updated 5:11 PM UTC, Oct 21, 2021

Cervo bianco raro per le strade di Liverpool, ucciso dalla polizia. Proteste e polemiche: poteva essere riportato nel suo ambiente

Secondo gli agenti l'animale "era un pericolo per automobilisti, pedoni e ciclisti". Animalisti in rivolta


Abbattuto in strada perché pericoloso per automobilisti e pedoni. E' questa la sorte che è toccata a un raro esemplare di cervo bianco, che nella notte si era spinto fino alla città di Bootle, vicino Liverpool. Fattosi giorno, è stato avvistato e ripreso mentre vagava per i viali ed è subito scattato l'allarme. La polizia si è messa al suo inseguimento e ha preferito ucciderlo, invece di catturarlo o seguire le indicazioni della Rspca (Società per la protezione animali britannica) per riportarlo nel suo ambiente. Ed è scoppiata la polemica.

Durante le concitate fasi di caccia al cervo bianco, era stato chiamato anche un veterinario per monitorare il benessere dell'animale e assistere ai tentativi di braccarlo. Alla fine la decisione di sopprimerlo, perché il cervo, sempre più spaventato, "era un pericolo per automobilisti, pedoni e ciclisti".

Sotto shock la popolazione di Bootle e dura la condanna degli animalisti. Una pioggia di commenti contro l'uccisione del cervo bianco anche sui principali siti di informazione britannica, che ne hanno dato notizia.

 

(Fonte: tgcom24)

  • Pubblicato in Esteri

Gran Bretagna, Boris Johnson fa fuori i ministri criticati e si prepara alle prossime battaglie. La campagna anti-Covid invernale e le possibili elezioni anticipate

Clamoroso rimpasto nel governo del premier conservatore che sta sostituendo o degradando le figure attaccate dalla stampa e penalizzate dai sondaggi. Intanto il Telegraph riporta che BoJo avrebbe intenzione di anticipare il voto a maggio o giugno del 2023


Boris Johnson calls surprise Cabinet meeting as general election  speculation mounts

Boris Johnson prosegue nell'azione di rimpasto del suo governo avviata ieri e, come sottolinea la stampa britannica, prepara il terreno per le prossime elezioni. L'operazione compiuta da Johnson, scrive il Guardian, è stata "spietata". Il premier si sarebbe liberato dei ministri che godevano di cattiva stampa ed erano in caduta libera nei sondaggi, per rafforzare l'esecutivo in vista della 'campagna d'inverno' contro il Covid, gettando le basi per il voto, che potrebbe essere anticipato al 2023, come rivela il Telegraph, rispetto alla scadenza naturale del 2024.

Nel frattempo, stamani il premier ha bocciato anche Penny Mordaunt, 'degradata' dal ruolo di Paymaster General e co-presidente della commissione per i negoziati con la Ue a sottosegretario al Commercio. Anche l'esperto sottosegretario alla Cultura, John Whittingdale, ha annunciato con un tweet di avere lasciato il suo incarico.

Tra le vittime più illustri della giornata di ieri il ministro degli Esteri Dominic Raab, finito al centro delle polemiche per essersi fatto trovare in vacanza allo scoppio della crisi afghana, con la conseguente caotica evacuazione da Kabul. Raab è stato costretto a cedere la poltrona di capo del Foreign Office a Liz Truss, molto popolare tra la base elettorale dei Tories, per le sue posizioni ultraliberiste. Altro nome di peso finito sotto la scure di Johnson è quello del ministro dell'Istruzione Gavin Williamson, che si era conquistato fama di gaffeur. Per lui nessun incarico di consolazione, ma un ritorno diretto ai backbenches, i banchi secondari dove siedono i deputati semplici.

