sconfiggerlo per fare crescere la società×Il Bullismo nuoce alla società in modi devastanti, sfavorisce lo sviluppo sociale ed economico, alimenta l'aggressività e la criminalità. ×Come si manifesta il Bullismo×il termine Bullismo ha molte differenti varianti ma tutte si condensano in uno stato d'animo di profonda sofferenza. Bambini, adolescenti ed adulti sintetizzano il bullismo in azioni quali: venire chiamati in modo ripetitivo e canzonatorio, ricevere insulti o minacce, prendere calci e pugni, ricevere soprannomi ×Bullismo, le vittime alzano la voce×bullismo psicologia bullismo conseguenze bullismo a scuola bullismo definizione bullismo cause bullismo reato bullismo significato bullismo articoli×Tema sul bullismo e cyberbullismo×Con il bullismo abbiamo sempre usato l'approccio sbagliato?×bullismo a scuola×come combattere il bullismo×rimedi contro il bullismo×telefono amico×Bullismo: i danni li pagano scuola e genitori ×come aiutare un figlio vittima del bullismo×BULLISMO & CYBERBULLISMO - YouTube×l'incubo nascosto×#Mai più bullismo×bullismo psicologia bullismo conseguenze bullismo a scuola bullismo definizione bullismo cause bullismo reato bullismo significato bullismo articoli×Aiutaci a dire NO al bullismo×la cattiveria gratuita del bullismo×Tema argomentativo sul bullismo e su cyberbullismo×affrontare il Bullismo×Vittima di bullismo×l bullismo di ogni tipo è inaccettabile×Bullismo? No Grazie!×Bullismo: cosa può fare il mondo della Scuola | Save the Children×Il bullismo è un fenomeno che non va sottovalutato, in ogni sua manifestazione×branco picchia a morte×Sicilia×Scampia Napoli×Ragazzi×In crescita, in Italia, i casi di bullismo e cyberbullismo: come riconoscerli e cosa fare per aiutare le vittime, sempre più giovani×il bullismo a scuola×Notizie di bullismo×Il cyberbullismo o ciberbullismo (ossia «bullismo online») è il termine che indica un tipo di attacco continuo, ripetuto, offensivo e sistematico attuato mediante gli strumenti della rete.×Cyberbullismo: cos' è?×Bullismo e Cyberbullismo×Il cyberbullismo è un fenomeno molto grave perché in pochissimo tempo le vittime possono vedere la propria reputazione danneggiata in una comunità molto ampia, anche perché i contenuti, una volta pubblicati, possono riapparire a più riprese in luoghi diversi.×Cyberbullismo | Antibullismo×cyberbullismo riassunto cyberbullismo e bullismo cyberbullismo articolo di giornale cyberbullismo significato cyberbullismo definizione cyberbullismo tema cyberbullismo vittime cyberbullismo riflessioni×

 

Bullismo e violenza contro le donne, è questa la nuova società?

Due fantastici monologhi di Paola Cortellesi, che parlano di "BULLISMO" e "VIOLENZA CONTRO LE DONNE". Uno spunto per pensare, ragionare e parlare di questi due mali della nostra società, perchè solo così si possono sconfiggere. Non nascondiamo la testa sotto la sabbia, usciamo allo scoperto e combattiamo!


bullismo

bul·lì·ṣmo/

sostantivo maschile

Ostentazione di presunta capacità o abilità: banale, indisponente e rischioso modo di distinguersi, che sfocia talvolta in comportamenti aggressivi o violenti.

  1.  

     

    violenza contro le donne

     

    violenza·contro·le·donne/

    La violenza contro le donne è la violenza perpetrata contro le donne basata sul genere, ed è ritenuta una violazione dei diritti umani

     

     

    Video tratti da: 

    Paola Cortellesi Monologo sul bullismo - Laura & Paola 01/04/2016 

    http://www.lauraepaola.rai.it - Paola Cortellesi con Marco Mengoni e Matteo Valentini in un toccante monologo sul bullismo accompagnato dal brano "Guerriero" pianoforte e voce

    Paola Cortellesi Monologo "Violenza sulle donne" - Laura & Paola del 08/04/2016

    http://www.lauraepaola.rai.it - Paola Cortellesi, Laura Pausini con Claudio Santamaria e Giuliano Sangiorgi (Negramaro) - Monologo "Violenza sulle donne". Giuliano Sangiorgi canta: "Sono solo nuvole" pianoforte e voce

Cyberbullismo, a Milano un progetto per la prevenzione. Come aiutare i minori a usare il Web senza rischi

Siglato un Protocollo d'intesa tra la Polizia di Stato e la Casa Pediatrica Asst Fatebenefratelli-Sacco per far circolare correttamente le informazioni sui temi della sicurezza in Rete fornendo ai giovanissimi, agli adulti di riferimento e agli operatori del settore strumenti concreti per la loro salvaguardia. Le nostre interviste - (VIDEO)


 

La collaborazione si inserisce tra le iniziative di prevenzione messe in campo dalla Polizia di Stato e finalizzate ad individuare i più efficaci strumenti di prevenzione nella lotta al cyberbullismo.

