updated 2:03 PM UTC, Apr 14, 2021

SAPERE DI BELLEZZA - La parata d’oro dei Faraoni

La  Pharaoh’s Golden Parade al Cairo La Pharaoh’s Golden Parade al Cairo

Rubrica dedicata all’arte e alla cultura, a cura di CLAUDIO SCACCABAROZZI


What is “Pharaohs' Golden Parade” in Egypt | ACE NEWS

Il 3 aprile scorso al Cairo ha avuto luogo l’attesa (e discussa) Pharaoh’s Golden Parade, in cui 22 tra re e regine dell’antico Egitto sono state trasferite dal vecchio Museo Egizio di Piazza Tahrir.

Il governo di Al-Sisi ha voluto infatti celebrare in maniera assolutamente scenografica il “trasloco” dei faraoni, che verranno ora conservati (ed esposti) nel Museo Nazionale della Civiltà Egizia (Nmec), alla periferia sud orientale del Cairo.

(GUARDA IL VIDEO)

Il percorso di circa 7 km dalla vecchia sede al nuovo museo è stato ripavimentato per l’occasione; il corteo, composto da carri ammortizzati e decorati in oro e nero, è stato scortato da militari e poliziotti a cavallo e accompagnato da figuranti vestiti come nell’antico Egitto, il tutto accompagnato da salve di cannone e fuochi d’artificio.

Molti l’hanno definita una parodia della Storia, più che una sua celebrazione.

Le mummie verranno sottoposte a un restauro conservativo di circa 15 giorni, per essere poi esposte nella nuova Royal Mummies Hall, allestita come se fosse la Valle dei Re, l’area nel sud dell’Egitto dove si trovano le vere tombe dei faraoni.

La parata non ha mancato di sollevare polemiche, sia da gruppi islamici che laici.

Da un lato ci sono gruppi che vorrebbero un maggiore rispetto per i morti, e che non vengano ostentati e mostrati come trofei da parte del regime egiziano.

Molti hanno invece collegato la presenza massiccia dei militari, unita alla quasi inaccessibilità della parata stessa (poche sedute VIP e percorso blindato), alla volontà da parte del governo di ostentare la propria forza, come monito al popolo.

La parte più curiosa delle polemiche riguarda però la presunta e celebre maledizione dei faraoni: moltissimi sono stati i riferimenti sui social, che non avrebbe mancato di colpire l’Egitto anche questa volta; la nave Ever Given che ha bloccato il canale di Suez per giorni, un incidente ferroviario che ha provocato 18 morti nel sud del paese e il crollo di un edificio al Cairo che ne ha causati 25 sono stati tutti collegati alla parata che si è poi tenuta il 3 aprile.

 

Claudio Scaccabarozzi

Video

Ultima modifica ilMercoledì, 07 Aprile 2021 14:49

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.