updated 2:03 PM UTC, Dec 9, 2019

Governo italiano contro la ArcelorMittal, ex Ilva addio.

  • Scritto da Redazione
  • Pubblicato in Attualita

Il primo ministro Conte ha dichiarato di non consentire ad ArcelorMittal di ritirarsi dall'acquisizione come concordato, perchè questo farebbe troppe vittime tra i lavoratori, intanto la multinazionale da il via alle procedure per la riconsegna degli stabilimenti ai commissari.


ArcelorMittal, il più grande produttore siderurgico del mondo, ha annunciato di aver siglato un accordo per acquistare il sito di Ilva nella città meridionale di Taranto, dopo che Roma si era impegnata a garantire l'immunità dall'accusa per danni ambientali nella zona. Ora dopo che la coalizione di governo dichiara di voler introdurre nell'accordo uno scudo legale a tutela del territorio, la ArcelorMittal blocca i lavori e minaccia di riconsegnare le chiavi degli impianti.

"La lettera di ieri è definitiva, si chiude una negoziazione", scrive l'agenzia di stampa Reuters e di fatto oggi si apre la strada a una battaglia legale potenzialmente lunga sul contratto da 1,8 miliardi di euro, stipulato nei giorni scorsi tra il governo Conte e i legali della ArcelorMittal.

Il governo afferma che il gruppo siderurgico quotato ad Amsterdam non ha basi per recedere un contratto concluso l'anno scorso e ha accusato la società di utilizzare il problema dell'immunità come pretesto per allontanarsi dall' Ilva, perché quest'ultima sta subendo gravi perdite.

“È stato concordato un contratto e non ci soffermeremo su questo. Ci aspettiamo che gli impegni vengano rispettati ”, ha dichiarato Conte ai giornalisti a Milano, oggi è previsto un incontro con i dirigenti di ArcelorMittal per discutere della crisi.

 Il ministro dell'industria Stefano Patuanelli ha accusato ArcelorMittal di aver tentato di ricattare il paese, ma ha suggerito che il governo potrebbe essere pronto a emanare un decreto che enunci le tutele legali esistenti, già previste dalla costituzione italiana.

"Siamo in grado di considerare una norma che spiega questo principio, già sancito nel nostro sistema legale ... senza inventare regole su misura per ArcelorMittal", ha detto.

Tuttavia, la fonte vicina ad ArcelorMittal ha affermato che ciò non fornirà l'ombrello legale necessario alla società per rispettare i termini degli accordi.

La società ha anche affermato, che una recente richiesta da parte di un magistrato, di far funzionare al minimo una delle fornaci di Taranto a seguito di un incidente mortale nel 2015, ha di fatto comportato l'impossibilità di partire e attuare il piano industriale previsto.

La terza economia della zona euro nel campo della siderurgia, negli ultimi sette trimestri (ben 21 mesi) è stata sostanzialmente stagnante e i problemi di Ilva hanno aumentato le preoccupazioni per l'erosione della base industriale italiana.

I partiti di opposizione hanno accusato la coalizione di governo, il movimento a 5 stelle e il Partito democratico, di allontanare gli investitori stranieri e di minare un'area con alcuni dei più alti livelli di disoccupazione nel paese. Ilva impiega 10.700 persone in tutta Italia, tra cui 8.000 lavoratori a Taranto. Inoltre l'indotto vede migliaia di posti di lavoro dipendere indirettamente dall'impianto. Il movimento a 5 stelle ha da tempo chiesto la chiusura dell'impianto fortemente inquinante dell' Ilva, ma è stato costretto a sostenere la vendita dell'azienda lo scorso anno per salvaguardare i posti di lavoro,  del primo e più grande datore di lavoro industriale rimasto nel sud.

L'ex ministro dell'industria Carlo Calenda, che ha guidato gran parte dei negoziati con ArcelorMittal, ha affermato che i leader della coalizione e i legislatori hanno agito in modo irresponsabile, “Sono un gruppo di dilettanti che non hanno mai lavorato al di fuori della politica per un solo giorno. Non sanno cosa sia una fabbrica. Non sanno quanto costa fare le cose ... La parola giusta per loro è ciarlatani ", ha detto a Radio 24.

Tuttavia, alcuni dei legislatori della coalizione di governo, si sono dichiarati fedeli all'impegno di offrire all'impresa un'immunità legale, a patto la ArcelorMittal faccia subito partire un piano di bonifica ambientale e di tutela per il futuro.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

-2°C

Milano

Clear

Humidity: 39%

Wind: 9.66 km/h

  • 03 Jan 2019 3°C -3°C
  • 04 Jan 2019 2°C -6°C