updated 4:31 PM UTC, Jun 18, 2018

FIFA; in Russia tutto è pronto per ospitare la Coppa del Mondo 2018

"La Russia è pronta al 100% per ospitare la Coppa del Mondo 2018", così il presidente della FIFA, Gianni Infantino


La Russia ospiterà la Coppa del Mondo 2018 dal 14 giugno al 15 luglio, in 12 stadi dislocati in diverse città tra cui Mosca, San Pietroburgo e Sochi e Infantino ritiene che i sostenitori russi si presenteranno con una vera sorpresa. 

"Penso che si possa dire che la Russia è pronta al 100% e che il mondo intero lo vedrà il 14 giugno, al momento del calcio d'inizio della partita tra Russia e Arabia Saudita nello stadio Luzhniki", ha detto Infantino in risposta alle preoccupazioni sul razzismo, sui diritti umani e sulla sicurezza nel paese ospitante a pochi giorni dell'inizio del torneo. 

"Tutti saranno in grado di vedere quanto sono belli gli stadi, quanto è accogliente il paese, come sono stati organizzati i preparativi e sarà una bella esperienza".

La Russia ha affrontato un esame approfondito del torneo, da parte del comitato FIFA, su questioni quali la sicurezza dei tifosi e delle squadre, nonché sul tema razzismo alle partite. Infatti il mese scorso, la FIFA ha contestato alla Russia una sanzione di 30.000 franchi svizzeri ($ 30.422), per i canti discriminatori dei fan russi diretti contro giocatori francesi durante un'amichevole a San Pietroburgo tra Russia e Francia.

Parlando delle accuse rivolte allo stato russo, in merito a violazioni dei diritti umani, il presidente FIFA ha aggiunto: "Ci siamo anche occupati di verificare che non vi siano state violazioni durante tutta la preparazione della manifestazione e direi che non sono affatto preoccupato, non abbiamo verificato discriminazioni o violazioni di diritti umani anche in termini di sicurezza, ma ovviamente prendiamo molto seriamente la questione e abbiamo preso le misure appropriate. Per la prima volta abbiamo controllato la costruzione degli stadi, per garantire le condizioni dei lavoratori... sono stati compiuti progressi concreti in termini di trattamento delle questioni relative ai diritti umani". 

Il presidente della FIFA ha inoltre promesso che tutti i fan, al seguito delle loro squadre, troveranno un "ambiente sicuro", precisando: "Le autorità russe sono consapevoli della situazione della sicurezza in un evento così importante", ha affermato. "Stanno lavorando duramente in cooperazione con le autorità di polizia di tutti i governi del mondo...  così da essere completamente pronti ad affrontare qualsiasi potenziale problema. Ogni fan che verrà in Russia sarà il benvenuto e troverà un ambiente sicuro per festeggiare. Se qualcuno sta pensando di venire in Russia per creare problemi, è meglio che resti a casa...".

Il costo per ospitare la Coppa del Mondo FIFA 2018 in Russia supera i 14 miliardi di dollari, diventando così la competizione calcistica più costosa della storia.

E' la prima volta che la Russia ospita la Coppa del Mondo 2018, dal 14 giugno al 15 luglio, trentadue squadre si sfideranno per il premio più ambito nel mondo del calcio. L'ex vice primo ministro russo Arkady Dvorkovich ha stimato che i costi dei preparativi per il campionato hanno contribuito con circa 14 miliardi $, ovvero circa l'1 per cento del PIL della Russia negli ultimi cinque anni.

"Abbiamo speso un sacco di soldi e dobbiamo assicurarci che tutta questa infrastruttura funzioni in primo luogo per lo sviluppo dello sport", ha detto il presidente Vladimir Putin durante la visita allo stadio che darà il via alla manifestazione.

 

ECCO ALCUNE NOTIZIE SU GIRONI E PARTITE:

 

Gruppo A: Russia (nazione ospitante), Arabia Saudita, Egitto, Uruguay

Gruppo B: Portogallo, Spagna, Marocco, Iran

Gruppo C: Francia, Australia, Perù, Danimarca

Gruppo D: Argentina, Islanda, Croazia, Nigeria

Gruppo E: Brasile, Svizzera, Costa Rica, Serbia

Gruppo F: Germania, Messico, Svezia, Corea del Sud

Gruppo G: Belgio, Panama, Tunisia, Inghilterra

Gruppo H: Polonia, Senegal, Colombia, Giappone

 

 
   CALENDARIO

Giovedì 14 giugno
Russia - Arabia Saudita: 17:00CET, Mosca (Luzhniki)

