updated 1:50 PM UTC, May 20, 2018
Fabio Pasini

Fabio Pasini

Milano, in stazione Centrale lo scenario è sempre lo stesso: ennesima rissa tra immigrati sotto gli occhi di turisti e cittadini indignati (VIDEO)

Nelle immagini riprese e postate sulla sua pagina Facebook dal consigliere comunale leghista Massimiliano Bastoni si vede la rissa tra immigrati avvenuta nella serata di ieri in piazza Duca d'Aosta, di fronte all'ingresso della stazione Centrale. Una scena che assomiglia a tante altre cui abbiamo già assistito, nonostante la presenza di nell'area alcuni militari e qualche saltuario blitz di polizia, peraltro criticato dal sindaco Sala e dalla sua giunta

Salvini: "Premier e governo, ci siamo. Nessuno ci metta i bastoni fra le ruote. Le critiche? Da chi ha contribuito al fallimento dell'Italia" (VIDEO)

(VIDEO 1 - VIDEO 2) - M5S e Lega stringono sul premier, il cui nome - almeno è questo l'obiettivo - potrebbe esserci lunedì.  Ai giornalisti che gli chiedono quando si rivedrà con il leader dei 5 Stelle, il segretario del Carroccio, Matteo Salvini,  risponde: "Entro domani". L'obiettivo è quello di andare con il nome del presidente del consiglio lunedì al Quirinale. Ma, aggiunge, "devo ancora sentire Di Maio". Salvini ha anche ribadito che il presidente del consiglio non sarà né lui né Di Maio. A suo parere, il premier con M5S deve essere "una figura che vada bene a entrambi, con una esperienza professionale incontestabile e che condivida e abbia contribuito alla stesura del programma". Salvini sembra, comunque, ottimista. Per la formazione di un governo coi 5 Stelle, ha detto, "sono fiducioso: abbiamo già fatto un lavoro che non è mai stato fatto nella storia della Repubblica italiana, ossia definire un programma punto per punto da rispettare mese per mese, e se poi - avverte - qualcuno non rispetterà questo programma salta tutto".  "Speriamo - conclude - che in Europa e in Italia nessuno ci metta i bastoni fra le ruote". 

Governo, il contratto Lega-M5S alla prova del voto online. Di Maio: "Sono molto felice e sono disposto a non fare il premier". Tutte le sue parole (VIDEO)

Luigi Di Maio ribadisce la disponibilità a un passo indietro sul proprio ruolo a Palazzo Chigi mentre gli iscritti Movimento 5 Stelle votano online sul contratto di governo tra il Movimento e la Lega dalle 10 alle 20 di oggi. "Ho sempre detto - ha evidenziato - che se il problema sono io sono disponibile a non fare io il presidente del Consiglio". Il suo messaggio su Facebook - (VIDEO)


Giornata di voto su Rousseau "dalle 10 e fino alle 20" per esprimersi sul contratto per il governo del cambiamento. Procedono le operazioni sulla piattaforma, con gli iscritti M5S chiamati a esprimersi, ma non mancano gli intoppi.

Molti utenti stanno infatti registrando difficoltà ad accedere al sito ed è lo stesso Luigi Di Maio ad ammetterlo. "So che su Rousseau le votazioni vanno un po' a rilento - spiega il leader grillino in un video pubblicato su Facebook - ma questo perché siamo in tanti che vogliamo votare e questo software lo sviluppiamo anche grazie alle vostre donazioni. E' un software che non prende soldi pubblici".

 Rousseau in tilt

"Se voi deciderete che è la strada giusta da percorrere - dice Di Maio -, nonostante quello che dicono tutti i giornaloni italiani e stranieri, nonostante qualche burocrate a Bruxelles, nonostante lo spread, allora come capo politico del MoVimento 5 Stelle firmerò questo contratto per far finalmente partire il governo del cambiamento. Adesso è il vostro momento" annuncia in un post sul Blog delle Stelle.

Parlando del contratto, il leader M5S in mattinata ha detto: "Abbiamo lavorato più di 70 giorni per arrivare fino a qui e proporre quanto tutti insieme abbiamo detto in campagna elettorale. Poi questo weekend i nostri attivisti, i nostri iscritti, i nostri portavoce saranno nelle piazze di tutta Italia per far conoscere i contenuti di questo contratto".

"Sono davvero felice - ha continuato -. Sono stati 70 giorni molto intensi, sono accadute tantissime cose ma alla fine siamo riusciti a realizzare quanto avevamo annunciato in campagna elettorale". Il contratto redatto da M5S e Lega "vincola due forze politiche, che sono e rimangono alternative, a rispettare e fare quanto hanno promesso ai cittadini". (Fonte: Adnkronos)

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

17°C

Milano

Mostly Cloudy

Humidity: 62%

Wind: 11.27 km/h

  • 21 May 2018 18°C 8°C
  • 22 May 2018 15°C 10°C