updated 10:54 PM UTC, Jan 19, 2018

Grillo esclude alleanze ed "esce" dal simbolo del Movimento 5 Stelle: "Non siamo come la Lega. Salvini ministro? Fantascienza"

Beppe Grillo, insieme a Luigi Di Maio e Davide Casaleggio ha presentato il simbolo del M5S, senza il suo nome e con il nuovo sito ilblogdellestelle.it: "Siamo nella fase adulta del Movimento.  Un governo tecnico o politico? "Dietro ogni politico ci sono sempre i tecnici, c'è sempre uno staff tecnico"


Le alleanze con il M5S? "Perché mi fate domande che non hanno senso? E' come dire che un panda un giorno potrà mangiare carne cruda, noi mangiamo solo cuore di bambù. Non ci sono forze politiche, l'unica forza politica nuova siamo noi". Così Beppe Grillo, lasciando il Viminale dopo aver depositato il simbolo M5S per le elezioni politiche al fianco di Luigi Di Maio e Davide Casaleggio.

Grillo è arrivato nei pressi del Viminale intorno alle 7.40. "Siamo nella fase adulta del movimento, ma guardateli, guardateli quanto sono belli", ha detto rivolgendosi a Casaleggio e Di Maio, poco prima di depositare il nuovo simbolo del M5S. 

"Siamo qui per depositare il simbolo e il programma della prima forza politica del Paese - ha affermato il candidato premier Di Maio - Ha il sito internet all'interno, che è ilblogdellestelle.it", l'indirizzo web che ha preso il posto di 'movimento5stelle.it'. E' il terzo 'restyling' del simbolo della creatura politica di Grillo e Gianroberto Casaleggio, il primo - nato nel 2009 - riportava la dicitura beppegrillo.it. Il contrassegno depositato oggi è rappresentativo della terza associazione nata con Di Maio capo politico e Grillo garante.

Grillo non ha risparmiato una stoccatina alla stampa. "Sono immerso nei ricordi, sono nel 2013 non è cambiato nulla, è tutto assurdo - dice circondato da cronisti e telecamere -  pensate cosa direbbe Giolitti a vedervi qui dalle 7 per la consegna di un simbolo".

Poi, una volta dentro, si è imbattuto nel senatore Roberto Calderoli, con cui ha scambiato un paio di battute. Ma subito dopo ha marcato le distanze dalla Lega: "Non sono come noi loro, per favore eh...". E su Matteo Salvini al ministero dell'Interno, come ipotizzato da Silvio Berlusconi?: "L'inizio di un capitolo di fantascienza...".

A Casaleggio ha invece riservato una battuta: "Ha uno sguardo magnetico. Guarda le telecamere che tiriamo su 2 milioni di voti in più".

(Fonte: Adnkronos)

 

M5S movimento cinque stelle 5 stelle 5stelle di maio Grillo casaleggio Raggi di battista simbolo m5s simbolo 5stelle simbolo 5 stelle ×viminale elezioni campagna elettorale voto voti camerea senato parlamento eletti parlamentarie parlamentari info news web webt blog sito social media ultima ora primo piano evidenza ultime notizie live il comizio ilcomizioit Grillo chiude alle alleanze: Terzo restyling per il simbolo: c'è scritto M5S cambia simbolo, in logo Se faremo le alleanze, anche con il Pd? Beppe Grillo Youtube Beppe Grillo Facebook Beppe Grillo età M5S cambia simbolo. E Beppe Grillo torna in campo Grillo al Viminale «Salvini ministro? Fantascienza» beppe grillo youtube beppe grillo wikipedia blog delle stelle parvin tadjk rocco grillo movimento 5 stelle iscrizione gianroberto casaleggio di maio facebook M5s, Grillo: 'Parlamentarie? Se ci sono errori, recuperiamo'. Beppe Grillo: "Renzi ormai è metafisica Beppe Grillo: tutto quello che c'è da sapere Così Beppe Grillo lascerà il Movimento 5 Stelle Beppe Grillo CESENA 27/01/18 Parlamentarie M5S, nuove proteste sul blog di Beppe Grillo

 

Berlusconi: "per contrastare la povertà serve un reddito di dignità"

"Chi rimane sotto la soglia di 1.000 euro di reddito al mese, non dovrà pagare tasse e lo Stato dovrà versare una somma per integrare il reddito e permettere di arrivare ai livelli di dignità garantita da Istat"


"partiamo dalla linea dettata da Milton Friedman" così Silvio Berlusconi propone una "misura a favore dei cittadini per contrastare l'emergenza povertà". E continua dicendo: "Lui la chiamava imposta negativa sul reddito, io lo chiamo reddito di dignità, chi si trova sotto una soglia di reddito, che potremmo ipotizzare di 1.000 euro al mese, non solo non dovrebbe pagare le tasse, ma lo Stato dovrà versare a lui una somma che gli consenta di arrivare a livelli di dignità garantita dall'Istat, una somma che però potrà variare, a seconda della zona e della regione in cui la persona vive". 