Venerdì 15 giugno
Egitto - Uruguay: 14CET, Ekaterinburg 
Marocco - Iran: 17CET, San Pietroburgo
Portogallo - Spagna: 20CET, Sochi

Sabato 16 giugno
Francia - Australia: 12CET, Kazan 
Argentina - Islanda: 15CET, Mosca (Spartak) 
Perù - Danimarca: 18CET, Saransk 
Croazia - Nigeria: 21CET: Kaliningrad

Domenica 17 giugno
Costarica - Serbia: 14CET, Samara 
Germania - Messico: 17CET, Mosca (Luzhniki) 
Brasile - Svizzera: 20CET, Rostov

Lunedì 18 giugno
Svezia - Corea del Sud: 14CET, Nizhny Novograd 
Belgio - Panama: 17CET, Sochi 
Tunisia - Inghilterra: 20CET, Volgograd

Martedì 19 giugno
Polonia - Senegal: 14CET, Mosca (Spartak) 
Colombia -Giappone: 17CET, Saransk 
Russia - Egitto: 20CET, San Pietroburgo

Mercoledì 20 giugno
Portogallo - Marocco: 14CET, Mosca (Luzhniki) 
Uruguay - Arabia Saudita: 17CET, Rostov 
Iran - Spagna: 20CET, Kazan

Giovedì 21 giugno
Francia - Perù: 14CET, Ekaterinburg
Danimarca - Australia: 17CET, Samara
Argentina - Croazia: 20CET, Nizhny Novograd

Venerdì 22 giugno
Brasile - Costarica: 14CET, San Pietroburgo
Nigeria - Islanda: 17CET, Volgograd
Argentina - Croazia: 20CET, Kaliningrad

                                                                                    La Kazan ArenaLa Kazan Arena©Getty Images
 

Sabato 23 giugno
Belgio - Tunisia: 14CET, Mosca (Spartak)
Germania - Svezia: 17CET, Sochi
Corea del Sud - Messico: 20CET, Rostov

Domenica 24 giugno
Inghilterra - Panama: 14CET, Nizhny Novograd
Giappone - Senegal: 17CET, Ekaterinburg
Polonia - Colombia: 20CET, Kazan

Lunedì 25 giugno
Uruguay - Russia: 16CET, Samara
Arabia Saudita - Egitto: 16CET, Volgograd
Iran - Portogallo: 20CET, Saransk
Spagna - Marocco: 20CET, Kaliningrad

Martedì 26 giugno
Danimarca - Francia: 16CET, Mosca (Luzhniki)
Australia - Perù: 16CET, Sochi
Nigeria - Argentina: 20CET, San Pietroburgo
Croazia - Islanda: 20CET, Rostov

Mercoledì 27 giugno
Corea del Sud - Germania: 16CET, Kazan
Messico - Svezia: 16CET, Ekaterinburg
Serbia - Brasile: 20CET, Mosca (Spartak)
Svizzera - Costarica: 20CET, Nizhny Novograd

Giovedì 28 giugno
Giappone - Polonia: 16CET, Volgograd
Senegal - Colombia: 16CET, Samara
Inghilterra - Belgio: 20CET, Kaliningrad
Panama - Tunisia: 20CET, Saransk

 

L'Islanda è la prima nazione con meno di un milione di abitanti a qualificarsi a un Mondiale
L'Islanda è la prima nazione con meno di un milione di abitanti a qualificarsi a un Mondiale©AFP/Getty Images
 
Ottavi di finale

Sabato 30 giugno
1 – Vincente C - Seconda D: 16CET, Kazan
2 – Vincente A - Seconda B: 20CET, Sochi

Domenica 1° luglio
3 – Vincente B - Seconda A: 16CET, Mosca (Luzhniki)
4 – Vincente D - Seconda C: 20CET, Nizhny Novograd

Lunedì 2 luglio
5 – Vincente E - Seconda F: 16CET, Samara
6 – Vincente G - Seconda H: 20CET, Rostov

Martedì 3 luglio
7 – Vincente F - Seconda E: 16CET, San Pietroburgo
8 – Vincente H - Seconda G: 20CET, Mosca (Spartak)

 

   Quarti di finale

Venerdì 6 luglio
QF1 – Vincente 2 - Vincente 1: 16CET, Nizhny Novograd
QF2 – Vincente 5 - Vincente 6: 20CET, Kazan

Sabato 7 luglio
QF3 – Vincente 7 - Vincente 8: 16CET, Samara
QF4 – Vincente 3 - Vincente 4: 20CET, Sochi

 