Al posto di Williamson, Johnson ha scelto Nadhim Zahawi, imprenditore di origini irachene emigrato nel Regno Unito da bambino, considerato dal premier persona di grande affidabilità, dopo la sua ottima gestione della campagna vaccinale. Altro posto chiave, quello del dipartimento della Casa, delle Comunità e degli enti locali, è stato assegnato al fidato Michael Gove. A lui spetterà il compito di attuare, in seno al governo, l'agenda "levelling up" del premier, quell'azione di riduzione delle disuguaglianze che, nelle intenzioni di Johnson, dovrebbe far guadagnare ai Tories anche i voti dell'elettorato di sinistra.

Altra nomina che fa discutere è quella di Nadine Dorries, scelta a sopresa al posto di Oliver Dowden per guidare il ministero della Cultura. La Dorries è nota per le sue critiche alla Bbc, giudicata troppo sbilanciata a sinistra, e per la proposta di privare l'emittente pubblica dei proventi del canone.

Ma quella di Dowden non è certo stata una bocciatura. Nel suo nuovo ruolo di Cabinet Office minister e, soprattutto, di co-presidente dei Conservatori, l'ex ministro dovrà preparare il partito per le prossime elezioni. Il Telegraph riporta che rivolgendosi allo staff del partito ieri sera, Dowden abbia invitato i Tories a tenersi pronti. "E' ora di mettersi al lavoro e prepararsi alle prossime elezioni", ha annunciato l'ex ministro. Sebbene la scadenza (fissata per legge) della legislatura sia prevista per la fine del 2024, il conservatore Telegraph riporta che Johnson avrebbe intenzione di anticipare il voto a maggio o giugno del 2023.

 

(Fonte: Adnkronos)

  • Pubblicato in Esteri

Migranti, la Gran Bretagna respingerà le barche che attraversano la Manica. E' scontro con la Francia

Il governo di Boris Johnson ha approvato la nuova strategia dopo che il ministro dell'Interno britannico e quello francese si sono incontrati mercoledì senza riuscire a trovare un'intesa su come fermare i transiti. Per Parigi questa linea dura può mettere in pericolo vite umane


Gran Bretagna, record di sbarchi di migranti dalla Francia. Ma per  "riprendersi i confini" Johnson dipende dall'Europa - Il Fatto Quotidiano

Si inasprisce il braccio di ferro tra Francia e Gran Bretagna sui migranti che attraversano la Manica. Le barche potranno adesso essere respinte prima che raggiungano il Regno Unito: lo ha deciso il ministro dell'Interno, Priti Patel, che ha approvato la nuova strategia dopo che lei e il suo omologo francese, che si sono incontrati mercoledì, non sono riusciti a trovare un'intesa su come fermare i transiti.

Fallito il tentativo di accordo con la Francia, la Gran Bretagna dunque sceglie la linea dura. Gli uomini della Border Force britannica, la guardia costiera, sono stati allertati sul fatto che possono adottare tattiche di respingimento. La misura è già stata bocciata dal ministro dell'Interno francese, Gerald Darmanin, sulla base del principio che "la salvaguardia delle vite umane in mare ha la priorità su considerazioni di nazionalità, status e politica migratoria". La Francia ha anche già avvertito che la nuova strategia potrà mettere in pericolo vite di esseri umani. 

Dalla fine del 2018, gli attraversamenti illegali della Manica da parte dei migranti che cercano di raggiungere il Regno Unito sono aumentati, nonostante le autorità avvertano della presenza di forti correnti, basse temperature e dei rischi nell'avventurarsi in una delle rotte marittime più trafficate del mondo. Tra il 1° gennaio e il 31 luglio 2021, le autorità marittime francesi hanno registrato 12.148 traversate o tentativi di traversata, quasi tre volte il numero (4.192) per lo stesso periodo del 2020.

