updated 1:10 PM UTC, May 23, 2018

Centrodestra, chi sarà il premier? A ciascuno il suo: Berlusconi dice Tajani, Meloni e Salvini si candidano. Ma i sondaggi dicono...

La coalizione di centrodestra è unita, ma non troppo. Certamente non lo è per quanto riguarda il nome del futuro, ipotetico, presidente del Consiglio. La legge elettorale consente a ciascun partito di esprimere simbolicamente la candidatura auspicata, più per rafforzare la propria propaganda che per aspettative reali. Ecco dunque che le due formazioni "sovraniste", Lega e Fratelli d'Italia, spingono i rispettivi leader, mentre Forza Italia, non potendo schierare l'ineleggibile Berlusconi, per bocca dello stesso Presidente, avanza il nome dell'europeista Antonio Tajani, anche per marcare la distanza con gli alleati anti-Ue. Intanto però i sondaggi dicono che l'asse "in blu" è sempre in testa ma ancora ben al di sotto della soglia del 40% che garantirebbe una maggioranza di governo. Tutti gli scenari sono ad oggi possibili


La scelta del premier è rimandata a dopo il voto, ma qualche nome comincia ad emergere, come quello di Antonio Tajani. "Io - ha detto Silvio Berlusconi a Rtl 102.5 - non ho ambizioni politiche, voglio vincere e scegliere il premier e la squadra di governo con i miei alleati. Se fosse possibile avere Tajani sarebbe una bellissima scelta, molto stimata a livello europeo, certo sarebbe una perdita per l'Italia a livello Ue. Oltre a lui ci sono altre due possibilità in campo ma non le dico ora. Con gli alleati ne abbiamo parlato ma prima dobbiamo vincere".

"Chi vota Lega - precisa il leader del Carroccio - sa che il presidente del Consiglio sarà Salvini, lo abbiamo scritto nel simbolo. Chi vota Forza Italia lo scoprirà... Commenterò il 4 marzo sera, quando gli italiani avranno votato, perché lo decidono gli italiani. Questo abbiamo deciso con Berlusconi: chi prende un voto in più fra Salvini e Berlusconi, che hanno un programma comune ma sono persone diverse, decide". 

"Tajani - va però all'attacco Giorgia Meloni ad Agorà - sarà il candidato di FI, non è il candidato di FdI. Sto facendo la campagnaper poter arrivare io a presidente del Consiglio dei ministri. Gli Italiani sceglieranno la proposta che li convince di più". (Fonte: Ansa)

Intanto il centrodestra cala leggermente (-0,5) ma resta saldamente in testa con il 36,7 per cento dei consensi, recupera qualcosa il Pd e sale il Movimento 5 stelle. Mentre gli indecisi sono al 37,3 per cento. E' questo lo scenario che emerge dal sondaggio Swg per il Messaggero.

Forza Italia è ferma al 16 per cento, mentre Lega e Fratelli d'Italia calano un pochino. Il centrosinistra, sospinto dal Pd a quota 24 per cento (+0,4 rispetto a settimana scorsa) e dalla crescita degli altri partiti, arriva al 28,1 per cento (+0,8).
Bene anche il Movimento 5 stelle che passano dal 27,3 al 27,8 per cento. Perde quasi mezzo punto Liberi e uguali (-0,4) 

Vota un gruppo sempre più ridotto di elettori. E questo si posizione, indica il sondaggio, su Forza Italia (15 per cento) e Pd (13 per cento), mentre raccoglie il 6 per cento la Lega e il 4 per cento M5s (4%). Il partito considerato "meno peggio" è sempre l'ultima ancora di salvataggio per il cittadino deluso: opzione attiva soprattutto per M5s (16%), Leu (15%) e Forza Italia (13). Pd e Lega si fermano al 9%. Tra gli indecisi il 29 per cento vuole capire le proposte dei partiti, il 22 voterà chi gli darà maggiori garanzie di stabilità e governabilità e il 15 per cento si orienterà sul meno peggio. 

Parisi rompe col centrodestra: "Chiuso e insensibile, grave strappo. Ma in Lombardia sosteniamo Fontana"

Ai microfoni de ilComizio.it il leader di Energie per l'Italia, uscito dalla coalizione a livello nazionale a causa di "logiche romane di poltrone", ma che per quanto riguarda la corsa in Regione Lombardia appoggia il candidato leghista alla successone di Roberto Maroni - (VIDEO)


  

Ieri il comunicato di Stefano Parisi: "Questa sera abbiamo depositato il simbolo al ministero dell'Interno. Energie per l'Italia correrà fuori dalla coalizione di centrodestra alle prossime elezioni politiche". Oggi l'intervista ai microfoni de ilComizio.it

Regione Lombardia, Fontana: "Come prima cosa amplierò la misura degli asili nido gratis. Polemiche Salvini-Maroni? La Lega non si dividerà mai"

Ai microfoni de ilComizio.it il candidato governatore del centrodestra. Oggi l'appuntamento con Stefano Parisi ed Energie per l'Italia, uscito dalla coalizione a livello nazionale, ma che fa parte dell'alleanza per le regionali. Dal coinvolgimento di tutte le categorie al cammino per l'autonomia, dalle schermaglie politiche alle misure per la futura amministrazione lombarda, ecco tutto quello che ha detto - (VIDEO)

Secondo anniversario della scomparsa di Giulio Regeni, Milano al fianco di Amnesty International

In programma il 25 gennaio una fiaccolata in Piazza della Scala che illuminerà il palazzo del Comune di Milano


Nel secondo anniversario della scomparsa del giovane ricercatore friulano, Milano parteciperà alla fiaccolata per non dimenticare e chiedere con forza che siano accertate le responsabilità e siano individuati i colpevoli di questo terribile atto.

2.3.2016 Giulio

 Il Comune di Milano sarà al fianco di Amnesty International nel ricordo di Giulio Regeni.

Il 25 gennaio, nel secondo anniversario della scomparsa del giovane ricercatore friulano, trovato morto il 3 febbraio, poco distante da Il Cairo, con evidenti segni di tortura sul corpo, Milano parteciperà alla fiaccolata per non dimenticare e chiedere con forza che siano accertate le responsabilità e siano individuati i colpevoli di questo terribile atto, dando una risposta alla sua famiglia e al nostro Paese.
 
Il ritrovo sarà giovedì 25 gennaio, alle ore 19:00, in piazza della Scala, davanti a Palazzo Marino, per la fiaccolata che alle ore 19:41 illuminerà la piazza unendo l’Italia in un grande abbraccio.

Dal 2 marzo 2016 – data in cui uno striscione è stato esposto sulla facciata di Palazzo Marino – il Comune di Milano aderisce a ‘Verità per Giulio Regeni’, la campagna lanciata da Amnesty International Italia per chiedere che si faccia chiarezza sull'omicidio del giovane ricercatore in Egitto.

 

 

Una fiaccolata per ricordare il giovane ricercatore Giulio Regeni  Verità per Giulio Regeni: fiaccolata Regeni, una fiaccolata in centro a Milano Una fiaccolata per ricordare Giulio Regeni a due anni dalla sua uccisione A due anni dalla scomparsa, Giulio Regeni viene ricordato con una fiaccolata. '#2annisenzagiulio' è il nome della manifestazione organizzata in nome del ricercatore italiano torturato e ucciso in Egitto. "Verità per Giulio Regeni", fiaccolata di Amnesty International  Mercoledì 25 gennaio Amnesty International Bergamo organizza una fiaccolata in occasione dell'anniversario della scomparsa del ricercatore Giulio Regeni, ucciso lo scorso anno a Il Cairo, in Egitto.  Giovedì 25 gennaio 2018 alle ore 19, Amnesty International Liguria e ADI Genova, Associazione dottorandi e dottori di ricerca italiani, organizzano una fiaccolata per continuare a chiedere verità per Giulio Regeni, a due anni dalla sua scomparsa. fiaccolata silenziosa per Giulio Regeni una fiaccolata, organizzata da Amnesty International, per chiuedere verità sulla scomparsa di Giulio Regeni avvenuta due anni fa Una fiaccolata per ricordare Giulio Regeni e continuare a pretendere la verità sulla sua morte., un evento che si terrà in Piazza della Scala a Milano Una fiaccolata per continuare a chiedere verità per Giulio Regeni.  Verità per Giulio Regeni - Amnesty International Italia Lo striscione giallo “Verità per Giulio Regeni” ha fatto il giro del mondo Verità per Giulio Regeni - Home | Facebook verità per giulio regeni bracciale braccialetto giulio regeni braccialetto verità per giulio regeni braccialetto giulio regeni dove si trova braccialetti giulio regeni braccialetto giallo giulio regeni braccialetto per giulio regeni #verità per giulio regeni L'omicidio di Giulio Regeni è stato commesso in Egitto tra il gennaio e il febbraio 2016. Regeni era un dottorando italiano dell'Università di Cambridge; fu rapito il 25 gennaio 2016, giorno del quinto anniversario delle proteste di piazza Tahrir. Il suo corpo fu ritrovato senza vita il 3 febbraio successivo Giulio Regeni, una verità che l'Italia non può permettersi Il 25 gennaio 2016 il nome di Giulio Regeni si aggiungeva a quelli dei tanti egiziani e delle tante egiziane vittime di sparizione forzata. Pochi giorni dopo, il 3 febbraio, il nome del ricercatore italiano si aggiungeva al lungo elenco delle persone torturate a morte in Egitto. Il 25 gennaio in piazza per la verità su Giulio Regeni il 25 gennaio 2016 il nome di Giulio Regeni si aggiungeva a quelli dei tanti egiziani e delle tante egiziane vittime di sparizione forzata. Pochi giorni dopo, il 3 febbraio, il nome del ricercatore italiano si aggiungeva al lungo elenco delle persone torturate a morte in Egitto Giulio Regeni, la verità in quel diario Giulio Regeni, la verità in quel diario Giulio Regeni aveva un diario. Lo scriveva sul suo pc. Sono considerazioni e analisi delle sue giornate al Cairo. Il testo ha un carattere 9, giustificato, scritto in un ottimo inglese. Verità Per Giulio (@GiulioSiamoNoi) | TwitterOgni giorno alle 17.30 insieme a voi lanceremo un tweet per Giulio. Fino alla verità. (RT is not endorsement) #veritapergiulioregeni. Nel mondo. ... #ManconiInParlamento è garanzia di una voce franca per la tutela dei #dirittiumani - #regeni #cucchi #aldrovandi, battaglie

Grillo esclude alleanze ed "esce" dal simbolo del Movimento 5 Stelle: "Non siamo come la Lega. Salvini ministro? Fantascienza"

Beppe Grillo, insieme a Luigi Di Maio e Davide Casaleggio ha presentato il simbolo del M5S, senza il suo nome e con il nuovo sito ilblogdellestelle.it: "Siamo nella fase adulta del Movimento.  Un governo tecnico o politico? "Dietro ogni politico ci sono sempre i tecnici, c'è sempre uno staff tecnico"


Le alleanze con il M5S? "Perché mi fate domande che non hanno senso? E' come dire che un panda un giorno potrà mangiare carne cruda, noi mangiamo solo cuore di bambù. Non ci sono forze politiche, l'unica forza politica nuova siamo noi". Così Beppe Grillo, lasciando il Viminale dopo aver depositato il simbolo M5S per le elezioni politiche al fianco di Luigi Di Maio e Davide Casaleggio.

Grillo è arrivato nei pressi del Viminale intorno alle 7.40. "Siamo nella fase adulta del movimento, ma guardateli, guardateli quanto sono belli", ha detto rivolgendosi a Casaleggio e Di Maio, poco prima di depositare il nuovo simbolo del M5S. 

"Siamo qui per depositare il simbolo e il programma della prima forza politica del Paese - ha affermato il candidato premier Di Maio - Ha il sito internet all'interno, che è ilblogdellestelle.it", l'indirizzo web che ha preso il posto di 'movimento5stelle.it'. E' il terzo 'restyling' del simbolo della creatura politica di Grillo e Gianroberto Casaleggio, il primo - nato nel 2009 - riportava la dicitura beppegrillo.it. Il contrassegno depositato oggi è rappresentativo della terza associazione nata con Di Maio capo politico e Grillo garante.

