updated 12:42 AM UTC, Feb 20, 2018

Berlusconi: "Giovani disoccupati si alzano a mezzogiorno, giocano al computer e vanno in discoteca. Ecco il nostro intervento d'urgenza" (VIDEO)

(VIDEO) - "Abbiamo tre milioni di giovani in Italia che non studiano più e che non hanno un lavoro e non lo cercano nemmeno più. Si svegliano a mezzogiorno, si rintanano nella loro stanza a giocare con il computer, mangiano la sera, vanno fuori e vanno in discoteca". Lo ha affermato Silvio Berlusconi, incontrando i dirigenti della Coldiretti. "Bisogna intervenire con un procedimento d'urgenza, decontribuzione totale per il contratto di apprendistato, tre anni, e decontribuzione e defiscalizzazione anche per il secondo contratto di primo impiego, in modo tale - ha sottolineato l'ex premier - che le aziende abbiano una fortissima convenienza ad assumere giovani disoccupati. Così diamo una risposta immediata a questo problema che è assolutamente urgente"

Il leghista Bastoni a testa in giù su Facebook, la provocazione dell'ex terrorista rosso che non suscita indignazione

La foto è quella di una locandina che raffigura Max Bastoni, consigliere comunale milanese candidato alle prossime regionali in Lombardia. Peccato che l'immagine postata su Facebook sia simbolicamente rovesciata, come ad evocare il mito di "Piazzale Loreto", tanto caro all'antifascismo militante. L'autore di chiama Francesco Emilio Giordano, condannato a 30 anni e 8 mesi di carcere, poi ridotti a 21 in appello, per l'omicidio del giornalista del Corriere della Sera, Walter Tobagi nel 1980. L'uomo, che oggi guida la formazione di ultrasinistra "Potere al Popolo", per rendere più chiare le proprie intenzioni ha tenuto a ringraziare un'utente che, forse ingenuamente, gli consigliava di raddrizzare la foto: "Ingrid potessi dargli fuoco lo farei…va bene così… comunque ti ringrazio per il consiglio… davvero grazie… è un essere schifoso e siccome sta leggendo sa quello che penso e la fine che non solo gli auguro".

Il profilo Facebook di Giordano, d'altronde è ricco di contenuti intrisi di odio contro "fascisti", "leghisti", e uomini in divisa. Così l'esponente di "Potere al popolo" ha voluto commentare anche un articolo sull'aggressione subita da Giorgia Meloni a Livorno: "troppo poco. Livorno è rossa". Non sono mancati strali contro Arci e Libera per aver condannato le violenze contro le Forze dell'Ordine alle manifestazioni anti-razziste di Piacenza e Macerata: "Le associazioni più ipocrite e più vili..s'indignano appena gli tocchi un loro amico in divisa...l'altro giorno hanno massacrato di botte un compagno mentre andava a lavorare e nessuna di queste merde ha preso carta e penna per indignarsi..Servi dei servi..".

Non si è fatta attendere la replica di Bastoni: "Questa è la politica di quei personaggi che parlano di antifascismo, di antirazzismo, che vanno alle manifestazioni per la pace ma che poi augurano ai propri avversari politici di finire a testa in giù. Spiace tra l’altro che questi personaggi sfilino con esponenti politici alle varie manifestazioni quando invece dovrebbero essere tenuti lontani dalla politica visto il comportamento. Questo è il risultato della criminalizzazione della Lega e dei suoi esponenti, descritti e additati come 'neo-nazisti'. In ogni caso sia chiaro che ho già acquisito le immagini e mi riservo di agire in sedi opportune".