 

(Fonte: Agi)

  • Pubblicato in Esteri

Calcio inglese sotto shock: arrestato per pedofilia un giocatore dell'Everton. Sarebbe un 31enne titolare nella sua nazionale

Non rivelata l'identità dell'atleta, anche se a Liverpool qualcuno fa il nome. Una fonte interna alla polizia avrebbe rivelato che, nella perquisizione della sua abitazione da parte degli agenti, "diversi oggetti sono stati sequestrati, e che l'uomo è stato interrogato in relazione a reati molto gravi" commessi nei confronti di un minore


Il mondo del calcio inglese e non è sotto shock: secondo i media d'oltremanica venerdì sera un giocatore della massima serie inglese sarebbe stato arrestato nella contea della Grande Manchester con l'accusa di pedofilia. Ancora sconosciuta l'identità del calciatore che però avrebbe 31 anni, sarebbe sposato e titolare nella sua nazionale ed è stato rilasciato su cauzione. Contemporaneamente l'Everton ha fatto sapere di aver sospeso un suo giocatore per indagini della polizia: "Il club continuerà a supportare le autorità con le loro indagini e non rilascerà ulteriori dichiarazioni in questo momento".  

Pochissimi dettagli sulla vicenda, ma una fonte interna della polizia ai tabloid avrebbe rivelato di "aver trovato diversi oggetti che sono stati sequestrati nell'abitazione del calciatore". L'uomo accusato di reati molto gravi su un minore è stato interrogato e poi rilasciato su cauzione in attesa di ulteriori indagini. 

Secondo quanto riportato da un giornale di Liverpool, il calciatore in questione, sarebbe l'islandese Gylfi Sigurdsson (notizia in attesa di conferme).

Covid, "Freedom Day" in Inghilterra: via le ultime restrizioni e stop all'obbligo di mascherina. L'ultima scommessa di Boris Johnson

Malgrado il Regno Unito registri 54.674 nuovi casi di Covid, il premier britannico Boris Johnson, criticato dagli scienziati, conferma le riaperture a partire dal 19 luglio, "il giorno della libertà". Si prevede il via libera ad attività come i locali notturni, l'allentamento di ciò che rimane delle limitazioni per cinema, teatri, eventi pubblici, matrimoni o funerali e la fine dell'uso della mascherina al coperto e il distanziamento


Boris Johnson :: Notizie su Today

In Inghilterra revocate tutte le ultime restrizioni legali anti-Covid, in quello che è stato chiamato il Freedom Day, strenuamente difeso dal premier britannico Boris Johnson nonostante l'allarme degli esperti. Club e altri locali dalla mezzanotte possono lavorare a pieno regime, senza limiti al numero di avventori e senza l'obbligo della mascherina.

Johnson, costretto all'isolamento dopo essere entrato in contatto con il ministro della Salute Sajid Javid risultato positivo, ha mantenuto il piano previsto ma ha esortato gli inglesi a restare prudenti, di fronte all'impennata di casi registrati, arrivati a superare i 50 mila al giorno. Grazie al successo della campagna vaccinale, le ospedalizzazioni sono gestibili, hanno sostenuto le autorità. Ma Neil Ferguson, scienziato dell'Imperial College di Londra, ha avvertito che è "quasi inevitabile" per la Gran Bretagna raggiungere i 100 mila casi al giorno e mille ricoveri perché la variante Delta è fuori controllo.

"La vera domanda è, possiamo raddoppiare (il numero) o addirittura di più? Ed è qui che la sfera di cristallo comincia a non funzionare", ha affermato alla Bbc. "Potremmo arrivare a 2 mila ricoveri al giorno e 200 mila casi, ma è molto meno certo", ha aggiunto. 

 

(Fonte: Agi)

  • Pubblicato in Esteri

I sintomi stanno cambiando: come muta il coronavirus e quali sono le nuove varianti

Le mutazioni del SARS-CoV-2 possono causare sintomi insoliti per un'infezione, ad esempio dolore articolare e perdita dell'udito. Inoltre, i pazienti possono avvertire la gravità di un'infezione mista, una combinazione di rinovirus e coronavirus.


Il coronavirus può manifestarsi in sintomi insoliti sullo sfondo di una combinazione con un'altra infezione, ha affermato Natalya Pshenichnaya , vicedirettore per il lavoro clinico e analitico dell'Istituto centrale di ricerca di epidemiologia di Rospotrebnadzor. Una combinazione di infezione da rinovirus, accompagnata da abbondante secrezione nasale e un nuovo tipo di coronavirus.

"In questo caso, il virus SARS-CoV2 viene rapidamente sovrastato dal rinovirus che si moltiplica attivamente nel tratto respiratorio superiore e l'infezione da coronavirus procede molto più facilmente, ma nel quadro clinico ci sono sintomi insoliti sotto forma di rinorrea profusa, che è caratteristica del rinovirus", ha detto l'esperto.

Pshenichnaya ha spiegato che il cambiamento nello spettro delle prime manifestazioni cliniche è dovuto alla mutazione SARS-CoV-2.Quindi, il ceppo indiano del coronavirus è più caratterizzato da manifestazioni del tratto gastrointestinale: dolore addominale, perdita di appetito, vomito, nausea, nonché dolori articolari, perdita dell'udito.

 

“Ciò che è allarmante è che si ha la sensazione che il virus stia cambiando, di recente, vediamo fallimenti terapeutici, il che ci fa pensare che il virus abbia anche cambiato faccia dalla sua prima comparsa", ha detto il medico. Quindi, i medici affermano l'emergere di un nuovo, cosiddetto "ceppo di Mosca" di coronavirus, questa versione originale di COVID-19 è ora oggetto di studio da parte degli scienziati.

“Il fatto che nel nostro Paese, e in particolare a Mosca, così come in altri Paesi, ci siano varianti originali di mutazioni virali, questo è certo. Ora stiamo studiando le loro proprietà e differenze rispetto ad altri ceppi circolanti ", ha affermato Alexander Gintsburg, direttore del Gamaleya Research Center for Epidemiology and Microbiology .

Ceppo da Kent

Una delle varianti più comuni del nuovo tipo di coronavirus è il "ceppo britannico" (noto come ceppo B.1.1.7 o 20B / 501Y.V1), scoperto per la prima volta lo scorso autunno nel Kent.

"Il ceppo britannico più contagioso" si è diffuso in più di 100 paesi in tutto il mondo, ha affermato Anna Popova, capo di Rospotrebnadzor .

La ricerca dell'Università di Exeter e Bristol mostra che la variante B117 è associata a una maggiore probabilità di ospedalizzazione e morte rispetto al ceppo originale. Tuttavia, il British Public Health Service ha rassicurato: "non ci sono prove" che il nuovo ceppo sia resistente al vaccino Pfizer-BioNTech, attualmente utilizzato nel programma di vaccinazione del regno.

Mutazioni pericolose in India; la variante Delta

Un altro ceppo pericoloso del nuovo tipo di coronavirus è la variante B.1.617, apparsa per la prima volta in India nell'ottobre 2020. Questa opzione sta attualmente contribuendo a un forte aumento del numero di casi di coronavirus in alcune parti del paese. La variante B.1.617 ha diverse mutazioni - E484Q, L452R e P681R - che possono facilitarne la trasmissione o renderla resistente alla risposta immunitaria dell'organismo.

Variante brasiliana

Secondo The Science, un team internazionale di ricercatori ha trovato prove che la variante P.1 del coronavirus, rilevata per la prima volta in alcune parti del Brasile, che potrebbe essere due volte più pericolosa dei ceppi precedenti. La variante SARS-CoV-2 P.1 è stata identificata per la prima volta a Manaus, la capitale dello stato dell'Amazzonia. Divenne rapidamente il ceppo dominante. Si ipotizza che possa infettare persone già infettate dal ceppo originale di COVID-19. Nel periodo iniziale dell'infezione, circa il 70% dei residenti della città ne è stato infettato. La variante P.1 si è presto diffusa in tutto il Brasile e poi in tutto il mondo - ad oggi è stata trovata in 37 paesi. I ricercatori hanno determinato che il virus aveva 17 mutazioni identificabili e che tre mutazioni della proteina spike - N501Y, E484K e K417T - erano particolarmente preoccupanti perché sembravano consentire al virus di legarsi più strettamente alle cellule umane, e in alcuni casi addirittura aiutavano a evitare gli anticorpi. Gli scienziati hanno anche trovato prove che questa variante può eludere la risposta immunitaria del corpo ai precedenti ceppi del virus. La variante brasiliana del coronavirus è attualmente anche il ceppo dominante che circola negli Stati Uniti, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Ibrido vietnamita