Durante una intervista a radio 101 il leader di Forza Italia e del prossimo Centro Destra, aggiunge: "Purtroppo ci sono in Italia 4.750.000 persone che vivono nella povertà più assoluta, un numero che è aumentato del 65% in dieci anni. È una cosa inaccettabile per un paese europeo. Nessuno può vivere bene, anche chi è agiato, sapendo che intorno a noi ci sono milioni di italiani che devono dipendere dalla assistenza pubblica o dalla carità privata e non hanno accesso alle cure mediche". Silvio Berlusconi ha le idee molto chiare per  cercare di risolvere questa situazione: "un solo modo strutturale, far ripartire la crescita attraverso una politica di tagli fiscali, riorganizzando le infrastrutture e la complessa macchina dello Stato. Tuttavia, per questo ci vuole tempo e dobbiamo prima affrontare un dramma immediato, occorrono misure di emergenza per persone che hanno ora la necessità di vivere. Berlusconi ha anche parlato per delle sue proposte per abbattere la disoccupazione cronica dei giovani: "deve essere molto più vantaggioso per le aziende assumere un giovane, la disoccupazione giovanile italiana, tra i 18 e i 35 anni, si aggira sopra il 30%, è impossibile accettare questi valori". Questo il tema principale che a portato alla proposta del “Reddito di dignità”. Berlusconi ha anche detto che nel programma di Forza Italia è stato inserito il Codice per la difesa dei diritti degli animali che inserisce agevolazioni fiscali per chi si prende cura di un animale domestico, in questo modo si riuscirà ad agevolare l'uscita di tanti cani e gatti per l'ingresso in famiglie che decideranno di adottarli, senza dover far conto con importanti uscite economiche. Secondo il leader di Forza Italia, anche in un momento di difficoltà per il paese, non bisogna dimenticare queste creature che hanno uguali diritti da difendere. Secondo Silvio Berlusconi: "il grado di civiltà di un Paese si misura anche da come vengono trattati gli animali." 

 

27 Dicembre 2017, la Costituzione della Repubblica italiana compie 70 anni (video della firma)

“La Carta Costituzionale compie 70 anni, un’età significativa che rimanda alla storia di un popolo che ha voluto lasciarsi alle spalle la guerra e abbracciare pace e democrazia."


Così il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo commenta i 70 anni della Carta Costituzionale“Ancora oggi con i suoi principi 
è un riferimento imprescindibile per affermare la democrazia e per iniziative concrete di buona politica. 
I suoi principi fondamentali restano il punto di riferimento saldo e imprescindibile della convivenza della Comunità nazionale e dimostrano quanto sia stato nobile, non di parte e rivolto esclusivamente al bene comune, l’impegno delle donne e degli uomini che in diciotto mesi scrissero i 139 articoli della Carta. 75 Padri costituenti -possiamo dire le personalità più significative- di tutti i partiti di allora, rappresentanti delle differenti culture politiche del Paese, seppero mettere in secondo piano le convenienze politiche particolari e dedicarsi a una visione comune del futuro del Paese”. E continua: “Seguire quell'esempio significa ancora oggi, nel giorno dell’anniversario della promulgazione della Costituzione, cogliere il senso più alto del fare politica, inteso come servizio pubblico verso la Comunità, lontano da superficialità e scorciatoie populiste, affidandosi a ideali che magari  non procurano un tornaconto immediatma sono capaci di costruire e assicurare un futuro di prosperità e di pacifica convivenza”.

Risultati immagini per firma della costituzione italiana giorno

La Costituzione della Repubblica è stata approvata dalla Assemblea Costituente il 22 dicembre del 1947 e promulgata dal Capo dello Stato provvisorio il successivo 27 dicembre ed è entrata in vigore il 1 gennaio 1948.

Vogliamo elencare quelli che sono i principi fondamentali della nostra costituzione, principi che purtroppo in questi anni si sono visti offuscare, da una parte, da una politica troppo "Populista" e poco concreta e dall'altra, da una politica troppo impegnata a guerreggiare al suo interno per rendersi concreta nella gestione di uno stato.

Principi fondamentali

Art. 1

L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Art. 2

La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Art. 3

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Art. 4

La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.

Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

Art. 5

La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali; attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo; adegua i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell'autonomia e del decentramento.

Art. 6

La Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche.

Art.7

Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani.

I loro rapporti sono regolati dai Patti Lateranensi. Le modificazioni dei Patti accettate dalle due parti, non richiedono procedimento di revisione costituzionale.[1]

Art. 8

 

Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge.

Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano.

I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze. [2]

Art. 9

La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.

Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.

Art. 10

L'ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute.

La condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali.

Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica secondo le condizioni stabilite dalla legge.

Non è ammessa l'estradizione dello straniero per reati politici. [3]

Art. 11

L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

Art. 12

La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni.

 

Rileggiamoli ancora e ricordiamoli a chi troppo spesso si dimentica del "popolo sovrano"

Link alla costituzione della Repubblica Italiana

 

 

( ultima ora× ultime notizie× primo piano× Costituzione Italiana× principi fondamentali della costituzione italiana× Raffaele Cattaneo× 70 anni costituzione italiana× evidenza× I primi 70 anni della Costituzione italiana La Costituzione della Repubblica Italiana compie 70 anni× La costituzione italiana compie 70 anni× Regione Lombardia× Consiglio regionale della Lombardia× La Costituzione della Repubblica Italiana è la legge fondamentale dello Stato italiano e occupa il vertice della gerarchia delle fonti nell'ordinamento giuridico della Repubblica× firmata il 27 dicembre del 1947, dopo 18 mesi di lavoro dell'Assemblea Costituente, dall'allora Capo Provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola× leader dei grandi partiti antifascisti, da Alcide De Gasperi a Palmiro Togliatti, da Giuseppe Saragat a Bernardo Mattarella, il padre del Presidente della Repubblica, da Concetto Marchesi all'azionista Piero Calamandrei.× Art. 1 L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. Art. 2 La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo,× costituzione italiana articoli costituzione italiana anno costituzione testo costituzione italiana principi fondamentali costituzione italiana aggiornata 2017 costituzione italiana nascita costituzione italiana articolo 1 costituzione italiana struttura× Costituzione della Repubblica Italiana. Frutto del lavoro dell'Assemblea Costituente la Costituzione è la legge fondamentale della Repubblica Italiana× "L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione"× l Presidente della Repubblica Enrico De Nicola firma il testo che entra in vigore il 1 gennaio 1948. I primi dodici articoli della Carta Costituzionale custodiscono i “Principi fondamentali” che declinano lo spirito vitale della Costituzione, un “giovane” testo che da 70 anni è la guida della Repubblica Italiana.× 70esimo× anniversario della costituzione italiana× video×)

 

Il pentagono ammette un programma segreto per studiare gli UFO, ecco i video di alcuni contatti con oggetti alieni

Per la prima volta il pentagono apre gli archivi segreti, rende pubblici alcuni video di avvistamenti e contatti con degli UFO e ammette un programma segreto costato oltre 22 milioni Dollari l'anno.


Il portavoce del Pentagono Tom Crosson per la prima volta ha riconosciuto ufficialmente l'esistenza del programma Advanced Aviation Threat Program Identification (AATIP, "l'identificazione programma avanzato di minacce per l' aviazione"), il cui scopo era quello di raccogliere e analizzare le "minacce aerospaziali" da parte di aerei e droni paesi nemici degli Stati Uniti e per stabilire possibili contatti con gli alieni. Secondo Crosson e secondo i documenti studiati da due tra i più noti giornali americani, The Washington Post e il The New York Times, il programma è stato creato nel 2007, ma il suo finanziamento è terminato nel 2012, la stima di spesa è di 22 milioni di dollari per ogni anno di attività. Questa la la dichiarazione del portavoce del Pentagono  "Gli eventi storico politici hanno reso chiaro a tutti che ci sono altri progetti prioritari che meritano finanziamenti e questo cambiamento è soprattutto nell'interesse del Ministero della Difesa".

 
Luis Elizondo (a sinistra) e altri membri dell'Accademia delle scienze e delle arti "To the Stars"

Chi è LUIS ELIZONDO direttore del progetto AATIP e dell'accademia "To the Stars"

Luis Elizondo, che fino a ottobre del 2017 guidava il programma presso il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, ha collaborato con i principali media statunitensi per promuovere la pubblicazione di videotape di contatti con gli UFO, che aveva studiato nell'ambito del programma. Secondo diverse fonti, anche se il finanziamento per il programma è terminato nel 2012, la reale chiusura attività è giunta a novembre 2017.

Il programma ha avuto almeno un risultato: un rapporto di 490 pagine, sui casi di possibili contatti con gli UFO, negli Stati Uniti e in altri paesi nel corso degli ultimi decenni. Secondo Elizondo, alcuni video, girati dai piloti dalla cabina degli aerei, mostrano numerosi indizi e contatti, purtroppo questi video, senza motivo sono stati immediatamente declassificati e fatti scomparire, così da non poter essere resi pubblici. Elizondo ha anche sostenuto che l'intero programma AATIP non era così ben noto all'interno del Pentagono stesso, in qualche modo le sue attività venivano circondate da un velo di mistero, così da portare al programma un sacco di avversari politici e militari, soprattutto tra i funzionari del Dipartimento della Difesa , che non sono ideologicamente trasferiti UFO missione di ricerca e contatti con extraterrestri.

Il principale promotore del lancio del programma AATIP fu Harry Reed, ex membro del Senato degli Stati Uniti,  guidò il Partito Democratico dal 2005 al 2017. Reid trovò il finanziamento iniziale per il programma ed è stato in grado di assicurarsi che il lavoro rimanesse segreto per tutti questi anni. Si presumeva che il programma sarebbe stato in grado di ripetere gli studi incompleti del Bluebook del progetto, in cui, dal 1947 al 1969, le autorità statunitensi cercarono di trovare spiegazioni per centinaia di testimonianze oculari di UFO e contatti con alieni.