Grillo non ha risparmiato una stoccatina alla stampa. "Sono immerso nei ricordi, sono nel 2013 non è cambiato nulla, è tutto assurdo - dice circondato da cronisti e telecamere -  pensate cosa direbbe Giolitti a vedervi qui dalle 7 per la consegna di un simbolo".

Poi, una volta dentro, si è imbattuto nel senatore Roberto Calderoli, con cui ha scambiato un paio di battute. Ma subito dopo ha marcato le distanze dalla Lega: "Non sono come noi loro, per favore eh...". E su Matteo Salvini al ministero dell'Interno, come ipotizzato da Silvio Berlusconi?: "L'inizio di un capitolo di fantascienza...".

A Casaleggio ha invece riservato una battuta: "Ha uno sguardo magnetico. Guarda le telecamere che tiriamo su 2 milioni di voti in più".

(Fonte: Adnkronos)

 

M5S movimento cinque stelle 5 stelle 5stelle di maio Grillo casaleggio Raggi di battista simbolo m5s simbolo 5stelle simbolo 5 stelle ×viminale elezioni campagna elettorale voto voti camerea senato parlamento eletti parlamentarie parlamentari info news web webt blog sito social media ultima ora primo piano evidenza ultime notizie live il comizio ilcomizioit Grillo chiude alle alleanze: Terzo restyling per il simbolo: c'è scritto M5S cambia simbolo, in logo Se faremo le alleanze, anche con il Pd? Beppe Grillo Youtube Beppe Grillo Facebook Beppe Grillo età M5S cambia simbolo. E Beppe Grillo torna in campo Grillo al Viminale «Salvini ministro? Fantascienza» beppe grillo youtube beppe grillo wikipedia blog delle stelle parvin tadjk rocco grillo movimento 5 stelle iscrizione gianroberto casaleggio di maio facebook M5s, Grillo: 'Parlamentarie? Se ci sono errori, recuperiamo'. Beppe Grillo: "Renzi ormai è metafisica Beppe Grillo: tutto quello che c'è da sapere Così Beppe Grillo lascerà il Movimento 5 Stelle Beppe Grillo CESENA 27/01/18 Parlamentarie M5S, nuove proteste sul blog di Beppe Grillo

 

Berlusconi: "per contrastare la povertà serve un reddito di dignità"

"Chi rimane sotto la soglia di 1.000 euro di reddito al mese, non dovrà pagare tasse e lo Stato dovrà versare una somma per integrare il reddito e permettere di arrivare ai livelli di dignità garantita da Istat"


"partiamo dalla linea dettata da Milton Friedman" così Silvio Berlusconi propone una "misura a favore dei cittadini per contrastare l'emergenza povertà". E continua dicendo: "Lui la chiamava imposta negativa sul reddito, io lo chiamo reddito di dignità, chi si trova sotto una soglia di reddito, che potremmo ipotizzare di 1.000 euro al mese, non solo non dovrebbe pagare le tasse, ma lo Stato dovrà versare a lui una somma che gli consenta di arrivare a livelli di dignità garantita dall'Istat, una somma che però potrà variare, a seconda della zona e della regione in cui la persona vive". 

