updated 9:44 AM UTC, Sep 16, 2021

Alluvioni in Europa e devastanti incendi in Russia, gli effetti del cambiamento climatico

Mentre le piogge torrenziali lasciano un paesaggio coperto d'acqua in Germania e Belgio, con strade e case distrutte, in Siberia il presidente russo mobilita l'esercito per spegnere devastanti incendi che hanno già divorato 1,4 milioni di ettari di terreno


La devastante alluvione che ha colpito l'Europa centrale nei giorni scorsi, ha lasciato un paesaggio sprofondato nell'acqua e una brutale distruzione. Il bilancio delle vittime delle gravi alluvioni che hanno devastato principalmente la Germania ma anche il Belgio orientale nelle prime ore di giovedì, sale ad almeno 126. La maggior parte dei decessi confermati è registrata dalla Germania, con 106 persone decedute e ancora molti dispersi. 

Nubifragi, Germania sotto choc: oltre 100 morti e 1300 dispersi. Nei Paesi  Bassi si rompe una diga - La Stampa

Il più alto numero di vittime registrato in un disastro naturale, l'ultimo che la storia ricorda è l'alluvione mortale nel Mare del Nord nel 1962, che uccise circa 340 persone. Le forti piogge hanno colpito anche Lussemburgo, Paesi Bassi, Svizzera e Francia orientale. La distruzione si estende a numerosi comuni della Renania settentrionale-Vestfalia (il territorio più popoloso, con 18 milioni di abitanti) e della Renania-Palatinato (quattro milioni). I servizi di soccorso non sono ancora riusciti ad accedere ad alcune aree a causa di strade bloccate o danneggiate. 

Germany, Belgium floods toll passes 120, with many missing: Live | Floods  News | Al Jazeera  

www.dw.com/static/stills/images/je/je20210715_g...

Ieri circa 100.000 persone erano ancora senza elettricità. La catastrofe è di "dimensioni storiche", ha affermato Armin Laschet, candidato conservatore alla Cancelleria alle elezioni di settembre. In Belgio, con 20 morti e grandi danni, soprattutto nel sud della Vallonia, la situazione è particolarmente grave nella provincia di Liegi. Sebbene si preveda un miglioramento della situazione meteorologica, la stabilità di molti edifici è a rischio. "Intere strade e autostrade sono scomparse. Ci vorranno mesi e anni per riprendersi ", ha affermato Fabien Beltran, sindaco di Trooz, una delle città che ha visto registrare il maggior numero di vittime.

Germany: Flood Disaster Could Become a Major Issue in Election - DER SPIEGEL

Germany floods LIVE: Over 125 dead and 1,300 missing as landslide adds to  disaster | World | News | Express.co.uk

Il caldo invece è la causa dei devastanti incendi che stanno colpendo in questi giorni il teritotio russo. Una densa foschia quasi gommosa copre Yakutsk, capitale della repubblica russa di Sakha-Yakutia, situata geograficamente in Siberia. Il fumo degli incendi che hanno già bruciato più di 1,4 milioni di ettari circonda quella che è considerata la grande città più fredda del mondo (il suo territorio è formato principalmente da permafrost), colorando l'ambiente di un triste tono ocra. 

stezona – Page 6 – Radar 5:11

Le fiamme per ora non minacciano direttamente Yakutsk, secondo il Russian Forest Protection Service, ma gli oltre 300 incendi attivi hanno già raggiunto il Lena Pillars National Park, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, considerato unico per le sue formazioni rocciose, flora e fauna; anche la mitica strada delle ossa, una strada costruita decenni fa dai prigionieri condannati ai loro remoti gulag.

Un aereo lancia acqua per cercare di spegnere uno degli incendi che stanno interessando la regione russa della Yakutia.

 Sakha-Yakutia, la più grande regione della Russia (che comprende il 20% del territorio del paese eurasiatico) e che è stata inclusa amministrativamente nel distretto dell'Estremo Oriente russo, si trova per oltre il 50% sul territorio del circolo polare Artico, che secondo gli esperti, si sta riscaldando almeno due volte e mezzo più velocemente del tasso medio globale. La regione strategica si insedia anche sul suolo del permafrost, il secolare strato ghiacciato del sottosuolo, il cui disgelo, accelerato dal riscaldamento globale, sta già cominciando ad avere gravi conseguenze.
 
Siberia wildfires: Russia army planes and thousands of firefighters battle  blazes | Russia | The Guardian

Quest'anno la stagione degli incendi è stata devastante in questa parte della Siberia, che, come gran parte della Russia, sta vivendo un'ondata di caldo soffocante da settimane. Mosca pochi giorni fa ha raggiunto il suo giorno più caldo degli ultimi 120 anni, con 34,7 gradi Celsius. Yakutsk, a più di 8.000 chilometri dalla capitale russa e che in inverno sfiora i 50 gradi sotto zero, ha toccato i 35 gradi sopra lo zero.

Siberian Wildfires Spread 17.5% in 24 Hours - The Moscow Times

Questi gli effetti di un cambiamento climatico che troppo velocemente e senza controllo sta cambiando il nostro modo di vivere e distruggendo tutte le nostre certezze.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.