updated 3:10 PM UTC, Oct 25, 2020

Valerio Massimo Manfredi fa parlare Ulisse, l'eroe più geniale e moderno

Lo scrittore archeologo riesce a dare vita ai personaggi del mito antico in una trilogia imperdibile Il mio nome è Nessuno. La nostra recensione


 

 

Oggi vi parlerò di una delle produzioni più interessanti degli ultimi anni che ho volutamente riletto, dopo aver assistito ad uno spettacolo teatrale molto intenso sulla figura di Ulisse.

Il libro scelto è opera di Valerio Massimo Manfredi, archeologo e scrittore noto per la sua indubbia capacità di dare vita ad un mondo classico che lo studioso non solo ben conosce, ma che ama profondamente. Passione genuina che traspare da ogni pagina dei suoi libri.

Si tratta de Il Giuramento il primo libro della trilogia Il mio nome è Nessuno di cui fanno parte anche Il Ritorno e L’’Oracolo.

In quest'opera l'abile penna di Manfredi si cimenta con la sfida più insidiosa della sua carriera, quella di dar voce al personaggio più controverso della mitologia antica.

Ulisse si racconta in prima persona, con tutta l'umanità e il coraggio che lo hanno reso, lungo i secoli, più immortale di un dio.

“L’uomo non è fatto solo di muscoli e di tendini, la mente è la parte sua più alta e nobile, quella che lo rende simile agli dei. La mente è l’arma più potente.” Queste sono le parole di Ulisse che ne definiscono l’essenza: eroe dal multiforme ingegno, l'eroe più umano tra tutti i Greci.

Uno stile diretto, vibrante e potente nella sua semplicità. Una storia incalzante, tempestosa, piena di poesia che ti tiene avvinto dall'inizio alla fine.

Manfredi compie il miracolo di tenerci incollati alle pagine, riuscendo a “dare vita” a personaggi della mitologia, della letteratura greca e romana, che da sempre sono al centro della nostra fantasia, ma che talora rischiano di essere relegati in un passato sbiadito.

Lo scrittore ci regala la viva emozione di scoprire un intero universo brulicante di uomini, donne, imprese gloriose o sventurate.

Dalla nascita nella piccola e rocciosa Itaca alla crescita di uomo e di guerriero accanto al padre Laerte, dalle braccia materne della nutrice Euriclea al vasto mare da navigare sino a Sparta, dalla pericolosa bellezza di Elena all'amore per Penelope, dal solenne giuramento tra giovani principi leali al divampare della tremenda discordia: questo romanzo segue Odysseo fino alla resa di Troia, grandiosa e terribile. Prima ancora che inizi il nòstos – lo straordinario viaggio di ritorno – la sua vicenda è ricchissima: costellata di incontri folgoranti, segnata da crisi profonde. In primo piano gli ideali di un uomo valoroso, quali la lealtà, l'intelligenza e la sapienza.

Un uomo destinato, in virtù di un’intelligenza e un coraggio straordinario, a diventare un “eroe”immortale.

Valerio Massimo Manfredi, Il mio nome è nessuno. Il Giuramento, Mondadori 2017

Ultima modifica ilVenerdì, 09 Ottobre 2020 14:37

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.