Durante una intervista a radio 101 il leader di Forza Italia e del prossimo Centro Destra, aggiunge: "Purtroppo ci sono in Italia 4.750.000 persone che vivono nella povertà più assoluta, un numero che è aumentato del 65% in dieci anni. È una cosa inaccettabile per un paese europeo. Nessuno può vivere bene, anche chi è agiato, sapendo che intorno a noi ci sono milioni di italiani che devono dipendere dalla assistenza pubblica o dalla carità privata e non hanno accesso alle cure mediche". Silvio Berlusconi ha le idee molto chiare per  cercare di risolvere questa situazione: "un solo modo strutturale, far ripartire la crescita attraverso una politica di tagli fiscali, riorganizzando le infrastrutture e la complessa macchina dello Stato. Tuttavia, per questo ci vuole tempo e dobbiamo prima affrontare un dramma immediato, occorrono misure di emergenza per persone che hanno ora la necessità di vivere. Berlusconi ha anche parlato per delle sue proposte per abbattere la disoccupazione cronica dei giovani: "deve essere molto più vantaggioso per le aziende assumere un giovane, la disoccupazione giovanile italiana, tra i 18 e i 35 anni, si aggira sopra il 30%, è impossibile accettare questi valori". Questo il tema principale che a portato alla proposta del “Reddito di dignità”. Berlusconi ha anche detto che nel programma di Forza Italia è stato inserito il Codice per la difesa dei diritti degli animali che inserisce agevolazioni fiscali per chi si prende cura di un animale domestico, in questo modo si riuscirà ad agevolare l'uscita di tanti cani e gatti per l'ingresso in famiglie che decideranno di adottarli, senza dover far conto con importanti uscite economiche. Secondo il leader di Forza Italia, anche in un momento di difficoltà per il paese, non bisogna dimenticare queste creature che hanno uguali diritti da difendere. Secondo Silvio Berlusconi: "il grado di civiltà di un Paese si misura anche da come vengono trattati gli animali." 

 

27 Dicembre 2017, la Costituzione della Repubblica italiana compie 70 anni (video della firma)

“La Carta Costituzionale compie 70 anni, un’età significativa che rimanda alla storia di un popolo che ha voluto lasciarsi alle spalle la guerra e abbracciare pace e democrazia."


Così il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo commenta i 70 anni della Carta Costituzionale“Ancora oggi con i suoi principi 
è un riferimento imprescindibile per affermare la democrazia e per iniziative concrete di buona politica. 
I suoi principi fondamentali restano il punto di riferimento saldo e imprescindibile della convivenza della Comunità nazionale e dimostrano quanto sia stato nobile, non di parte e rivolto esclusivamente al bene comune, l’impegno delle donne e degli uomini che in diciotto mesi scrissero i 139 articoli della Carta. 75 Padri costituenti -possiamo dire le personalità più significative- di tutti i partiti di allora, rappresentanti delle differenti culture politiche del Paese, seppero mettere in secondo piano le convenienze politiche particolari e dedicarsi a una visione comune del futuro del Paese”. E continua: “Seguire quell'esempio significa ancora oggi, nel giorno dell’anniversario della promulgazione della Costituzione, cogliere il senso più alto del fare politica, inteso come servizio pubblico verso la Comunità, lontano da superficialità e scorciatoie populiste, affidandosi a ideali che magari  non procurano un tornaconto immediatma sono capaci di costruire e assicurare un futuro di prosperità e di pacifica convivenza”.

Risultati immagini per firma della costituzione italiana giorno

La Costituzione della Repubblica è stata approvata dalla Assemblea Costituente il 22 dicembre del 1947 e promulgata dal Capo dello Stato provvisorio il successivo 27 dicembre ed è entrata in vigore il 1 gennaio 1948.

Vogliamo elencare quelli che sono i principi fondamentali della nostra costituzione, principi che purtroppo in questi anni si sono visti offuscare, da una parte, da una politica troppo "Populista" e poco concreta e dall'altra, da una politica troppo impegnata a guerreggiare al suo interno per rendersi concreta nella gestione di uno stato.

Principi fondamentali

Art. 1

L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Art. 2

La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Art. 3

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Art. 4

La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.

Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

Art. 5

La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali; attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo; adegua i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell'autonomia e del decentramento.

Art. 6

La Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche.

Art.7

Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani.

I loro rapporti sono regolati dai Patti Lateranensi. Le modificazioni dei Patti accettate dalle due parti, non richiedono procedimento di revisione costituzionale.[1]

Art. 8

 

Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge.

Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano.

I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze. [2]

Art. 9

La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.

Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.

Art. 10

L'ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute.

La condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali.

Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica secondo le condizioni stabilite dalla legge.

Non è ammessa l'estradizione dello straniero per reati politici. [3]

Art. 11

L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

Art. 12

La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni.

 

Rileggiamoli ancora e ricordiamoli a chi troppo spesso si dimentica del "popolo sovrano"

Link alla costituzione della Repubblica Italiana

 

 

( ultima ora× ultime notizie× primo piano× Costituzione Italiana× principi fondamentali della costituzione italiana× Raffaele Cattaneo× 70 anni costituzione italiana× evidenza× I primi 70 anni della Costituzione italiana La Costituzione della Repubblica Italiana compie 70 anni× La costituzione italiana compie 70 anni× Regione Lombardia× Consiglio regionale della Lombardia× La Costituzione della Repubblica Italiana è la legge fondamentale dello Stato italiano e occupa il vertice della gerarchia delle fonti nell'ordinamento giuridico della Repubblica× firmata il 27 dicembre del 1947, dopo 18 mesi di lavoro dell'Assemblea Costituente, dall'allora Capo Provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola× leader dei grandi partiti antifascisti, da Alcide De Gasperi a Palmiro Togliatti, da Giuseppe Saragat a Bernardo Mattarella, il padre del Presidente della Repubblica, da Concetto Marchesi all'azionista Piero Calamandrei.× Art. 1 L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. Art. 2 La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo,× costituzione italiana articoli costituzione italiana anno costituzione testo costituzione italiana principi fondamentali costituzione italiana aggiornata 2017 costituzione italiana nascita costituzione italiana articolo 1 costituzione italiana struttura× Costituzione della Repubblica Italiana. Frutto del lavoro dell'Assemblea Costituente la Costituzione è la legge fondamentale della Repubblica Italiana× "L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione"× l Presidente della Repubblica Enrico De Nicola firma il testo che entra in vigore il 1 gennaio 1948. I primi dodici articoli della Carta Costituzionale custodiscono i “Principi fondamentali” che declinano lo spirito vitale della Costituzione, un “giovane” testo che da 70 anni è la guida della Repubblica Italiana.× 70esimo× anniversario della costituzione italiana× video×)

 

Il pentagono ammette un programma segreto per studiare gli UFO, ecco i video di alcuni contatti con oggetti alieni

Per la prima volta il pentagono apre gli archivi segreti, rende pubblici alcuni video di avvistamenti e contatti con degli UFO e ammette un programma segreto costato oltre 22 milioni Dollari l'anno.


Il portavoce del Pentagono Tom Crosson per la prima volta ha riconosciuto ufficialmente l'esistenza del programma Advanced Aviation Threat Program Identification (AATIP, "l'identificazione programma avanzato di minacce per l' aviazione"), il cui scopo era quello di raccogliere e analizzare le "minacce aerospaziali" da parte di aerei e droni paesi nemici degli Stati Uniti e per stabilire possibili contatti con gli alieni. Secondo Crosson e secondo i documenti studiati da due tra i più noti giornali americani, The Washington Post e il The New York Times, il programma è stato creato nel 2007, ma il suo finanziamento è terminato nel 2012, la stima di spesa è di 22 milioni di dollari per ogni anno di attività. Questa la la dichiarazione del portavoce del Pentagono  "Gli eventi storico politici hanno reso chiaro a tutti che ci sono altri progetti prioritari che meritano finanziamenti e questo cambiamento è soprattutto nell'interesse del Ministero della Difesa".

 
Luis Elizondo (a sinistra) e altri membri dell'Accademia delle scienze e delle arti "To the Stars"

Chi è LUIS ELIZONDO direttore del progetto AATIP e dell'accademia "To the Stars"

Luis Elizondo, che fino a ottobre del 2017 guidava il programma presso il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, ha collaborato con i principali media statunitensi per promuovere la pubblicazione di videotape di contatti con gli UFO, che aveva studiato nell'ambito del programma. Secondo diverse fonti, anche se il finanziamento per il programma è terminato nel 2012, la reale chiusura attività è giunta a novembre 2017.

Il programma ha avuto almeno un risultato: un rapporto di 490 pagine, sui casi di possibili contatti con gli UFO, negli Stati Uniti e in altri paesi nel corso degli ultimi decenni. Secondo Elizondo, alcuni video, girati dai piloti dalla cabina degli aerei, mostrano numerosi indizi e contatti, purtroppo questi video, senza motivo sono stati immediatamente declassificati e fatti scomparire, così da non poter essere resi pubblici. Elizondo ha anche sostenuto che l'intero programma AATIP non era così ben noto all'interno del Pentagono stesso, in qualche modo le sue attività venivano circondate da un velo di mistero, così da portare al programma un sacco di avversari politici e militari, soprattutto tra i funzionari del Dipartimento della Difesa , che non sono ideologicamente trasferiti UFO missione di ricerca e contatti con extraterrestri.

Il principale promotore del lancio del programma AATIP fu Harry Reed, ex membro del Senato degli Stati Uniti,  guidò il Partito Democratico dal 2005 al 2017. Reid trovò il finanziamento iniziale per il programma ed è stato in grado di assicurarsi che il lavoro rimanesse segreto per tutti questi anni. Si presumeva che il programma sarebbe stato in grado di ripetere gli studi incompleti del Bluebook del progetto, in cui, dal 1947 al 1969, le autorità statunitensi cercarono di trovare spiegazioni per centinaia di testimonianze oculari di UFO e contatti con alieni.

Harry Reed
Harry Reed

In una lettera al Segretario della Difesa degli Stati Uniti, Elizondo ha affermato che i videoregistrati a seguito di tali contatti potrebbero rappresentare un potenziale pericolo per i piloti: voleva persuadere il ministro a declassificare i dati della ricerca. In una conversazione con i giornalisti, l'ex capo del programma ha ammesso che il suo obiettivo principale era quello di fornire video e altre prove ai media.

 

Primo video: 

Chiamato "giunto cardanico" ("Kardan") - si tratta della registrazione audio dalla cabina di pilotaggio e video della telecamera a infrarossi installata a bordo del caccia-bombardiere F / A-18 Super Hornet, di un "fenomeno aereo non identificato" (34 secondi). Uno dei piloti (che ha chiesto di rimanere anonimo) ha confermato al Washington Post che ciò che si vide nel video corrisponde ai suoi ricordi. 
In questo video si sentono anche le voci dei piloti, che da prima indicano l'oggetto come un probabile drone nemico, poi invece si accorgono della sua strana forma, di una velocità e movimenti insoliti, della presenza di una vera e propria flotta di oggetti, a questo punto non identificati. 

Dal dialogo tra i piloti, come dicevamo, si capisce che in un primo momento hanno riconosciuto l'oggetto come un "****** [maledetto] drone", probabilmente a causa della sua forma. "Un'intera flotta di ******!". In questo caso, il sistema di sorveglianza a infrarossi ATFLIR si concentra solo su un oggetto, quindi visibile nel video. "Tutti volano contro il vento. Il vento è di 120 nodi" (Ndr  120 nodi sono 222 km/h,  la probabilità che gli oggetti fossero droni diventa estremamente minima - solo i droni particolari sono in grado di sviluppare tale potenza, di costo molto elevato, non giustificano una flotta).

Verso la fine del video, l'oggetto effettua una serie di curve e cambi di posizione bruschi, contrariamente ai principi dell'aerodinamica in quelle condizioni di vento così forte. Per questo motivo, e anche a causa della sconosciuta "aurea scura" attorno all'oggetto, delle stesse dimensioni dello scafo, l'AATIP conclude dicendo che ci fosse del vuoto gravitazionale attorno a questo UFO.

 

Secondo video:

Due caccia-bombardiere F/A-18 Super Hornet della portaerei Nimitz, pilotati dal comandante David Freyvor e il tenente comandante Jim Slate, vengono inviati in una zona di mare in cui il radar della portaerei ha rilevato un oggetto che volava all'altitudine di 24.000 metri per poi scendere a 6.000 e scomparire nel nulla.

Nel rapporto si evidenzia come i due caccia furono cosi vicini all'UFO che il radar della Nimitz, cessò di distinguere l'aereo e l'oggetto non identificato, tanto da indicarli come un unico punto, ma i comandanti ancora non vedevano nulla. Solo nel momento in cui Freyvor guardò il mare si accorse che qualcosa di molto anomalo stava accadendo. Nelle acque calme si alzavano verso il cielo due enormi onde, come se fossero spinte verso l'alto da uno scafo di grosse dimensioni. Il radar dell'aereo diede al comandante la visione di quello che l'occhio umano non poteva vedere. A un'altitudine di circa 15 metri sopra l'acqua c'era un oggetto ovale biancastro lungo circa 12 metri, che si muoveva senza rotta, spostandosi in modo casuale. L'acqua sotto di lui bolliva come se fosse a contatto con qualcosa di molto caldo. Freyvor andò in virata, facendo una manovra circolare, mentre l'oggetto iniziava a muoversi verso l'aereo, il radar li dava così vicini che il comandante pensò a un inevitabile impatto. ma così come era comparso, l'oggetto scomparve dal radar.

Un dettaglio di tutta questa storia lascia più di un dubbio, quando i due aerei tornarono alla portaerei, il tecnico che aveva comunicato con loro non era più al suo posto e tutte le registrazioni tra di loro erano scomparse. Il comandante Freyvor fu trasferito nelle unità di stanza nel il Golfo Persico, in supporto alla fanteria degli Stati Uniti durante la guerra in Iraq.

Questo articolo vuole solo dare stimolo a un pensiero, ma siamo davvero soli in questo infinito Universo?

 

(Fonte:TUT.BY)

 

 

 

(ultima ora ×ultime notizie ×video ×primo piano ×evidenza ×ilcomizio ×Ufo ×Pentagono ×Ufo news ×Ufo 2017 ×avvistamenti Ufo ×Il pentagono ammette un programma segreto per studiare gli UFO, ecco i video di alcuni contatti con oggetti alieni ×il piano segreto del Pentagono: ×Ufo: in un video della Difesa Usa l'incontro con un oggetto volante non identificato Ufo, il Pentagono ammette indagini della Difesa Usa × UFO è l'acronimo dell'espressione inglese Unidentified Flying Object o Unknown Flying Object, ovvero oggetto volante non identificato, con cui si indica genericamente ogni fenomeno aereo le cui cause non possano facilmente o immediatamente essere individu × Un articolo del New York Times ha rivelato che dal 2007 al 2012 il Dipartimento della Difesa statunitense ha finanziato un programma di indagini sugli ufo Un programma ovviamente segretissimo, ma su cui il Pentagono ci credeva, tanto da finanziarlo con 22 × Il Pentagono Usa ammette: nostro programma per cercare gli Ufo A rivelarlo il New York Times, che mostra anche le immagini di presunti incontri tra militari americani e oggetti volanti non identificati Lo studio, coperto da segreto, sarebbe stato finanzia × Ufo, New York Times: il video mostra l'incontro ravvicinato tra un super Hornet del Pentagono e un oggetto non identificato × Il Pentagono ha ammesso di aver gestito un programma sugli Ufo dal 2007 al 2012, costato 22 milioni di fondi annuali spesi segretamente dall'immenso budget della Difesa americana Lo ha rivelato il New York Times × Un video reso pubblico dall'esercito messicano sta infervorando il dibattito tra gli appassionati e studiosi di Ufo: undici oggetti non identificati il 5 marzo scorso scorrazzavano per i cieli dello stato sudorientale di Campeche (Messico) × Il Pentagono ha riconosciuto per la prima volta l'esistenza di un programma di ricerca sugli Ufo Lanciato nel 2007 e interrotto nel 2012, era nato per volere del senatore Harry Reid, all'epoca leader della maggioranza, particolarmente appassionato di spaz × Civiltà aliene × Spazio × Cosmo × Stelle × Alieni × Extraterrestri × Invasione alliena × Città del Messico UFO ×)

 

 

 

 

  • Pubblicato in Esteri
Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

21°C

Milano

Mostly Cloudy

Humidity: 63%

Wind: 17.70 km/h

  • 24 May 2018 20°C 9°C
  • 25 May 2018 22°C 10°C