 

CasaPound, la candidata alla presidenza della Lombardia Angela De Rosa: "Gli elettori sapranno riconoscere chi difende i diritti sociali per gli italiani" (VIDEO)

Angela De Rosa è la candidata di CasaPound Italia alla presidenza della Regione Lombardia. Ai nostri microfoni spiega le priorità e l'impegno del suo movimento per quelli che ritiene i principi fondamentali per i cittadini italiani e lombardi. E non risparmia dure critiche al centrodestra del trio Berlusconi-Salvini-Meloni, accusato di aver tradito le aspettative dei suoi elettori preparandosi a farlo nuovamente aprendo la strada a un altro governo tecnico che produrrà "macelleria sociale"

Malata di Sla si lascia morire. E' il primo caso dopo l'approvazione della legge sul Biotestamento

Ha combattuto per cinque anni la sua battaglia contro la Sla, poi ha scelto di dire basta e di staccare la spina. Patrizia Cocco, nuorese di 49 anni, se ne è andata con il sorriso, sabato scorso, stringendo la mano della madre e dei suoi cari, come riporta il quotidiano L'Unione Sarda. E' stata la prima in Italia dopo l'entrata in vigore della legge sul biotestamento, dopo aver dato il suo assenso ai medici per la rinuncia alla ventilazione meccanica e per l'inizio della sedazione palliativa profonda.

"E' stata una scelta di Patrizia molto lucida e coraggiosa - ha detto all'ANSA il suo avvocato e cugino Sebastian Cocco -. La nuova legge permette ai medici di dare subito esecuzione alla volontà del paziente senza doversi rivolgere al giudice come succedeva prima della sua entrata in vigore e così a Patrizia è stato permesso di fare la sua scelta". "La legge, che tutela il diritto alla salute, alla dignità e all'autodeterminazione, Patrizia Cocco la aspettava da anni, da quando sentiva di essere imprigionata nella malattia dentro la quale sopravviveva a una vita che lei in quelle condizioni non voleva più vivere", ha concluso l'avvocato. (Fonte: Ansa)

Dieta vegana per i bambini? I pediatri dicono no: "Non è sufficiente, va integrata. Sconsigliata anche per le donne in gravidanza"

Claudio Maffeis, referente della La Società italiana di pediatria: "Se la quantità di energia e di proteine non è sufficiente, se i nutrienti non vengono forniti in quantità sufficiente vi possono essere vari potenziali problemi: sul sistema nervoso centrale, sull'accrescimento del piccolo e la possibilità di sviluppo di anemia, per questo altrettanto importante se si vuole seguire questo tipo di alimentazione è concordare tutto con il pediatra". Intanto il Tar di Bolzano respinge il ricorso di una famiglia che chiedeva di avere pasti vegani per la propria bimba all'asilo nido


L'alimentazione vegana non è di per sé sufficiente, richiede un'integrazione, per questo i genitori devono essere consapevoli che se vogliono sceglierla per i propri figli si pongono alcuni limiti. Niente diete fai da te o autoprescritte. A evidenziarlo è Claudio Maffeis, referente della Società italiana di pediatria, commentando il caso del ricorso respinto dal Tar di Bolzano di una famiglia che chiedeva di avere pasti vegani per la loro bimba al nido.

"Se la quantità di energia e di proteine non è sufficiente, se i nutrienti non vengono forniti in quantità sufficiente vi possono essere vari potenziali problemi: sul sistema nervoso centrale, sull'accrescimento del piccolo e la possibilità di sviluppo di anemia, per questo altrettanto importante se si vuole seguire questo tipo di alimentazione è concordare tutto con il pediatra", afferma Maffeis, dell'Università di Verona .

"L'alimentazione onnivora è quella proposta dalla Società italiana di Nutrizione umana come quella di riferimento - spiega ancora l'esperto - quella vegetariana può essere utilizzata (lattoovovegetariana) purché anche questa seguita bene, quella vegana resta sempre da integrare a tutte le età e comporta di seguire bene il bambino nel tempo e monitorarlo attentamente".

"Le diete vegetariane o vegane non sono adeguate nei bambini e nelle donne in gravidanza" è stata invece l'opinione espressa in occasione del congresso della Società italiana di Pediatria preventiva e sociale dal presidente Giuseppe di Mauro. In un position paper di Sipps, Federazione medici pediatri e Federazione italiana medicina perinatale si legge che "le diete vegetariane e vegane non possono essere raccomandate in età evolutiva". (Fonte: tgcom24)

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

2°C

Milano

Mostly Cloudy

Humidity: 74%

Wind: 11.27 km/h

  • 20 Feb 2018 2°C -2°C
  • 21 Feb 2018 3°C -3°C