L’odierno accordo rientra in un progetto più ampio di prossimità, che vede, da un lato la Polizia Postale e delle Comunicazioni realizzare specifiche azioni di formazione per un uso corretto del web rivolte sia alle figure professionali del Fatebenefratelli che ai giovani pazienti della struttura milanese, dall’altro la Casa Pediatrica Asst Fatebenefratelli-Sacco di Milano quale Ente coordinatore di una rete nazionale composta da diversi poli regionali. Ciascun polo regionale sarà coordinato da strutture sanitarie che applicheranno il modello di cura di Casa Pediatrica, già attivo dal 2008.

Un sistema capillare di intervento che potrà contare anche sul supporto scientifico delle Università e coinvolgere tutte le singole comunità locali, dalle scuole alle associazioni sportive, dagli oratori alle istituzioni locali, per curare le patologie che affliggono i minori: coloro che subiscono condotte di bullismo e cyberbullismo, come pure i loro coetanei che le esercitano.

L'Accordo è stato firmato dal Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato Prefetto Roberto Sgalla e da Alessandro Visconti, Direttore Generale dell’Asst Fatebenefratelli-Sacco di Milano.

L’iniziativa, che si è svolta all’interno del Reparto pediatrico della prestigiosa struttura milanese, ha visto anche la significativa presenza di Paolo Picchio, padre di Carolina, prima vittima accertata di cyberbullismo in Italia.

All’evento erano presenti, inoltre, Luca Bernardo, Direttore della Casa Pediatrica Asst Fatebenefratelli-Sacco di Milano, Delia Campanelli, Direttore dell’Ufficio Scolastico della regione Lombardia, Marco Bussetti, Dirigente dell’Ufficio Scolastico per l’ambito territoriale di Milano, Ivano Zoppi, Presidente Pepita Onlus.

“Ormai da diversi anni, la Polizia di Stato - spiega Roberto Sgalla, Direttore Centrale per la Polizia Stradale, ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato - è impegnata in campagne di sensibilizzazione finalizzate a ridurre i rischi connessi ad un uso improprio del Web, soprattutto nei confronti dei cosiddetti nativi digitali.

L’Accordo siglato con la Casa Pediatrica Fatebenefratelli di Milano - continua il Prefetto Sgalla – si inserisce in un collaudato sistema di cooperazione nel comune obiettivo di rafforzare la circolarità delle informazioni sui temi della sicurezza in Rete fornendo ai giovanissimi, agli adulti di riferimento e agli operatori del settore strumenti concreti per la loro salvaguardia”.

“Con questo accordo - precisa Alessandro Visconti, Direttore Generale dell’ASST Fatebenefratelli Sacco - il Centro nazionale sul disagio adolescenziale e la lotta al cyberbullismo conferma il suo ruolo di riferimento nazionale nella lotta al fenomeno e diventa promotore di un modello di cura condiviso a livello nazionale e di azioni formative rivolte non solo ai giovani ma anche ai professionisti sanitari e alla comunità”.

“La collaborazione con la Polizia Postale e delle Comunicazioni - aggiunge Luca Bernardo, Direttore della Casa Pediatrica - si prefigge di intervenire con tempestività ed efficacia dalla parte dei ragazzi e delle loro famiglie, soprattutto in quelle dinamiche in cui, alla domanda di legalità si accompagna spesso una particolare esigenza di accompagnamento, sostegno e terapia che necessita di una preparazione specifica e altamente qualificata”.

“Da anni mi spendo perché le Istituzioni possano raccogliere l’eredità di mia figlia e garantire, per legge, a tutte le ragazze e ai ragazzi d’Italia le informazioni e i supporti adeguati per un uso sano e consapevole dei nuovi strumenti digitali”, - ha dichiarato Paolo Picchio. “La legge a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo, in fase di approvazione, è proposta dalla Senatrice Elena Ferrara, già insegnante di Carolina, e rimarca il ruolo della Polizia Postale e delle Comunicazioni, non solo in termini si sicurezza, ma anche in chiave formativa”.

 

 

Le nostre interviste

Enrico Lucci: "Denunciate i bulli, avrete sempre un futuro migliore"

Dalla Pagina facebook della iena che ha intrapreso una vera e propria battaglia: "Ho sempre detestato i prepotenti che se la prendono con i più deboli agendo in gruppo" 


Una vera campagna di sprono a denunciare il bullismo quella intrapresa dalla iena Enrico Lucci, che rivolgendosi ai ragazzi vittime del bullismo attraverso un video dice: - "Se qualche stronzetto fa il prepotente con te, colpendo alle spalle come i vigliacchi, non avere mai paura. Dillo subito alla maestra, ai professori o ai tuoi genitori. I bulletti prepotenti hanno sempre vita breve. I coraggiosi che denunciano il bullismo hanno sempre un futuro bellissimo". Parola della Iena Enrico Lucci, che fa parte della squadra messa su da Telefono Azzurro per dire no al bullismo sui social, al grido di #nonstiamozitti. Insieme a Lucci ci sono capitan Francesco Totti, l'olimpionico Andrea Zanardi e il pallavolista Ivan Zaytsev, i conduttori Amadeus, Alvin, Fabio Caressa ed Elisabetta Gregoraci. https://twitter.com/telefonoazzurro

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

-2°C

Milano

Clear

Humidity: 39%

Wind: 9.66 km/h

  • 03 Jan 2019 3°C -3°C
  • 04 Jan 2019 2°C -6°C