updated 3:21 PM UTC, Nov 26, 2020

I media e gli economisti plaudono alla ripresa economica cinese

Gli ultimi dati economici della seconda economia mondiale, hanno attirato ampia attenzione dei nostri economisti, con i media nazionali che lodano la crescita economica della Cina. Sono queste le basi per una nuova colonizzazione?


I dati diffusi diffusi lunedì dall'Ufficio nazionale di statistica cinese, mettono in risalto una forte crescita nell'economia cinese, la produzione industriale a valore aggiunto a ottobre è aumentata del 6,9% anno su anno, mantenendo lo stesso ritmo di settembre. E le vendite al dettaglio di beni di consumo, il principale indicatore del consumo cinese, sono aumentate del 4,3% su base annua. La Cina, secondo una stima del Fondo monetario internazionale pubblicata ad ottobre, dovrebbe registrare una crescita economica dell'1,9% per il 2020, emergendo come l'unica grande economia al mondo che si troverà in territorio positivo.

"L'economia cinese sta dimostrando una tenuta oltre le aspettative", riporta il quotidiano online Affari Italiani, aggiungendo che la forte performance economica della Cina "è in assoluto contrasto con le economie occidentali". Il sito di notizie finanziarie Money, invece parla di ambizioni cinesi, "I riflettori sono sempre più puntati sulla Cina e sulle sue ambizioni di crescita", aggiungendo che tra le incertezze economiche e la devastante pandemia di COVID-19, soprattutto in Europa e negli Stati Uniti, l'Asia è ancora una volta "protagonista del mondo scena." Secondo Sky TG24, "La Cina ha ricominciato a correre, la sua economia ha ripreso il ritmo di crescita che siamo abituati a vedere". ANSA riporta, "l'emergenza coronavirus in Cina è stata domata".

Dati gli stretti legami economici tra Cina e Italia, primo Paese europeo e nazione del Gruppo dei Sette ad aderire alla Belt and Road Initiative, i mercati italiani hanno risposto positivamente alla ripresa economica cinese. Martedì la Borsa di Milano ha chiuso in rialzo dello 0,6%, il primo giorno di negoziazione dopo che la Cina ha pubblicato i suoi dati economici, sovraperformando anche altri importanti mercati europei. Anche se oggi il FTSE MIB ha chiuso con un -0,28 va ricordato che Mercoledì la borsa di Milano ha aperto con un altro 1 per cento in più. Anche esperti e addetti ai lavori attribuiscono grande importanza al mercato cinese.

"La Cina è un partner commerciale essenziale di importanza strategica per il governo", ha detto martedì il think tank Competere.

"Ogni azienda italiana dovrebbe avere un capitolo della sua strategia 2030 dedicato alla Cina", ha detto Josef Nierling, amministratore delegato di Porsche Consulting, in un articolo pubblicato su Affari Italiani. Aggiungendo, "Per avere successo in un mercato sempre più sofisticato che si concentra sul consumo domestico, è necessario avere un approccio 'locale per locale', sviluppando e offrendo i nostri prodotti più innovativi in ​​Cina". 

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.