Harry Reed
Harry Reed

In una lettera al Segretario della Difesa degli Stati Uniti, Elizondo ha affermato che i videoregistrati a seguito di tali contatti potrebbero rappresentare un potenziale pericolo per i piloti: voleva persuadere il ministro a declassificare i dati della ricerca. In una conversazione con i giornalisti, l'ex capo del programma ha ammesso che il suo obiettivo principale era quello di fornire video e altre prove ai media.

 

Primo video: 

Chiamato "giunto cardanico" ("Kardan") - si tratta della registrazione audio dalla cabina di pilotaggio e video della telecamera a infrarossi installata a bordo del caccia-bombardiere F / A-18 Super Hornet, di un "fenomeno aereo non identificato" (34 secondi). Uno dei piloti (che ha chiesto di rimanere anonimo) ha confermato al Washington Post che ciò che si vide nel video corrisponde ai suoi ricordi. 
In questo video si sentono anche le voci dei piloti, che da prima indicano l'oggetto come un probabile drone nemico, poi invece si accorgono della sua strana forma, di una velocità e movimenti insoliti, della presenza di una vera e propria flotta di oggetti, a questo punto non identificati. 

Dal dialogo tra i piloti, come dicevamo, si capisce che in un primo momento hanno riconosciuto l'oggetto come un "****** [maledetto] drone", probabilmente a causa della sua forma. "Un'intera flotta di ******!". In questo caso, il sistema di sorveglianza a infrarossi ATFLIR si concentra solo su un oggetto, quindi visibile nel video. "Tutti volano contro il vento. Il vento è di 120 nodi" (Ndr  120 nodi sono 222 km/h,  la probabilità che gli oggetti fossero droni diventa estremamente minima - solo i droni particolari sono in grado di sviluppare tale potenza, di costo molto elevato, non giustificano una flotta).

Verso la fine del video, l'oggetto effettua una serie di curve e cambi di posizione bruschi, contrariamente ai principi dell'aerodinamica in quelle condizioni di vento così forte. Per questo motivo, e anche a causa della sconosciuta "aurea scura" attorno all'oggetto, delle stesse dimensioni dello scafo, l'AATIP conclude dicendo che ci fosse del vuoto gravitazionale attorno a questo UFO.

 

Secondo video:

Due caccia-bombardiere F/A-18 Super Hornet della portaerei Nimitz, pilotati dal comandante David Freyvor e il tenente comandante Jim Slate, vengono inviati in una zona di mare in cui il radar della portaerei ha rilevato un oggetto che volava all'altitudine di 24.000 metri per poi scendere a 6.000 e scomparire nel nulla.

Nel rapporto si evidenzia come i due caccia furono cosi vicini all'UFO che il radar della Nimitz, cessò di distinguere l'aereo e l'oggetto non identificato, tanto da indicarli come un unico punto, ma i comandanti ancora non vedevano nulla. Solo nel momento in cui Freyvor guardò il mare si accorse che qualcosa di molto anomalo stava accadendo. Nelle acque calme si alzavano verso il cielo due enormi onde, come se fossero spinte verso l'alto da uno scafo di grosse dimensioni. Il radar dell'aereo diede al comandante la visione di quello che l'occhio umano non poteva vedere. A un'altitudine di circa 15 metri sopra l'acqua c'era un oggetto ovale biancastro lungo circa 12 metri, che si muoveva senza rotta, spostandosi in modo casuale. L'acqua sotto di lui bolliva come se fosse a contatto con qualcosa di molto caldo. Freyvor andò in virata, facendo una manovra circolare, mentre l'oggetto iniziava a muoversi verso l'aereo, il radar li dava così vicini che il comandante pensò a un inevitabile impatto. ma così come era comparso, l'oggetto scomparve dal radar.

Un dettaglio di tutta questa storia lascia più di un dubbio, quando i due aerei tornarono alla portaerei, il tecnico che aveva comunicato con loro non era più al suo posto e tutte le registrazioni tra di loro erano scomparse. Il comandante Freyvor fu trasferito nelle unità di stanza nel il Golfo Persico, in supporto alla fanteria degli Stati Uniti durante la guerra in Iraq.

Questo articolo vuole solo dare stimolo a un pensiero, ma siamo davvero soli in questo infinito Universo?

 

(Fonte:TUT.BY)

 

 

 

(ultima ora ×ultime notizie ×video ×primo piano ×evidenza ×ilcomizio ×Ufo ×Pentagono ×Ufo news ×Ufo 2017 ×avvistamenti Ufo ×Il pentagono ammette un programma segreto per studiare gli UFO, ecco i video di alcuni contatti con oggetti alieni ×il piano segreto del Pentagono: ×Ufo: in un video della Difesa Usa l'incontro con un oggetto volante non identificato Ufo, il Pentagono ammette indagini della Difesa Usa × UFO è l'acronimo dell'espressione inglese Unidentified Flying Object o Unknown Flying Object, ovvero oggetto volante non identificato, con cui si indica genericamente ogni fenomeno aereo le cui cause non possano facilmente o immediatamente essere individu × Un articolo del New York Times ha rivelato che dal 2007 al 2012 il Dipartimento della Difesa statunitense ha finanziato un programma di indagini sugli ufo Un programma ovviamente segretissimo, ma su cui il Pentagono ci credeva, tanto da finanziarlo con 22 × Il Pentagono Usa ammette: nostro programma per cercare gli Ufo A rivelarlo il New York Times, che mostra anche le immagini di presunti incontri tra militari americani e oggetti volanti non identificati Lo studio, coperto da segreto, sarebbe stato finanzia × Ufo, New York Times: il video mostra l'incontro ravvicinato tra un super Hornet del Pentagono e un oggetto non identificato × Il Pentagono ha ammesso di aver gestito un programma sugli Ufo dal 2007 al 2012, costato 22 milioni di fondi annuali spesi segretamente dall'immenso budget della Difesa americana Lo ha rivelato il New York Times × Un video reso pubblico dall'esercito messicano sta infervorando il dibattito tra gli appassionati e studiosi di Ufo: undici oggetti non identificati il 5 marzo scorso scorrazzavano per i cieli dello stato sudorientale di Campeche (Messico) × Il Pentagono ha riconosciuto per la prima volta l'esistenza di un programma di ricerca sugli Ufo Lanciato nel 2007 e interrotto nel 2012, era nato per volere del senatore Harry Reid, all'epoca leader della maggioranza, particolarmente appassionato di spaz × Civiltà aliene × Spazio × Cosmo × Stelle × Alieni × Extraterrestri × Invasione alliena × Città del Messico UFO ×)

 

 

 

 

  • Pubblicato in Esteri

Disabilità, il Comune di Milano investe 15 milioni per rendere la città più accessibile. C'è ancora molto da fare: parlano il sindaco Sala e l'assessore Majorino

Il problema delle barriere architettoniche: l'amministrazione di centrosinistra promette per il 2018 un sostanzioso stanziamento per 44 interventi in tutto su scuole, strade, edifici culturali, uffici pubblici ed edilizia residenziale. A questi si aggiungono quelli programmati dalle società partecipate che renderanno maggiormente fruibili anche impianti sportivi e mezzi pubblici. Il primo cittadino ammette che la strada è ancora lunga, il titolare delle Politiche Sociali rivendica per la Giunta uno sforzo senza precedenti. Le interviste de ilComizio.it - (VIDEO)


Si è svolta ieri, presso il Piccolo Teatro Studio Melato di via Rivoli 6, la presentazione alla città di “Milano di tutti – Accessibilità universale”, il piano degli interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche. “Per costruire una Milano di tutti – spiega Lisa Noja, delegata del Sindaco alle Politiche per l’Accessibilità - occorre andare oltre gli standard minimi di accessibilità previsti dalle norme sull’abbattimento delle barriere architettoniche. Occorre tendere all’accessibilità universale, intervenendo progressivamente per rispondere al diritto di tutti i cittadini di fruire degli spazi urbani, a prescindere dalle disabilità fisiche, sensoriali e cognitive, dell’età e delle condizioni anche temporanee in cui si trovino. È un cammino lungo che Milano ha avviato da tempo. Oggi, abbiamo confermato la volontà del Sindaco, della Giunta e di tutto il Comune di proseguire in questa direzione, impegnandoci, però, ad un significativo cambio di passo. Perché Milano, anche sul tema dell’accessibilità, si vuole confrontare con le altre metropoli internazionali e perché questo serve a migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini”.
 
Durante l'evento sono state presentate le principali linee d'azione messe in campo dall'Amministrazione in questi anni e le future risorse per rendere la città sempre più accessibile a tutti. In particolare, un focus sullo stato di fatto delle principali strutture comunali, tra cui i trasporti e l'edilizia scolastica, e il piano degli investimenti che nel 2018 consentirà di proseguire nell'eliminazione delle barriere architettoniche su scuole, strade, edifici culturali, uffici pubblici e edilizia residenziale. Grazie ad un investimento di 15 milioni di euro per la manutenzione sarà possibile intervenire anche per l'eliminazione delle barriere architettoniche. Confermate le risorse messe a disposizione per i servizi per le persone con disabilità: sono 46,2 i milioni di euro spesi nel 2017, con un incremento del 40% rispetto ai 32,6 milioni di euro del 2010. 

Inchiesta Expo, ora Sala è indagato per concorso in abuso d'ufficio. La Procura di Milano: "Ha causato un danno molto grave". Il sindaco ai nostri microfoni

Il caso "Piastra dei servizi" dell'Esposizione universale. Notificato l'atto di chiusura indagini: "Non c'era urgenza per affidare l'appalto del verde senza gara. Procurato intenzionalmente un ingiusto vantaggio patrimoniale a una sola azienda per la fornitura di seimila alberi". Il primo cittadino: "Sono sereno, non capisco il perché di certe cose ma parlano i miei avvocati". I legali avevano denunciato: "Anomala al punto da sembrare persecutoria" - (VIDEO)


Il sindaco di Milano Giuseppe Sala, ex ad di Expo, avrebbe causato, assieme all'ex manager Angelo Paris, un "danno di particolare gravità" alla società che gestiva l'Esposizione con l'affidamento diretto alla Mantovani spa della fornitura di 6mila alberi per l'evento, parte del capitolo 'verde' dell'appalto per la Piastra dei Servizi. Lo scrive la Procura generale nell'atto di chiusura indagini per abuso d'ufficio notificato ieri. Secondo l'accusa, mancava anche il "requisito dell'urgenza" per l'affidamento senza gara.


L'affidamento diretto alla Mantovani, secondo l'accusa, "del contratto per la fornitura di essenze arboree" - compreso nel capitolo 'verde' del valore totale di oltre 6 milioni - ha riconosciuto all'impresa un importo di 4,3 milioni di euro, quando "invece l'effettivo valore" di quella fornitura "era di gran lunga inferiore", tanto che il subappalto assegnato dalla Mantovani "all'Ati Zelari-Euroambiente aveva un costo inferiore a 1,7 milioni".

In questo modo, Sala e Paris avrebbero procurato "intenzionalmente" alla Mantovani "l'ingiusto vantaggio patrimoniale pari alla differenza tra i due importi, dedotte le spese generali e l'utile d'impresa". E il reato di concorso in abuso d'ufficio, che sarebbe stato commesso il 23 ottobre del 2013, viene contestato "con l'aggravante del danno di particolare gravità".

Austria scoppio nel gasdotto di Baumgarten: il governo italiano dichiara lo stato di emergenza per il blocco delle forniture di gas

Un'esplosione e un incendio hanno distrutto questa mattina il principale "HUB" austriaco che fornisce gas al nostro paese. Nell'esplosione è rimasta uccisa una persona e ferite almeno altre 18.


Il sito di Baumgarten nell'Austria orientale, vicino alla Slovacchia, è un importante nodo di trasferimento regionale, che preleva gas naturale dalla lontana Russia e lo pompa verso gli stati confinanti, tra cui la Germania e l'Italia, quest'ultima è il principale destinatario. La notizia dell'esplosione ha fatto salire i prezzi del gas in tutta Europa, aumentando i timori per un aumento dei prezzi di offerta che con l'arrivo dell'inverno, avevano già dato segnali di forti aumenti. La Gas Connect Austria, che gestisce il sito, ha detto che l'hub è stato spento e che le fiamme sono sotto controllo, la probabile causa dell'incendio sembra essere un difetto tecnico.

Queste le parole contenute nel sintetico comunicato stampa, "Un'esplosione è avvenuta questa mattina prima delle 9:00 (0800 GMT) nella base della stazione di gas naturale a Baumgarten, l'esplosione ha causato un grave incendio che ora è contenuto in diversi piccoli focolai".

 Le immagini sui social mostrano una colonna di fuoco in lontananza che sorge da un paesaggio piatto, il sito è stato appositamente costruito in una zona isolata lontano dai centri abitati, I vigili del fuoco, la polizia e gli uomini della Gas Connect Austria, riferiscono di molti danni alle strutture. Un portavoce dei vigili del fuoco ha confermato 1 morto e che 18 sono le persone rimaste ferite, una delle quali in modo molto grave.
La Gas Connect Austria ha dichiarato che forniture di gas ai confini meridionali e sudorientali dell'Austria, che sono state colpite dall'esplosione, rimarranno chiuse fino a nuovo avviso. Questi gasdotti forniscono l'Ungheria, la Slovenia e la Croazia, ma come dicevamo il maggior destinatario di Baumgarten è l'Italia.

Questa dipendenza dal gas ha portato il governo a dichiarare lo stato di emergenza, mentre il ministro dell'industria Carlo Calenda ha affermato che il paese ha un "serio" problema di approvvigionamento energetico e che, se l'Italia avesse il Trans Adriatic Pipeline (TAP), non dichiarerebbe lo stato di emergenza. - "Se avessimo già avuto il TAP, non avremmo dovuto dichiarare lo stato di emergenza, il TAP fa parte del Southern Gas Corridor, che è uno dei progetti energetici prioritari per l'Unione europea. Il progetto prevede il trasporto di gas dallo stadio 2 di Shah Deniz dell'Azerbaigian verso i paesi dell'UE." Infatti il progetto prevede che il TAP si colleghi al gasdotto trans anatolico (TANAP) sul confine turco-greco eattraversando la Grecia, l'Albania, il mare Adriatico, arrivi a terra nel sud Italia. Il TAP avrà una lunghezza di 878 chilometri (Grecia 550 chilometri, Albania 215 chilometri, Adriatico 105 chilometri e Italia 8 chilometri).

Le società in partecipazione alla costruzione del TAP sono: la BP (20 percento), la SOCAR (20 percento), la Snam SpA (20 percento), Fluxys (19 percento), Enagás (16 percento) e Axpo (5 percento).

La proclamazione dello stato di emergenza da al governo di Roma il diritto di utilizzare una serie di misure straordinarie come consentire alle centrali elettriche, a carbone e petrolio di attivarsi a pieno regime, con i conseguenti gravi problemi d'inquinamento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(ultima ora× ultime notizie× news× ultime news× primo piano× evidenza× Gasdotto× stato di emergenza× fornitura gas× Austria, esplosione gasdotto Baumgarten, a rischio forniture gas Italia. Calenda: "Stato di emergenza× Scoppia un gasdotto in Austria, interrotte forniture verso l'Italia Udine × to day× news24× ansa× Baumgarten si trova inoltre al cuore di una rete di gasdotti secondari che portano il gas a Francia, Germania, Europa dell'Est e, grazie alla Trans-Austria gas pipeline (TAG), all'Italia, alla Croazia e alla Slovenia.× L'incidente in una stazione di compressione da cui transita il gas russo destinato all'Italia. Il Ministero dello Sviluppo economico dichiara lo stato d'emergenza. Il ministro sottolinea l'importanza del gasdotto che porterà il combustibile dall'Azerbaigian: "Finché le forniture saranno concentrate dalla Russia× 12 dicembre 2017 In un'esplosione in un impianto di distribuzione di gas a Baumgarten an der March, in Austria, decine di persone sono rimaste ferite e almeno una persona ha perso la vita. Lo scrivono i media austriaci.× Incidente in Austria. Austria, esplosione gasdotto Baumgarten, a rischio forniture gas Italia. Calenda: "Stato emergenza". Il terminal di Baumgarten è uno dei principali hub del gas dell'Europa centrale per il gas che arriva dalla Russia e dalla Norvegia× La causa dell'incidente non è ancora chiara, al momento pensiamo ad un guasto tecnico", spiegano da Gas Connect Austria, sottolineando che "i gestori dei sistemi di trasmissione vicini sono stati informati immediatamente affinché misure possano essere adottate in tempo utile"× Ci sono morti e decine di feriti. È uno dei più importanti punti di distribuzione di gas naturale proveniente dalla Russia e dalla Norvegia.× Stato di emergenza× bloccate le forniture di gas all'Italia× In un'esplosione in un impianto di distribuzione di gas a Baumgarten an der March, in Austria× Il ministero dello Sviluppo economico ha dichiarato lo stato di emergenza per il gas, in seguito a un grave incidente che questa mattina si è verificato in Austria, e che ha comportato l'interruzione dell'erogazione del gas proveniente dalla Russia verso l'Italia× TAP× L'hub, uno dei principali in Europa, rifornisce l'Italia settentrionale: registrati disagi e aumento dei prezzi. Calenda: dichiareremo lo stato di emergenza.× I gasdotti Trans Austria Gas (TAG 1 e TAG 2) trasportano gas naturale dal confine Slovacchia - Austria presso Baumgarten an der March fino a Arnoldstein nel sud dell'Austria, vicino al confine con l'Italia. Il gas naturale proveniente dalla Russia è trasportato e consumato in Italia e Austria× TAP. Trans Adriatic Pipeline (TAP) è il progetto per la realizzazione di un gasdotto che trasporterà gas naturale dalla regione del Mar Caspio in Europa. Collegando il Trans Anatolian Pipeline (TANAP) alla zona di confine tra Grecia e Turchia, attraverserà la Grecia settentrionale, l'Albania e l'Adriatico× Una delegazione del Movimento Cinque Stelle con i senatori Maurizio Buccarella e Daniela Donno, la deputata al Parlamento Europeo Rosa D'Amato, consiglieri comunali salentini e attivisti ha visitato oggi a San Foca il cantiere TAP in località San Basilio, dove sono in corso i lavori della cosiddetta Fase 1× l Gasdotto Trans-Adriatico (conosciuto con l'acronimo inglese di TAP, Trans-Adriatic Pipeline) è un gasdotto in costruzione che dalla frontiera greco-turca attraverserà Grecia e Albania per approdare in Italia, nella provincia di Lecce permettendo l'afflusso di gas naturale proveniente dall'area del Mar Caspio (Azerbaigian)× December 2017, the Municipality of Serres and TAP inaugurated the fully renovated (former) Dorilaiou Street, at the city's central square. Following the ceremony, attendees enjoyed a stroll on the new pedestrian walkway and a ride on the new Dorilaiou Street bike road× tap gasdotto tap italia tap analisi tap significato tap traduzione tap salento tap wikipedia tap check in×)

 

Renzi: "siamo in campagna elettorale, il PD c'è e ha le idee chiare, a cominciare dall'Europa"

Con un post sul social Facebook apre la campagna elettorale, - "Noi siamo europeisti convinti" e gli altri?


La campagna elettorale serve per dire cosa si pensa, e sull'Europa il PD ha le idee chiare. - "Vogliamo + crescita e - austerità, + sociale e - tecnocrazia. E invece il centrodestra di Salvini? E i Cinque Stelle? Voi dareste il vostro futuro a chi vuole uscire dall'Euro?

Inizia la campagna elettorale e Matteo Renzi subito si fa sentire e tra le righe manda un messaggio a Berlusconi, indicando come leader del centrodestra Matteo Salvini.  Il suo post poi continua così: "penso che sia importante discutere di argomenti concreti per il futuro. Negli altri Paesi, a cominciare dalla Germania, il dibattito ruota innanzitutto intorno all'Europa."
"Noi come PD abbiamo le idee chiare: siamo convinti europeisti ma vogliamo un'Europa diversa da quella tecnocratica che troppo spesso abbiamo conosciuto. "Europa sì, ma non così", l'abbiamo detto più volte. Significa più crescita e meno austerità; significa più democrazia e meno burocrazia; significa più sociale e più cultura, non solo finanza o bilancio. Tuttavia noi come PD siamo convinti sostenitori dell'Euro, del percorso di unificazione che per noi deve andare avanti, siamo contro ogni tentazione isolazionista e folle come quella di chi propone referendum sull'Euro o doppia moneta".

Qui Renzi fa un chiaro riferimento a tutte le promesse populiste che Matteo Salvini con il suo nuovo partito sta facendo, ben sapendo di non poterle mai mantenere. Le campagne elettorali ci hanno ormai abituato a tante promesse che alla fine portano sempre a un nulla di fatto, basti pensare alla questione sulle pensioni dei parlamentari, ai loro stipendi e chi più ne abbia più ne metta...

Matteo Renzio poi continua scrivendo: "Bene, noi come Pd la pensiamo così. E gli altri? Che dice il centrodestra di Forza Italia e Lega? Che pensano i Cinque Stelle su questo?  Un'Italia forte e credibile in Europa non sta con la Le Pen o con Farage, secondo me. Che ne pensa il mio sfidante di collegio Matteo Salvini? E il mio sfidante di talk show Luigi di Maio? C'è un unico modo per chiarire agli italiani il proprio programma: dirlo prima. Non inventarlo dopo. Il PD c'è e ha le idee chiare. A cominciare dall'Europa. Ripeto e gli altri? Aspettiamo con calma, c'è ancora qualche settimana. Ma poi si vota. E per me si deve scegliere sulle idee, non su altro. Avanti, insieme per i contenuti,  . 

 

 

(ilcomizio.it× ultime notizie ora× ultime notizie ultima ora× primo piano× evidenza× Mattepo Renzi× elezioni 2018× Matteo Salvini× Matteo Salvini Home | Facebook× Matteo Renzi Facebook× Partito Demcratico× Lega× Forza Italia× matteo renzi twitter× L'ex premier italiano Matteo Renzi cerca di recuperare l'elettorato della sinistra a pochi mesi dalle elezioni politiche, in programma per la prossima primavera.× Matteo Renzi campagna elettorale× Elezioni, Renzi: "Mai con Berlusconi. Grasso e Boldrini sono come Fini× Nessun governo con Forza Italia, i presidenti di Camera e Senato in campo come Irene Pivetti e Gianfranco Fini e la consueta battuta sul Movimento Cinque Stelle e il blog di Beppe Grillo. Matteo Renzi apre la campagna elettorale × matteo renzi biografia matteo renzi figli matteo renzi blog matteo renzi 3 figli renzi matteo matteo renzi ester renzi matteo renzi francesco renzi matteo renzi moglie× Matteo Renzi: "Futuro premier? Lo decide il Parlamento"× Renzi apre a coalizione "larga" ma "no abiure"× Campagna elettorale alle porte, Renzi vuole votare il 4 marzo - Matteo Renzi ha fretta di andare a votare e ha cerchiato in rosso la data del 4 marzo, coma ... la consapevolezza della "campagna elettorale alle porte" comporta uno "sforzo unitario" del Pd × Matteo Renzi - Ultime notizie su Matteo Renzi× nel centrosinistra non esistono leader di partito con i voti di cui dispone il Pd Renzi.× Elezioni 2018, parte da Reggio Emilia la campagna del Pd. VIDEO× L'ex premier italiano Matteo Renzi cerca di recuperare l'elettorato della sinistra a pochi mesi dalle elezioni politiche, in programma per la prossima primavera. × Campo Progressista, i Radicali, i Verdi, i Socialisti e l'Idv. E' lo schema della coalizione "larga" che Matteo Renzi mette sul piatto della direzione, dicendosi pronto a non porre "veti e paletti" e a scrivere "una pagina bianca"× programma elettorale Pd× Finito il viaggio in Treno. Rimangono Sicilia e Sardegna che faremo, non sui binari, tra domani e giovedì. Morale dell'esperienza? Un bagno di umanità bellissimo. Abbiamo imparato a dare un nome alle tante× matteo renzi blog matteo renzi news matteo renzi twitter matteo renzi email matteo renzi facebook renzi matteo agnese landini×)
Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

0°C

Milano

Clear

Humidity: 65%

Wind: 11.27 km/h

  • 20 Jan 2018 4°C -2°C
  • 21 Jan 2018 8°C -1°C