   Semifinali

Martedì 10 luglio
SF1  – Vincente QF1 - Vincente QF2: 20CET, San Pietroburgo

Mercoledì 11 luglio
SF2 – Vincente QF4 - Vincente QF3: 20CET, Mosca (Luzhniki)

 

  Finale terzo posto
 
Sabato 14 luglio
Perdente SF1 - Perdente SF2: 16CET, San Pietroburgo

 

  Finale primo posto

Domenica 15 luglio
Vincente SF1 - Vincente SF2: 17CET, Mosca (Luzhniki)

 ultime notizie ×ultime news ×mondiali 2018 ×russia 2018 ×coppa del mondo 2018 ×evidenza ×primo piano ×Putin ×stadi ×14 giugno ×15 luglio ×mondiali 2018 dove stadi mondiali 2022 mondiali 2018 calendario mondiali 2018 orari partite stadi russia 2018 mappa tabellone mondiali 2018 mondiali 2018 date ×mondiali 2018 gironi mondiali 2018 qualificazioni mondiali 2018 calendario russia 2018 coppa del mondo 2018 sci coppa del mondo 2018 gironi mondiali 2022 ×foto ×video ×notizie ×Coppa del Mondo FIFA 2018: Russia UEFAcom ×Mondiali di Russia 2018: news, risultati sulla Coppa del Mondo ×Banconota da 100 Rubli emessa nel 2018 dalla Banca di Russia per commemorare la Coppa del Mondo Sono trentadue le squadre qualificate alla fase finale: oltre alla Russia (qualificata d'ufficio in qualità di paese ospitante) saranno presenti Brasile, Iran, ×Gironi×partite×calendario coppa del mondo 2018×Il programma completo di tutte le partite dei Mondiali di Russia 2018: calendario, tabellone e copertura televisiva.×Russia 2018, il ranking Mondiale×mondiali 2018 tabellone eliminazione mondiali 2018 ripescaggio mondiali 2018 qualificazione mondiali 2018 uefa play off mondiali 2018 qualificazioni mondiali 2018 africa wikipedia nazionali russia 2018 qualificate al mondiale russia 2018×Cerimonia di apertura Mondiali 2018, orari tv e programma×Campionato mondiale di calcio 2018×Mondiale Russia 2018: la guida completa×Spagna, esonerato Lopetegui dopo l'annuncio del Real×Mondiali Russia 2018, l'Iran si ritrova senza scarpini×

 

  • Pubblicato in Sport

AVVOCATI RISPONDONO / LAVORO E CASA: I SOCIAL E IL MONDO DEL LAVORO; I CONTRATTI STIPULATI TELEFONICAMENTE

"Avvocati rispondono", la trasmissione di pubblica utilità a cura della redazione de ilComizio.it


I nostri 2 avvocati professionisti del diritto, il giuslavorista Davide Pollastro e il civilista Carlo Bortolotti, rispondono alle domande dei telespettatori. In questa puntata si parla di "Social e mondo del lavoro"; attenzione perchè l'utilizzo errato dei social potrebbe diventare una minaccia per il mantenimento del posto di lavoro. E di "contratti conclusi telefonicamente"; vediamo cosa dobbiamo sapere per non incorrere in situazioni spiacevoli.

Immigrazione, anche in Germania "è tempo di regole chiare e dure"

Nella disputa sulla protezione delle frontiere esterne dell'Europa e una politica comune in materia di asilo, il ministro dell'Interno tedesco Horst Seehofer (CSU) realizza un piano per proteggere le frontiere della nazione. 


In una lunga conversazione telefonica, tra Matteo Salvini e il ministro dell'interno Horst Seehofer hanno raggiunto un "accordo completo" in materia di sicurezza e politica migratoria. L'obiettivo è di non perdere più tempo. Seehofer ha invitato il segretario della Lega a un incontro a Berlino per meglio definire un piano comune.

Il ministro federale dell'Interno Seehofer, ha posticipato la presentazione del suo piano generale sulla politica di asilo e la migrazione al governo tedesco, viste le continue divergenze con il cancelliere Angela Merkel (CDU).

A differenza dei suoi predecessori, Seehofer non parteciperà al summit in materia di "integrazione" voluto dalla cancelliera, al suo posto un portavoce, il sottosegretario di Stato parlamentare Marco Wanderwitz. 

"Il piano di  Seehofer prevede il blocco dei migranti al confine, anche con la forza"

Il piano di Seehofer è quello di rifiutare i migranti, che hanno già agito come richiedenti asilo in un altro paese europeo e sono quindi registrati nel file di impronte digitali Eurodac, per questo, tutti i rifugiati dovrebbero essere imprigionati alla frontiera. La Merkel invece fa affidamento su soluzioni europee più miti e mette in guardia il suo governo contro lo sforzo solistico tedesco.

Nel frattempo, il governo bavarese si dice pronto a dare fiducia al ministro degli Interni e quidi approvare la sua risoluzione: "Siamo fermamente convinti che la Germania debba agire, per legge e ordine. È finalmente tempo di regole chiare in Germania", ha dichiarato il primo ministro Markus Söder (CSU) dopo la riunione di governo tenutasi a Monaco la scorsa settimana. Il piano generale per la nuova regolamentazione dell'immigrazione, sviluppato dal capo della CSU Seehofer è secondo molti esponenti del governo tedesco, una buona base da cui partire per riguadagnare la fiducia perduta nello stato di diritto. "La verità sull'asilo è anche al confine", ha sottolineato Söder. "Per questo, ci devono essere rifiuti direttamente ai confini della nostra nazione, così da evitare inutili costi per la nazione. La Germania potrebbe impostare un segnale europeo per porre fine al turismo d'asilo", ha affermato ancora Söder,  che continua "Cruciale in questo contesto è che non abbiamo bisogno di nuove leggi, ma solo una legge valida che deve essere applicata coerentemente. Le nostre idee non sono esagerate e moralmente difendibili".

Polemica sul "Acquario"

Il ministro degli Interni italiano Matteo Salvini lunedì in una conferenza stampa sul caso della nave rifugiata "Aquarius"
Il ministro degli interni Matteo Salvini lunedì in una conferenza stampa sul caso della nave "Aquarius"
Immagine: EPA 

Anche il nuovo governo in Italia è nella politica dei rifugiati per una linea dura, chiudendo di fatto i porti italiani alle navi dei rifugiati. Il caso della nave di salvataggio "Aquarius" con 629 persone a bordo ha portato a una disputa con Malta sulle funzioni di ammissione. Recentemente, sia il governo spagnolo che il governo regionale della Corsica si sono offerti di accogliere i rifugiati.

In vista della drammatica situazione della nave "Aquario", il vicepresidente della Commissione europea, Frans Timmermans, ha invitato gli Stati membri a unire le forze. "Dobbiamo smettere di morire nel Mediterraneo", ha detto martedì davanti al Parlamento europeo a Strasburgo. I capi di stato e di governo al loro vertice di fine giugno dovrebbero "adottare finalmente una politica comune in materia di asilo". 

Nella realtà quello di cui c'è bisogno è un "piano di investimento realistico per l'Africa", i giovani africani hanno bisogno di avere una prospettiva di vita nei loro paesi troppo duramente messi alla prova da una politica di conquista e sfruttamento anche europea. In considerazione della situazione in Africa, "non possiamo credere che recinzioni e muri siano la soluzione definitiva."

ultime notizie×evidenza×primo piano×Germania×Aquarius×frontiere×richiedenti asilo ×Merkel×Salvini×Lega×ministro dell'interno×politiche sull'immigrazione×porti chiusi×Spagna×Corsica×ong×Macron immigrazione×aquarius non va in Spagna×aquarius rifiuta Spagna rossana casale ×twitter×ventimiglia×Spagna spara sui barconi×Capalbio Immigrati×nave diciotti×

 

 

  • Pubblicato in Esteri

AVVOCATI RISPONDONO / Lavoro e casa: "Il Bonus Bebè e il bonus mamma" - "Le spese condominiali" (VIDEO)

"Avvocati rispondono", la trasmissione di pubblica utilità a cura della redazione de ilComizio.it


I nostri 2 avvocati professionisti del diritto, il giuslavorista Davide Pollastro e il civilista Carlo Bortolotti, rispondono alle domande dei telespettatori. In questa puntata si parla di "Bonus Bebè e Bonus mamma"; cos'è, cosa significa e quali sono le norme che lo regolano e di "Le spese condominiali"; vediamo quali sono gli aspetti da conoscere per capire come funzionano.

Drone mostra la drammatica fuga di una pattuglia americana caduta in un agguato in Niger (VIDEO)

Il filmato recentemente pubblicato dal Pentagono mostra come una pattuglia di soldati americani cade in un'imboscata in Niger e si preparata per la loro ultima resistenza. Poi il bombardamento aereo contro i militanti dello Stato islamico e il fuoco amico dei soccorritori nigeriani, immagini sconcertanti.


Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha realizzato un video di 23 minuti che mostra l'imboscata del 4 ottobre 2017 delle forze speciali statunitensi fuori dal villaggio di Tongo-Tongo, vicino al confine del Niger con il Mali nell'Africa sub-sahariana. Tuttavia, solo la settimana scorsa sono stati mostrati al Congresso solo 11 minuti del video. Il resto, reso pubblico giovedì, mostra le truppe sopravvissute preparate per quello che pensavano sarebbe stato il loro ultimo stand, e include il filmato di due droni americani disarmati arrivati ​​sulla scena della battaglia. Un totale di 46 soldati statunitensi e nigeriani stavano tornando da una "caccia fallita" mirata alla cattura di un comandante dello Stato islamico (IS, precedentemente ISIS), quando sono caduti in un agguato portato da oltre 100 combattenti IS appena a sud di Tongo-Tongo. Quattro soldati nigeriani e quattro agenti delle forze speciali statunitensi sono stati uccisi nel conseguente scontro a fuoco. Il nuovo video mostra sette americani e quattro nigeriani che fuggono a piedi attraverso una palude, prima di arrivare ai margini di una foresta intorno alle 12:50 ora locale del 4 ottobre. Lì, hanno "scritto brevi messaggi ai propri cari utilizzando i loro dispositivi personali".

Nel video si vede anche l'arrivo di due aerei caccia francesi e di alcune pattuglie di salvataggio nigeriane, che mettono in fuga i militanti dell'IS e portano in salvo i superstiti.

 

 
 
 

 

  • Pubblicato in Esteri

ALLA PROTEZIONE CIVILE IN LOMBARDIA UN MILIONE DI EURO PER PREVENZIONE E LA LOTTA AGLI INCENDI

Ammonta a 1 milione di euro il contributo stanziato dalla Regione Lombardia per il 2018 per le attività di prevenzione e lotta agli incendi boschivi. 


"Si tratta - spiega l'assessore al Territorio e Protezione Civile - di risorse erogate in favore di 42 Enti territoriali forestali tra cui 9 Province, 23 Comunità Montane e 10 Enti gestori di Parchi e Riserve Regionali per sostenere, tra le altre cose, la formazione, l'equipaggiamento, l'addestramento e gli interventi necessari per la migliore difesa dal fuoco come le piazzole d'atterraggio elicotteri e i viali tagliafuoco".
DIVERSE LE ZONE A RISCHIO - Il territorio regionale, con circa 23.000 kmq di superficie, presenta una grande varietà di paesaggi e ambienti con zone particolarmente a rischio incendi come le Alpi, le Prealpi, l'Appennino Pavese e l'Insubria con i territori dei laghi prealpini. Negli ultimi anni, Regione Lombardia, attraverso il Piano regionale delle attività di
previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi, si e' dotata di un fondamentale strumento di prevenzione e lotta agli incendi dei boschi con finalita' di preservare e mantenere intatto il patrimonio boschivo dei territori.
NOTEVOLMENTE RIDOTTO IL NUMERO DEGLI INCENDI - "Dall'adozione dell'ultima modifica del Piano anti incendi boschivi - ha spiegato l'assessore - si e' passati dai 2.216 del decennio 2002/2011 ai 1.689 del decennio 2006/2015, e la superficie percorsa dal fuoco si e' ridotta da 6.020 (sempre riferito al decennio 2002/2011) a 3.963 ettari del decennio 2006/2015. Per questo motivo e' stato deciso di distribuire le risorse sulla base di parametri che tengono conto delle caratteristiche territoriali, organizzative ed opàative dei singoli Enti, al fine di effettuare efficientemente il riparto delle somme messa a loro disposizione. Prezioso e' il contributo a difesa e prevenzione del nostro territorio boschivo da parte di tutti gli operatori, in particolare dei volontari impegnati nelle attivita' di antincendio, che svolgono il loro compito con impegno e professionalità"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ultima ora×

ultime news×

ultime notizie ora×

primo piano×

evidenza×

protezione civile×

incendi×

incendi in Lombardia×

boschi×

Allerte di Protezione civile: situazione odierna - Regione Lombardia×

Protezione civile - Regione Lombardia×

Volontariato di Protezione Civile | Open Data Regione Lombardia×

protezione civile lombardia volontari protezione civile lombardia allerta meteo app protezione civile lombardia protezione civile lombardia scuole chiuse protezione civile lombardia lavoro protezione civile lombardia telefono allerta meteo lombardia arpa iscrizione albo regionale protezione civile lombardia×

 

La "Passione secondo Giovanni", in Duomo nel segno della grande musica, il 28 marzo la grande musica di Bach per la Pasqua

