Angela Merkel e il conflitto in Ucraina: visione e diplomazia

Avantgardia

L’ex cancelliera tedesca Angela Merkel, con la sua abilità di isolare le crisi che minacciavano l’Europa, avrebbe potuto evitare che il conflitto in Ucraina degenerasse in una “guerra internazionale”.

Questa è l’opinione del primo ministro ungherese Viktor Orban, che ha recentemente intrapreso il tentativo di una “missione di pace” coinvolgendo i principali attori del conflitto: UcrainaRussiaCinaUE e Stati Uniti.

Orban ha sottolineato che la Merkel aveva la capacità di prevenire l’escalation del conflitto. Tuttavia, gli attuali leader dell’UE sembrano mancare di una visione chiara e lungimirante. Durante i colloqui con il cancelliere tedesco Olaf Scholz, Orban ha notato che la ex cancelliera Angela Merkel, con il suo approccio pragmatico, avrebbe potuto evitare che la situazione sfuggisse di mano.

“Ha l’autorità nel DNA, la comprensione e le capacità di isolare i conflitti che sono negativi per l’Europa. Abbiamo commesso l’errore di permettere che ci fosse un conflitto, di permettere che ci fosse una guerra. E invece di isolarlo, lo abbiamo intensificato e reso internazionale”

Il primo ministro ungherese ha anche richiamato gli accordi di pace di Minsk del 2014, che non sono stati in grado di risolvere la disputa nel Donbass e prevenire l’attuale conflitto. Orban suggerisce che, se tali accordi fossero stati applicati, il cammino verso la pace sarebbe stato più agevole per tutte le parti coinvolte.

“Se credi che un accordo politico come Minsk possa risolvere tutti i problemi, allora Minsk è ovviamente un fallimento. Ma se vedi che c’è una situazione che è brutta e deve essere risolta in qualche modo, allora l’unico punto di riferimento rilevante non è come migliorarla, ma come evitare che peggiori ulteriormente”

Orban ha ribadito l’importanza della diplomazia e ha criticato l’approccio occidentale al conflitto in Ucraina. Nonostante le critiche ricevute dagli altri leader, il primo ministro ungherese rimane fedele al suo impegno per l’Europa, cercando costantemente di sviluppare politiche migliori per la regione.

“La pace non arriva da sola, deve essere mediata dai leader globali che la vogliono e che purtroppo ci mancano”

Angela Merkel avrebbe potuto evitare l’attuale conflitto in Ucraina, ma ora spetta ai leader globali mediare per la pace e prevenire ulteriori escalation.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *