Diabete di tipo 2: scoperta notturna illumina la via per la prevenzione

Avantgardia

Un recente studio pubblicato su The Lancet Regional Health ha rivelato una scoperta rivoluzionaria nel campo della prevenzione del diabete di tipo 2.

Ricercatori dell’Università di Flinders, in Australia, hanno dimostrato che minimizzare l’esposizione alla luce artificiale intensa durante la notte può significativamente ridurre il rischio di sviluppare questa condizione cronica.

L’analisi condotta su un campione di 85.000 individui, monitorati per nove anni e con un totale di 13 milioni di ore di esposizione alla luce registrate, ha evidenziato una correlazione diretta tra l’esposizione notturna alla luce e l’insorgenza del diabete di tipo 2. I partecipanti allo studio, tutti privi di diagnosi di diabete all’inizio, hanno indossato sensori di luce al polso per sette giorni consecutivi, raccogliendo dati preziosi sul loro esposizione personale alla luce.

I risultati hanno mostrato che l’interruzione dei ritmi circadiani, causata dall’esposizione a fonti luminose intense tra le 12:30 e le 6:00, aumenta il rischio di diabete di tipo 2 indipendentemente dall’esposizione alla luce diurna. Questo rischio rimane elevato anche quando si considerano altri fattori di rischio noti, come stile di vita sedentarioobesitàsonno irregolarelavoro a turnidieta scorretta e problemi di salute mentale.

La ricerca suggerisce che evitare la luce notturna potrebbe essere una strategia preventiva efficace e di facile applicazione, particolarmente vantaggiosa per coloro che sono già a rischio genetico di diabete. Questa scoperta apre nuove prospettive nella lotta contro il diabete di tipo 2, enfatizzando l’importanza di un ambiente notturno buio per la salute metabolica e la regolazione dell’insulina.  Evitare la luce di notte potrebbe essere una raccomandazione semplice ed economicamente vantaggiosa che mitiga il rischio di diabete di tipo 2, anche nei soggetti ad alto rischio genetico.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *