updated 4:27 PM UTC, Dec 13, 2017

Salvini fa visita al Napoli, i tifosi insorgono. Il club corre ai ripari: "Voleva scusarsi ma non abbiamo accettato"

Il leader leghista nell'albergo che ospitava la squadra azzurra prima della partita con la Juventus. Sorrisi e foto con Insigne, Callejon e il vicepresidente Edoardo De Laurentis, ma molti supporter partenopei non hanno apprezzato, protestando con una raffica di post sui social. Non è stato dimenticato né perdonato il famoso coro da stadio, intonato nel 2009 a Pontida, quando il milanista Matteo era ancora antimeridionale. E la società è costretta a mettere, un po' maldestramente, una pezza - (VIDEO)


Matteo Salvini, leader della Lega, nello stesso albergo del Napoli prima del match con la Juve. Saluti e selfie che però non piacciono a molti tifosi partenopei e allora ecco la precisazione del club con un comunicato via twitter: "Per una questione di educazione abbiamo incontrato e ascoltato ieri sera Matteo Salvini che soggiornava nel nostro albergo. Salvini voleva porgere le sue scuse per le dichiarazioni contro i napoletani fatte in passato. Non le abbiamo accettate ma lo abbiamo ascoltato volentieri".

IL POST DI SALVINI

Risultati immagini per salvini insigne

 
IL TWEET DEL NAPOLI

LA PROTESTA DEI TIFOSI NAPOLETANI

L'avvicinamento alla sfida di stasera contro la Juventus è quasi passato in secondo piano oggi a Napoli, dove l'argomento del giorno è la foto di Lorenzo Insigne e Josè Callejon, insieme al vicepresidente del Napoli Edoardo De Laurentiis, con Mattteo Salvini. I napoletani si sono scatenati in migliaia di post di delusione e rabbia dopo aver visto lo scatto del leader della Lega che ieri è stato in visita a Castel Volturno, dove ha sede anche il quartier generale del Napoli. Tanti i commenti per stigmatizzare l'accoglienza di Salvini, colpevole per i tifosi azzurri, di aver più volte offeso la città e i napoletani.

(Fonte: SportMediaset)

"Questa foto è un calcio in faccia alla nostra città, da napoletano che punta ad essere un simbolo per questi colori e questa città dovresti vergognarti! - scrive un tifoso - La Lega Nord ci ha chiamati "terroni e colerosi" per decenni ed ora si ricordano del Sud per racimolare qualche voto in più! La maglia si onora anche fuori dal campo

"Profonda vergogna per Insigne che da napoletano avrebbe dovuto rifiutare la richiesta di una foto da quest'uomo. Uno che mai ha rispettato la nostra identità e il nostro amore per Napoli", gli fa eco un compagno di tifo mentre molti altri protestano perché a Insigne non venga assegnata la maglia numero 10 che fu di Maradona. Chissà se il Pibe de Oro avrebbe accettato di fare quella foto.

  • Pubblicato in Sport

Salvini, milanista inquieto, boccia Montella: "Squadra senza palle. Avrei voluto Sarri". E per lo scudetto vota Napoli

Ai microfoni di TMW il leader leghista, noto e sfegatato tifoso rossonero, dopo la sconfitta di Genova, ha criticato le prove e l'atteggiamento dei giocatori, senza risparmiare il tecnico: "La prestazione contro la Sampdoria è stata imbarazzante. Doppiamente imbarazzante vedendo le reazioni in panchina. Una squadra davvero moscia. Potevo essere anche io il mister e non sarebbe cambiato nulla. Perché tenere in panchina tutti i nuovi acquisti? E non si può pensare che influisca, ad esempio, se i giocatori mangino carne o pesce. Contro Samp e Lazio non abbiamo visto palla e se continua così contro la Roma dovremmo andare allo stadio con il pallottoliere. Mi auguro soltanto che, se queste criticità dovessero continuare, già a novembre si prendano provvedimenti seri"


Matteo Salvini, politico e tifosissimmo del Milan, ha parlato ai microfoni di TMW Radio su Tribuna Stampa per commentare le recenti prestazioni dei rossoneri di Montella.

Cosa sta succedendo al Milan, viste le ultime debacle?
"Non so cosa ci sia dietro le quinte, soprattutto dopo la decisione dell'esonero del preparatore. La prestazione contro la Sampdoria è stata imbarazzante. Doppiamente imbarazzante vedendo le reazioni in panchina. Una squadra davvero moscia. Potevo essere anche io il mister e non sarebbe cambiato nulla. Perché tenere in panchina tutti i nuovi acquisti? E non si può pensare che influisca, ad esempio, se i giocatori mangino carne o pesce. Contro Samp e Lazio non abbiamo visto palla e se continua così contro la Roma dovremmo andare allo stadio con il pallottoliere. Mi auguro soltanto che, se queste criticità dovessero continuare, già a novembre si prendano provvedimenti seri".

L'ha convinta l'onerosa campagna acquisti estiva?
"Negli anni scorsi la campagna acquisti è stata ridicola. Sono stati presi giocatori che mio figlio al Fantacalcio avrebbe pagato -1! Fortunatamente quest'estate la situazione è stata migliore, ma allo stesso tempo le responsabilità sono aumentate vedendo il livello dei nuovi. Abbiamo fatto bene contro squadre da terza categoria, mentre contro gruppi organizzati non abbiamo visto palla".

Come vede la classifica a fine anno?
"Lì davanti vedo favorito il Napoli, soprattutto se l'ambiente reggerà le pressioni e se aiuterà la squadra. Sarebbe un disastro per noi arrivare settimi o ottavi. Sarri al Milan? Mi sarebbe piaciuto moltissimo. Sono cresciuto a pane, Baresi e Van Basten quindi il confronto tra lui e Sacchi ci sta. Magari Sarri non è imbellettato, ma è efficace e in panchina sa leggere le situazioni".

Le è piaciuta l'uscita di Fassone nel post partita di Genova?
"Senza fare demagogia, i giocatori devono tirare fuori le palle! Fassone ha fatto benissimo ad ammonire tutti quanti, dal mister ai ragazzi che vanno in campo. Prendono stipendi da capogiro e non possono permettersi certe figure".

(Fonte: tuttomercatoweb.com)

  • Pubblicato in Sport
Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

4°C

Milano

Mostly Cloudy

Humidity: 79%

Wind: 6.44 km/h

  • 15 Dec 2017 6°C -1°C
  • 16 Dec 2017 3°C -3°C