updated 3:21 PM UTC, Nov 26, 2020

Trump conferma con ironia la vittoria di Biden alle elezioni

  • Scritto da Zonca2020
  • Pubblicato in Esteri

Con un tweet Trump consegna la vittoria al rivale Biden, "Ha vinto perché le elezioni sono state truccate"


Il presidente Donald Trump ha riconosciuto per la prima volta la vittoria a democratico Joe Biden nelle elezioni presidenziali degli Stati Uniti. Come sempre lo ha fatto a suo modo, con un tweet in cui rivendica ancora una volta l'invalidità di parte della votazione,"Ha vinto perché le elezioni sono state truccate", ha scritto sul suo account Twitter. Il presidente Usa, in modo molto duro parla anche della mancata concessione agli osservatori di essere presenti durante il conteggio dei voti e che la società di software utilizzata in alcuni stati per contare i voti, gode di una "cattiva reputazione".

Pochi minuti dopo, e prima del contraccolpo delle sue parole, è tornato a twittare: "Però non concedo nulla".

“La presenza di osservatori non era consentita. Il voto è stato contato dalla società privata Dominion, che in molti credono molto vicina alla sinistra repubblicana, in più gode di una cattiva reputazione e con una squadra che non è riuscita ad effettuare lo stesso lavoro nell Texas (dove ho vinto molto), il silenzio e la menzogna dei media e molto altro hanno fatto il resto", dice l'ormai ex Presidente.

Le prime parole sono state una svolta nella strategia di Trump, che fino ad ora non aveva nemmeno lontanamente pensato di riconoscere la sconfitta, aprendo fronti giudiziari e teorie di ogni genere. Le elezioni del 3 novembre hanno lasciato il posto a diversi giorni di riconteggio, per accaparrarsi i 270 voti elettorali necessari per conquistare la presidenza, cosa che finalmente è toccata a Biden, con ampio vantaggio.

Le successive affermazioni del magnate di New York, ancora una volta, sono tornate a concentrarsi sulle critiche dei media, chiarendo che la sua posizione nel concedere la vittoria a Joe Biden, "avrà un lungo viaggio".

Le elezioni hanno registrato una mobilitazione storica, la più grande in oltre 100 anni. Finora, dall'ambiente del presidente, sono state presentate presunte irregolarità che i giudici non hanno ancora considerato, indicazioni di un programma su larga scala per alterare il risultato elettorale, ma anche errori amministrativi o incidenti interpretati male a causa dell'ignoranza nel comprendere come funziona il sistema elettorale, si legge negli atti giudiziari.

In merito alla presunta manipolazione della Dominion Voting Systems, l'avvocato di Trump, Rudolph Giuliani, ha spiegato in un'intervista al programma Lou Dobbs Tonight , sul canale Fox Business, che questa società è di proprietà della società venezuelana Smartmatic, con la multinazionale spagnola Indra come intermediario. Interrogato da Dobbs sulle preoccupazioni che in alcuni stati la Dominion non abbia dato riscontri sulla sicurezza della tecnologia utilizzata nel conteggio, Giuliani ha affermato che è "indiscutibile" che "le macchine possano essere state hackerate".

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.