updated 2:41 PM UTC, Mar 3, 2021

Bce, Lagarde sulla cancellazione del debito da Covid: "Inconcepibile, violerebbe uno dei pilastri fondamentali dell'Euro". Poi benedice Draghi: "Ha tutte le qualità richieste"

Christine Lagarde con Mario Draghi Christine Lagarde con Mario Draghi

La presidente della Banca centrale europea boccia l'ipotesi di venire finanziariamente incontro agli Stati membri in difficoltà e commenta positivamente il fatto che il suo predecessore abbia accettato la sfida "di fare uscire l'Italia dalla crisi economica e sociale"


Risultato immagini per lagarde draghi

Christine Lagarde boccia categoricamente l'ipotesi della cancellazione del debito da Covid da parte della Bce. "E' inconcepibile e sarebbe una violazione del trattato europeo che vieta strettamente il finanziamento monetario degli Stati", dice la presidente Bce. "Questa regola costituisce uno dei pilastri fondamentali dell'euro" e bisognerebbe discutere piuttosto "su quali settori investire e come incidere sulla spesa pubblica", conclude. 

Utilizzo del debito - Secondo la Lagrde "se l'energia spesa per chiedere la cancellazione del debito da parte della Bce fosse dedicata a un dibattito sull'utilizzo di questo debito, sarebbe molto più utile. A cosa sarà destinata la spesa pubblica? In quali settori del futuro investire? Questo è l'argomento essenziale oggi", ha detto.

Draghi è un'opportunità - Nella stessa intervista al Journal du Dimanche, la Lagarde ha poi valutato molto positiviamente il fatto che Mario Draghi abbia accettato la sfida "di fare uscire l'Italia dalla crisi economica e sociale, mentre è il Paese più colpito dalla pandemia nell'area dell'euro". Si tratta, ha aggiunto, di "un'opportunità per l'Italia e per l'Europa". Draghi "ha tutte le qualità richieste, la competenza, il coraggio, l'umiltà necessaria per rilanciare l'economia italiana con il sostegno dell'Europa", ha concluso.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.