updated 3:03 PM UTC, Jun 22, 2021

Il presidente della Bielorussia difende dirottamento del volo Ryanair, sfidando le pressioni dell'ovest

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko cita la minaccia di una bomba, dicendo "Abbiamo risposto adeguatamente alle informazioni ricevute"; I leader occidentali rispondono chiedendo il rilascio del dissidente che era in fuga


Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha difeso la sua gestione del dirottamento del volo Ryanair durante il fine settimana e ha accusato i leader occidentali di tentare di interferire negli affari del paese, accusandoli di aver oltrepassato le "linee rosse" nei loro attacchi all'ex stato sovietico.

Il leader bielorusso ha detto che il suo paese ha agito nel rispetto delle regole internazionali quando ha obbligato l'atterraggio, era in possesso di rapporti dei servizi segreti che riportavano la presenza di esplosivi a bordo e così facendo ha tentato di evitare una tragedia. Ha detto di aver agito legalmente per proteggere la vita delle persone. "Abbiamo risposto adeguatamente alle informazioni ricevute", ha detto oggi Lukashenko in un discorso ai parlamentari UE, questi i suoi primi commenti dall'incidente di domenica. "Come reagirebbero gli Stati Uniti in una situazione del genere alla luce della loro triste esperienza?"

I leader dell'Unione europea e degli Stati Uniti si sono affrettati a condannare l'atterraggio forzato dell'aereo, che trasportava il giornalista dissidente Roman Protasevich, successivamente arrestato e lunedì hanno deciso di imporre un nuovo ciclo di sanzioni alla Bielorussia e di vietare alle sue compagnie aeree di entrare nel spazio aereo e aeroporti della Bielorussia.

Bagagli dell'aereo Ryanair perquisiti dopo l'atterraggio forzato in Bielorussia

Bagagli dell'aereo Ryanair perquisiti dopo l'atterraggio forzato in Bielorussia Le autorità bielorusse hanno arrestato l'attivista Roman Protasevich a bordo dell'aereo Ryanair che stava volando dalla Grecia alla Lituania, dopo averlo dirottato su Minsk. L'amministratore delegato di Ryanair Michael O'Leary ha definito l'incidente "un caso di dirottamento sponsorizzato dallo stato", sollevando ulteriormente l'allarme dell'industria aeronautica globale sulla deviazione. 

I leader occidentali hanno chiesto il rilascio di Protasevich, che è diventato uno degli attori principali dietro un'ondata di proteste antigovernative lo scorso anno, sulla scia delle elezioni presidenziali bielorusse di agosto. Lukashenko ha affermato di aver vinto in maniera schiacciante, ma i funzionari occidentali hanno definito il voto né libero né equo. Gli oppositori chiedevano e chiedono le dimissioni del leader bielorusso, al potere dal 1994.

 

"Come avevamo previsto, i nostri nemici esterni e interni ai nostri confini, stanno cambiando i metodi di attacco allo stato", ha detto Lukashenko. "Hanno attraversato i confini del buon senso e della moralità umana". "Non appena l'aereo è atterrato a Minsk, le accuse in copia carbone dall'Occidente e i divieti di volo hanno iniziato a piovere. Il presunto avvertimento di una bomba sull'aereo, che stava volando da Atene, proveniva dalla Svizzera". Il Dipartimento federale degli affari esteri della Svizzera, ha risposto che le autorità svizzere non erano a conoscenza di una minaccia di bomba sul volo e non sono state in contatto con la Bielorussia in merito. 

Le autorità bielorusse a novembre hanno inserito il signor Protasevich in un elenco di persone coinvolte in attività terroristiche. Hanno anche avviato diversi procedimenti penali contro di lui per aver organizzato proteste illegali e sconvolto l'ordine sociale. Protasevich rispedito al mittente le accuse identificandole come come repressione politica. Subito il giorno dopo essere stato arrestato a Minsk, un video circolato su vari account di social media bielorussi, compresi quelli dell'opposizione, lo mostrava in una struttura di detenzione preventiva nella capitale bielorussa, mentre confessava di aver organizzato rivolte di massa. I suoi sostenitori e i genitori definiscono il video una perfetta montatura del governo, che in qualche modo deve aver obbligato Protasevich alla confessione. 

Il dirottamento dell'aereo ha sollevato interrogativi sulla legalità dell'atto. Il ministro degli Esteri britannico Dominic Raab ha condannato la mossa come "un assalto scioccante all'aviazione civile e un attacco al diritto internazionale", questa rappresenta un pericolo per i voli civili ovunque".

Lukashenko in conferenza ha ribadito la fermezza del suo governo: “Lo stato che non soccomberà alla pressione ibrida e può continuare il suo lavoro. Faccio appello all'intera comunità mondiale: non ha senso scuotere la Bielorussia". In risposta il leader dell'opposizione bielorussa Svetlana Tikhanovskaya, che vive in esilio in Lituania, ha dichiarato oggi che si sta preparando una nuova fase di proteste antigovernative attive. "Non c'è più niente da aspettare: il terrore deve essere fermato una volta per tutte", ha detto in una dichiarazione.

Tempi difficili post pandemia, si prospettano per il governo e la popolazione bielorussa.

  • Pubblicato in Esteri
Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS