updated 5:51 PM UTC, Jan 17, 2018

Fondi Lega, la mazzata dei giudici a Umberto Bossi: "Prese soldi per sé e fu addirittura istigatore"

Le motivazioni del Tribunale di Milano per la condanna del fondatore ed ex capo del Carroccio a 2 anni e 3 mesi per appropriazione indebita: "Criticava il malcostume ma si appropriò del denaro per spese di esclusivo interesse personale"


Umberto Bossi è stato "consapevole concorrente, se non addirittura istigatore, delle condotte di appropriazione del denaro" della Lega, ma proveniente "dalle casse dello Stato", "per coprire spese di esclusivo interesse personale" suo e della sua "famiglia". Condotte portate avanti "nell'ambito di un movimento" cresciuto "raccogliendo consensi" come opposizione "al malcostume dei partiti tradizionali". Lo scrive il Tribunale di Milano nelle motivazioni della condanna a 2 anni e 3 mesi per l'ex leader del Carroccio. Il giudice parla di "completezza e coerenza" delle prove raccolte di fronte alle quali "ben poca strada riesce a fare la tesi difensiva" di "un Umberto Bossi dedito in maniera esclusiva e totalizzante alle questioni politiche e, per converso, per nulla interessato alle vicende economiche della Lega". In ballo c'era la "erogazione di fondi nell'interesse dei più stretti congiunti" del Senatur. E' stata inoltre una "difesa inverosimile" quella di Renzo Bossi sul caso della laurea in Albania. (Fonte: Ansa)

Milano, quando le multe degli ausiliari della sosta Atm sono illegittime e non andrebbero pagate. L'avvocato Carlo Bortolotti fa chiarezza

Le contravvenzioni per divieto di sosta elevate dal personale dell'Atm (l'azienda dei trasporti di Milano) dovrebbero riguardare solamente le infrazioni nelle aree di loro competenza, ossia le cosiddette "strisce blu" e le zone di transito dei mezzi pubblici. Nella quotidianità meneghina però così non è, in quanto tale personale ausiliario è utilizzato anche per multare veicoli parcheggiati, sia pur impropriamente, sulle "strisce gialle" (riservate ai residenti di una specifica zona) e in aree con divieto di sosta. Molti non sono al corrente di questa irregolarità e pagano l'importo delle contravvenzioni. Coloro che, invece, ne sono consapevoli spesso presentano ricorso davanti al Giudice di Pace ottenendo l'annullamento delle contestazioni con tanto di condanna del Comune di Milano al pagamento delle spese legali. 

Una questione delicata quanto poco nota al grande pubblico, su cui l'avvocato Carlo Bortolotti ci aiuta a fare chiarezza, in attesa di una presa di posizione da parte dell'amministrazione comunale - (VIDEO)

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

1°C

Milano

Partly Cloudy

Humidity: 39%

Wind: 11.27 km/h

  • 17 Jan 2018 5°C -1°C
  • 18 Jan 2018 7°C -2°C