Alla fine del mese scorso, gli esperti vietnamiti hanno identificato una nuova variante del coronavirus, un ibrido di ceppi britannici e indiani. Lo ha annunciato il capo del ministero della Salute della repubblica Nguyen Thanh Long. Secondo lui, il nuovo ceppo è più veloce e più facile da trasportare nell'aria. "Il Ministero della Salute vietnamita includerà il nuovo ceppo nella mappa globale del genoma del coronavirus", ha detto il funzionario.

Nguyen Thanh Long ha aggiunto che questo tipo di coronavirus ha portato a una massiccia infezione dei residenti delle province settentrionali del Vietnam di Bakiang e Bac Ninh.

Libera circolazione di persone, libera circolazione del virus

Va notato che tutti i ceppi mutati più comuni e pericolosi si trovano diffusi in tutto il mondo anche se in percentuali diverse. Secondo le raccomandazioni dell' OMS le varianti che destano più preoccupazione sono quella britannica, quella indiana e quella sudafricana.

 

 
  • Pubblicato in Salute

La Premier League è in vacanza? "El Loco" Bielsa dirige l'allenamento dell'under 11. E diventa sempre più idolo

Marcelo Bielsa, detto "El Loco" (il matto), non finisce di stupire. Conclusa la stagione della massima serie inglese, che ha visto il suo Leeds, neo-promosso, ottenere un sorprendente nono posto in classifica, l'allenatore argentino si è presentato al campo di allenamento per seguire i giovanissimi calciatori del club. Entusiasti i genitori, un papà: "Quante volte capita una cosa del genere? Questo è uno dei motivi per cui quest'uomo sarà classificato come una leggenda"


Nessuna vacanza in una meta esotica o in qualche luogo da vip, come molti suoi colleghi amano fare. Dopo aver guidato il Leeds neo-promosso al nono posto nella Premier League, regalando anche qualche dispiacere alle grandi del football inglese, Marcelo Bielsa è rimasto nello Yorkshire, continuando a fare ciò per cui vive ed è diventato famoso: allenare calciatori. Solo che questa volta ad ascoltare le indicazioni del 65enne tecnico argentino non c'erano dei professionisti del pallone, con stipendi a tanti zeri, bensì dei ragazzini. Nella fattispecie i giovani della formazione under 11 del club britannico.

Proprio così, 'El Loco' - come è soprannominato con riferimento all'ossessione per i metodi di allenamento e le analisi delle partite -  è stato immortalato da lontano nel campetto di allenamento, con tuta e calzoncini, accerchiato dai calciatori in erba del Leeds. E la foto, che dimostra una volta di più l'amore di Bielsa per questo sport, scattata da un genitore sorpreso dalla "visione" inaspettata, è diventata subito virale. Ad accompagnarla, nel post su Twitter, un testo altrettanto eloquente: "Quante volte capita che un allenatore della Premier League si presenti un lunedì fuori stagione per fare una sessione di allenamento dell'Under 11? Questo è uno dei motivi per cui quest'uomo sarà classificato come una leggenda del Leeds", ha scritto il papà del bimbo su Twitter.

 

(fonte: repubblica.it)

Voto in Gran Bretagna, i Conservatori di Johnson verso la vittoria. Disfatta laburista ovunque con l'umiliazione di Hartlepool, ex roccaforte rossa nel Nord dell'Inghilterra

Elezioni amministrative ne Regno Unito: i primi risultati danno i Tory in forte vantaggio sul Labour, che sta subendo pesanti sconfitte. Simbolico anche l'esito delle suppletive per lo storico collegio della sinistra, in cui il partito del premier ha strappato ai rivali il seggio alla Camera dei Comuni dopo oltre secolo. Attesa per la Scozia, dove torna fortemente di attualità il tema dell'indipendenza


 

Boris Johnson esulta per i primi risultati del voto di ieri in Gran Bretagna, con la trionfale vittoria Tory nelle suppletive dello storico collegio laburista inglese di Hartlepool (unico seggio nazionale in palio alla Camera dei Comuni), ma anche per l'avanzata complessiva in Inghilterra del suo partito dopo lo spoglio di 20 consigli locali su 143. Sono dati "molto incoraggianti" per noi, ha commentato il premier: "le nostre priorità di governo, sul rilancio del dopo pandemia, sono le priorità della gente". Caos invece nel Labour, dove si parla di disfatta e la sinistra interna rimette in discussione la leadership di Keir Starmer. 

Il suo Partito Conservatore ha infatti strappato dopo 57 anni il collegio di Hartlepool (nell'ex 'muro rosso' del nord Inghilterra) al Labour, che ha appena riconosciuto la batosta, eleggendo deputata Jill Mortimer alla Camera dei Comuni nell'unico voto suppletivo nazionale.

Quanto alle amministrative, assegnati finora seggi in una dozzina di consigli locali inglesi su 143, mentre s'attende entro domani l'esito del cruciale voto di Scozia e Galles e per il sindaco di Londra. 

La proclamazione di Mortimer è attesa a minuti, ma il ministro ombra laburista dei Trasporti, Jim McMahon, ha già ammesso la sconfitta, che si profila netta e umiliante in un territorio considerato blindato per i laburisti da mezzo secolo. E intanto i conservatori locali hanno innalzato davanti agli uffici elettorali di Hartlepool un grande pupazzo gonfiabile raffigurante Boris Johnson, con i pollici all'insù in segno di vittoria.

Una vittoria "davvero storica" l'ha definita Jill Mortimer, la conservatrice appena eletta nella circoscrizione di Hartlepool. "Sono immensamente orgogliosa di essere la prima parlamentare Tory eletta ad Hartlepool da 57 anni", ha detto parlando dopo il primo clamoroso risultato di questa importante tornata elettorale nel Regno Unito. "non solo - ha aggiunto - sono la prima donna mai eletta parlamentare in questa città. è davvero un risultato storico". Quindi ha concluso: "Il Labour ha dato per scontate le persone di Hartlepool per troppo tempo. L'ho sentito ripetere infinite volte e la gente ne ha abbastanza. Con questo risultato, adesso, il popolo ha parlato e ha detto chiaramente che è tempo di cambiamento". 

Negativi per il Labour anche i primissimi risultati amministrativi di alcuni consigli locali inglesi, dove al momento risultano assegnati oltre un centinaio di seggi di consigliere al maggiore partito britannico d'opposizione e poco meno al partito del premier: ma con il primo in calo e il secondo in ascesa come conferma la conquista Tory dei consigli di Redditch e di Nuneaton & Bedworth, nelle Midlands, e di quello di Harlow, nell'Essex, pure sottratto al Labour che conferma inoltri pesanti perdite un po' in tutto il nord-est post-industriale. "Gli elettori non sono tornati a credere ancora in noi", ha commentato un'altra fonte laburista, cercando di scaricare almeno in parte la responsabilità di questo scenario negativo iniziale sull'eredità dell'ex leader radicale Jeremy Corbyn (uscito di scena dopo la disfatta alle politiche di fine 2019) e di esonerare invece l'attuale leader, il più moderato ma grigio Keir Starmer. 

 

(Fonte: Ansa)

  • Pubblicato in Esteri
Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS