updated 2:03 PM UTC, Apr 14, 2021

Belfast, sesta notte di disordini. Bus dirottato e incendiato. La rabbia degli unionisti preoccupa anche Londra (VIDEO)

Il bus incendiato nei nuovi scontri di Belfast Il bus incendiato nei nuovi scontri di Belfast

Ancora scontri in Irlanda del Nord. A Belfast non si ferma la protesta degli unionisti contro l'accordo di Londra con Bruxelles sul confine con l'Unione Europea. Johnson: "No alla violenza, dialogare"


Nuova notte di violenze nell'Irlanda del Nord. A Belfast è stato preso d'assalto un autobus di linea al quale è stato appiccato il fuoco. Il mezzo è stato bloccato in una zona che divide le comunità nazionaliste e unioniste, secondo le informazioni diffuse dal Servizio di Polizia dell'Irlanda del Nord (PSNI). L'autista del bus è stato aggredito, attaccato un fotoreporter. Anche gli agenti sono stati presi di mira e colpiti da lanci di pietre, mentre cestini della spazzatura e copertoni sono stati incendiati. 

(GUARDA IL VIDEO)

Ferma condanna a questi nuovi episodi è stata espressa da parte dei primi ministri nordirlandese e britannico, Arlene Foster e Boris Johnson. Quest'ultimo in un tweet ha scritto: "Il modo per risolvere le differenze è attraverso il dialogo, non la violenza o la criminalità".

I disordini sono iniziati la scorsa settimana dopo che la Procura dell'Irlanda del Nord si è rifiutata di formulare un capo di accusa a carico dei membri del Partito Repubblicano Nazionale Sinn Fein, i quali a dispetto delle restrizioni anti-Covid hanno partecipato al funerale dell'ex membro dell'Esercito Repubblicano Irlandese Provvisorio (IRA) Bobby Storey, che ha combattuto per la separazione dal Regno Unito.

I disordini si sono trasformati in proteste violente mentre i lealisti, che sostengono legami più stretti con Londra, sono scontenti per i termini del protocollo dell'Irlanda del Nord, una sezione dell'accordo sulla Brexit tra Londra e Bruxelles.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.