Appuntamento con l’ensemble laBarocca de laVerdi diretta da Ruben Jais alle ore 19:30. Ingresso libero fino a esaurimento posti. (VIDEO)


Un imperdibile appuntamento in Duomo nel segno della grande musica, nella settimana che precede la Pasqua. Dopo il grande successo registrato lo scorso anno in cattedrale con la Passione secondo Matteo, l’orchestra sinfonica di Milano Giuseppe Verdi – laVerdi nella speciale declinazione de laBarocca ed il coro sinfonico di Milano Giuseppe Verdi, diretti rispettivamente da Ruben Jais ed Erina Gambarini, propongono in Duomo la Passione secondo Giovanni di Johann Sebastian Bach BWV 245 per soli, coro e orchestra.

Un concerto di grande suggestione ed importanza culturale, che rinnova una tradizione ormai consolidata in cattedrale, previsto per mercoledì 28 marzo 2018 alle ore 19:30 (con ingresso libero fino a esaurimento posti a partire dalle ore 19:00).

Un’occasione unica, offerta alla città, grazie alla collaborazione tra Veneranda Fabbrica del Duomo, Comune di Milano e laVerdi, per ascoltare una delle pagine più intense della musica sacra di ogni tempo, nel cuore di quel monumento che più d’ogni altro è in città domus e luogo di incontro e di preghiera per tutti coloro che quotidianamente ne vivono la bellezza.

«”Bach è uno splendido ‘architetto della musica’, con un uso ineguagliato del contrappunto, un architetto guidato da un tenace ésprit de géometrie, simbolo di ordine e di saggezza, riflesso di Dio e così la razionalità pura diventa musica nel senso più elevato e puro, bellezza splendente”. L’accostamento tra musica ed architettura, tratteggiato nel 2011 da Benedetto XVI a proposito dello stile bachiano, può apparire singolare. Eppure, esse sono probabilmente le arti che si sposano meglio e che presentano sorprendenti consonanze. Nel solco di queste parole, la scelta di proporre in Duomo la “Passione secondo Giovanni” di Johann Sebastian Bach all’interno della straordinaria partitura architettonica della cattedrale, suona allora particolarmente adatta e ringrazio l’Arciprete Mons. Gianantonio Borgonovo per aver voluto rinnovare questo incontro tra il monumento ed una delle eccellenze culturali della nostra città quali l’orchestra sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi”, in preparazione alla Pasqua. Un evento reso possibile anche grazie al sostegno del Comune di Milano con il quale si conferma una collaborazione che ci auguriamo possa rafforzarsi e comprendere altri progetti che la Fabbrica sta portando avanti con entusiasmo e determinazione, quali i molti interventi di restauro e le iniziative culturali» - sono le parole del Presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano Fedele Confalonieri.
 
«Contribuire all’organizzazione di un evento artistico di tale portata e poterlo offrire alla città in un contesto unico come il Duomo di Milano e alla vigilia di un momento tanto importante quale è la Pasqua è una fortuna che poche amministrazioni, in Italia e all’estero, possono vantare - commenta l’assessore al Turismo del Comune di Milano Roberta Guaineri - Di questo siamo particolarmente orgogliosi, così come della risposta sempre all’altezza che i cittadini e i turisti danno in queste occasioni. Nei secoli la Passione ha ispirato sentimenti ed espressioni artistiche straordinarie, che ritroviamo nell’opera di Bach in programma quest’anno. Ancora una volta, quello del 28 marzo sarà per tutti un appuntamento molto emozionante».
 
Queste le parole di Gianni Cervetti, Presidente de laVerdi: «È ormai il quinto anno consecutivo che, per la settimana Santa, risuonano in Duomo le note immortali della Passione di Bach: un evento nell’evento, di fatto un vero e proprio must del cartellone culturale di Milano. Ma l’occasione, così speciale e significativa, va oltre l’aspetto puramente specifico dell’appuntamento, e investe di emozione e sentimento la comunità cittadina tutta, intesa nella sua simbolica universalità.

La Cattedrale infatti è da sempre il punto d’incontro concreto e immaginifico di ogni milanese: anche l’impegno de laVerdi va sicuramente nella stessa direzione, unendo i propri sforzi e il proprio impegno a quelli della Veneranda Fabbrica e dell’Amministrazione civica».

La Passione secondo Giovanni racconta in modo magistrale la Passione di Cristo attraverso le parole dell’evangelista Giovanni, dall’arresto di Gesù nell’orto del Getsemani fino alla deposizione nel sepolcro. La composizione ha un rapporto intimo con il testo religioso e un’architettura che fa delle simmetrie formali, degli equilibri sonori e della sobrietà del canto i suoi punti di forza, talvolta eguagliati e di rado superati da altri lavori bachiani, sia vocali sia strumentali.

La Passione secondo Giovanni era stata pensata per essere eseguita la prima volta nella chiesa di San Tommaso (Lipsia). In realtà, l'opera venne eseguita per la prima volta nella Nicolaikirche di Lipsia il Venerdì Santo del 7 aprile 1724, il 30 marzo 1725 nella seconda versione nella Chiesa di San Tommaso (Lipsia), il 26 marzo 1728 nella terza versione nella Nicolaikirche e l'8 aprile 1746 nella quarta versione nella Thomaskirche. 

Protagonisti dell’esecuzione saranno Bernhard Berchtold (Evangelista), Camille Poul (Soprano), Pascal Bertin (Alto), Fernando Guimarães (Tenore), Lars Johansson Brissman (Baritono), Simon Schnorr (Baritono) e Lukáš Zeman (Baritono).

Un’opera per riflettere sul più grande mistero della storia umana, lasciandosi guidare dalle armonie e dalle suggestioni suscitate dalla musica di Bach.
 
La partitura bachiana sarà proposta in doppia replica anche all’Auditorium di Milano in Largo G. Mahler nelle date di martedì 27 e venerdì 30 marzo, alle ore 20:00. Per info e prenotazioni sulle date in Auditorium: Auditorium di Milano fondazione Cariplo, orari apertura: mar/dom, ore 10:00/19:00. Tel. 02.83389401/2/3, on line: www.laverdi.org o www.vivaticket.it. Biglietti: per le date di martedì 27 e venerdì 30 marzo all'Auditorium di Milano: a partire da euro 16,00; la rappresentazione di mercoledì 28 marzo in Duomo sarà a ingresso libero, fino a esaurimento posti.

Mercoledì 28 marzo 2018
ore 19:30
Duomo di Milano

LA PASSIONE SECONDO GIOVANNI
di Johann Sebastian Bach
per soli, coro e orchestra (BWV 245)

un evento offerto alla città da
Veneranda Fabbrica del Duomo -  Comune di Milano -  laVerdi

Ensemble laBarocca
Direttore, Ruben Jais

Coro Sinfonico laVerdi
Direttore, Erina Gambarini
Introduce 
Armando Torno

Ingresso libero fino a esaurimento posti a partire dalle ore 19:00

Al fine di agevolare i controlli delle autorità di Pubblica sicurezza ai varchi di accesso, si invitano gli spettatori ad essere collaborativi con le stesse, svuotando le tasche da oggetti metallici e aprendo le borse. Si informa che non è possibile accedere in Cattedrale con caschi, oggetti di vetro e valigie.
Si sconsiglia di portare all’interno della Cattedrale borse voluminose.

L’ensemble strumentale laBarocca nasce nel 2008 dalla volontà del suo direttore Ruben Jais di costituire un gruppo di musicisti specializzati nella prassi esecutiva del periodo barocco per esplorarne i capolavori e portarne alla luce rarità dimenticate. Di anno in anno, insieme all’Ensemble Vocale diretto da Gianluca Capuano, l’Ensemble Strumentale ha potuto arricchire il proprio repertorio, che comprende composizioni del primo barocco (tra cui Selva morale e spirituale, Vespro della Beata Vergine di Monteverdi) estendendosi sino ad opere del classicismo settecentesco. laBarocca collabora regolarmente con artisti di fama internazionale tra cui Stefano Montanari, Carlo Vincenzo Allemano, Benoit Arnould, Cyril Auvity, Randall Bolls, Karina Gauvin, Ugo Guagliardo, David Hansen, Roberta Invernizzi, Stefanie Iranyi, Klaus Kuttler, Clemens Loeschmann, Josè Maria Lo Monaco, Paolo Lopez, Filippo Mineccia, Sonia Prina, Lenneke Ruiten, Makoto Sakurada, Celine Scheen, Maria Grazia Schiavo, Christian Senn, Sonya Yoncheva, Deborah York. Dopo cinque anni d’intensa carriera, nel Novembre e Dicembre 2013, laBarocca è stata impegnata per la sua prima tournée che ha toccato alcune tra le principali città italiane dal Veneto alla Sicilia. Recente è stato il grande successo presso la Wigmore Hall di Londra nel giugno 2017 con un recital di arie inedite di Gluck con Sonia Prina, diretti da Ruben Jais. Nello stesso anno, l’Ensemble laBarocca è stato chiamato a inaugurare il Teatro Gerolamo di Milano con un programma mozartiano dedicato alla città di Milano. L’attenta attività discografica ha portato l’Ensemble a incidere per la casa discografica spagnola Glossa Music un disco monografico dell’arte operistica di Gluck, il quale è stato BBC Monthly Choice nel mese di Luglio 2017 e ha ottenuto una nomination agli ICMA Awards nella sezione Opera Works. Con Glossa inoltre, laBarocca ha iniziato un nuovo progetto discografico che vede la registrazione di tutte le cantate per voce solista di Johann Sebastian Bach.

pasqua_passione_secondo_giovanni

FONTE: (ufficio stampa Comune di Milano)

Neve in Lombardia, dalla mezzanotte di oggi 1 Marzo allarme su tutta la regione

La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia ha emesso una comunicazione di ordinaria criticità (codice giallo) per rischio neve su tutta la regione dalla mezzanotte, eccetto per la zona omogenea NV-20 (Appenino pavese, provincia di Pavia) dove l'allerta scatterà alle 21 di questa sera.


METEO (NEVE) - Passaggio di una nuova veloce perturbazione da ovest verso est. Dal mattino e fino al tardo pomeriggio/sera di domani 2 marzo, saranno possibili deboli nevicate a partire da sudovest in estensione a nordest, anche sotto forma di rovescio. I fenomeni interesseranno inizialmente tutte le quote, poi sara' possibile un passaggio a pioggia o pioggia mista a neve, specie sui settori orientali della Pianura. Accumuli generalmente deboli, inferiori ai 10 cm sulla Pianura o al piu' attorno a tale valore ed irregolari, localmente superiori su Prealpi e Appennino fino a 15 cm. Dalla sera tendenza ad esaurimento dei fenomeni. Non e' esclusa la possibilita' di qualche episodio di gelicidio (pioggia che gela al suolo) sui settori orientali della regione. Sabato 3 marzo, possibili deboli nevicate specie al mattino anche sulla Pianura, in particolar modo sui settori meridionali ed occidentali; ad oggi rimane qualche incertezza sulla traiettoria della perturbazione e sui quantitativi previsti.
EFFETTI AL SUOLO - Si conferma che le problematiche principali per rischio neve sono legate soprattutto a possibili  difficolta' e rallentamenti del traffico stradale e ferroviario. A causa delle basse temperature, non si possono escludere problemi anche sulla fornitura dei servizi essenziali (elettricita', acqua, gas). Al momento pero' non si registrano segnalazioni e tutte le strutture di competenza sono attive e la situazione e' monitorata e sotto controllo.
Su tutto il territorio regionale si segnala di prestare attenzione alla possibile formazione di ghiaccio al suolo e sul manto stradale. Possibili fenomeni di "gelicidio" (pioggia che gela al contatto con il suolo e oggetti prossimi al suolo quali alberi, cavi, apparecchiature) piu' probabili sui settori orientali. 
Prestare particolare attenzione su Prealpi e Appennino, dove saranno possibili accumuli localmente superiori fino a 15 cm. I quantitativi di neve previsti per domani     2 marzo, in particolare sui settori occidentali della regione, andranno a sommarsi ai quantitativi gia' depositati nella giornata odierna: prestare particolare attenzione alle infrastrutture e all'interno delle aree metropolitane, dove si raccomanda di attivare tutte le misure ritenute necessarie per la rimozione della neve e per garantire la sicurezza della circolazione stradale e delle persone.
Si chiede pertanto ai sistemi locali di protezione civile di mantenersi in una fase operativa di ATTENZIONE, cioe' di predisporre il sistema locale alla pronta attivazione di azioni di contrasto in caso di necessita', congruenti a quanto previsto nella pianificazione di emergenza, per la sicurezza della circolazione del traffico sulle strade e la riduzione dei rischi connessi.
Nella giornata di sabato 3 marzo sono previste possibili residue deboli nevicate specie al mattino anche sulla Pianura, in particolar modo sui settori meridionali ed occidentali. 
INDICAZIONI OPERATIVE - La Sala operativa chiede di segnalare con tempestivita' eventuali criticita' che dovessero presentarsi sul proprio territorio in conseguenza del verificarsi dei fenomeni previsti, telefonando al numero verde della Sala operativa di Protezione civile regionale: 800.061.160 o via mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
(FONTE: Lnews)

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

16°C

Milano

Partly Cloudy

Humidity: 75%

Wind: 11.27 km/h

  • 18 Jun 2018 22°C 12°C
  • 19 Jun 2018 22°C 13°C