updated 5:51 PM UTC, Jan 17, 2018

Il pentagono ammette un programma segreto per studiare gli UFO, ecco i video di alcuni contatti con oggetti alieni

Per la prima volta il pentagono apre gli archivi segreti, rende pubblici alcuni video di avvistamenti e contatti con degli UFO e ammette un programma segreto costato oltre 22 milioni Dollari l'anno.


Il portavoce del Pentagono Tom Crosson per la prima volta ha riconosciuto ufficialmente l'esistenza del programma Advanced Aviation Threat Program Identification (AATIP, "l'identificazione programma avanzato di minacce per l' aviazione"), il cui scopo era quello di raccogliere e analizzare le "minacce aerospaziali" da parte di aerei e droni paesi nemici degli Stati Uniti e per stabilire possibili contatti con gli alieni. Secondo Crosson e secondo i documenti studiati da due tra i più noti giornali americani, The Washington Post e il The New York Times, il programma è stato creato nel 2007, ma il suo finanziamento è terminato nel 2012, la stima di spesa è di 22 milioni di dollari per ogni anno di attività. Questa la la dichiarazione del portavoce del Pentagono  "Gli eventi storico politici hanno reso chiaro a tutti che ci sono altri progetti prioritari che meritano finanziamenti e questo cambiamento è soprattutto nell'interesse del Ministero della Difesa".

 
Luis Elizondo (a sinistra) e altri membri dell'Accademia delle scienze e delle arti "To the Stars"

Chi è LUIS ELIZONDO direttore del progetto AATIP e dell'accademia "To the Stars"

Luis Elizondo, che fino a ottobre del 2017 guidava il programma presso il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, ha collaborato con i principali media statunitensi per promuovere la pubblicazione di videotape di contatti con gli UFO, che aveva studiato nell'ambito del programma. Secondo diverse fonti, anche se il finanziamento per il programma è terminato nel 2012, la reale chiusura attività è giunta a novembre 2017.

Il programma ha avuto almeno un risultato: un rapporto di 490 pagine, sui casi di possibili contatti con gli UFO, negli Stati Uniti e in altri paesi nel corso degli ultimi decenni. Secondo Elizondo, alcuni video, girati dai piloti dalla cabina degli aerei, mostrano numerosi indizi e contatti, purtroppo questi video, senza motivo sono stati immediatamente declassificati e fatti scomparire, così da non poter essere resi pubblici. Elizondo ha anche sostenuto che l'intero programma AATIP non era così ben noto all'interno del Pentagono stesso, in qualche modo le sue attività venivano circondate da un velo di mistero, così da portare al programma un sacco di avversari politici e militari, soprattutto tra i funzionari del Dipartimento della Difesa , che non sono ideologicamente trasferiti UFO missione di ricerca e contatti con extraterrestri.

Il principale promotore del lancio del programma AATIP fu Harry Reed, ex membro del Senato degli Stati Uniti,  guidò il Partito Democratico dal 2005 al 2017. Reid trovò il finanziamento iniziale per il programma ed è stato in grado di assicurarsi che il lavoro rimanesse segreto per tutti questi anni. Si presumeva che il programma sarebbe stato in grado di ripetere gli studi incompleti del Bluebook del progetto, in cui, dal 1947 al 1969, le autorità statunitensi cercarono di trovare spiegazioni per centinaia di testimonianze oculari di UFO e contatti con alieni.

Harry Reed
Harry Reed

In una lettera al Segretario della Difesa degli Stati Uniti, Elizondo ha affermato che i videoregistrati a seguito di tali contatti potrebbero rappresentare un potenziale pericolo per i piloti: voleva persuadere il ministro a declassificare i dati della ricerca. In una conversazione con i giornalisti, l'ex capo del programma ha ammesso che il suo obiettivo principale era quello di fornire video e altre prove ai media.

 

Primo video: 

Chiamato "giunto cardanico" ("Kardan") - si tratta della registrazione audio dalla cabina di pilotaggio e video della telecamera a infrarossi installata a bordo del caccia-bombardiere F / A-18 Super Hornet, di un "fenomeno aereo non identificato" (34 secondi). Uno dei piloti (che ha chiesto di rimanere anonimo) ha confermato al Washington Post che ciò che si vide nel video corrisponde ai suoi ricordi. 
In questo video si sentono anche le voci dei piloti, che da prima indicano l'oggetto come un probabile drone nemico, poi invece si accorgono della sua strana forma, di una velocità e movimenti insoliti, della presenza di una vera e propria flotta di oggetti, a questo punto non identificati. 

Dal dialogo tra i piloti, come dicevamo, si capisce che in un primo momento hanno riconosciuto l'oggetto come un "****** [maledetto] drone", probabilmente a causa della sua forma. "Un'intera flotta di ******!". In questo caso, il sistema di sorveglianza a infrarossi ATFLIR si concentra solo su un oggetto, quindi visibile nel video. "Tutti volano contro il vento. Il vento è di 120 nodi" (Ndr  120 nodi sono 222 km/h,  la probabilità che gli oggetti fossero droni diventa estremamente minima - solo i droni particolari sono in grado di sviluppare tale potenza, di costo molto elevato, non giustificano una flotta).

Verso la fine del video, l'oggetto effettua una serie di curve e cambi di posizione bruschi, contrariamente ai principi dell'aerodinamica in quelle condizioni di vento così forte. Per questo motivo, e anche a causa della sconosciuta "aurea scura" attorno all'oggetto, delle stesse dimensioni dello scafo, l'AATIP conclude dicendo che ci fosse del vuoto gravitazionale attorno a questo UFO.

 

Secondo video:

Due caccia-bombardiere F/A-18 Super Hornet della portaerei Nimitz, pilotati dal comandante David Freyvor e il tenente comandante Jim Slate, vengono inviati in una zona di mare in cui il radar della portaerei ha rilevato un oggetto che volava all'altitudine di 24.000 metri per poi scendere a 6.000 e scomparire nel nulla.

Nel rapporto si evidenzia come i due caccia furono cosi vicini all'UFO che il radar della Nimitz, cessò di distinguere l'aereo e l'oggetto non identificato, tanto da indicarli come un unico punto, ma i comandanti ancora non vedevano nulla. Solo nel momento in cui Freyvor guardò il mare si accorse che qualcosa di molto anomalo stava accadendo. Nelle acque calme si alzavano verso il cielo due enormi onde, come se fossero spinte verso l'alto da uno scafo di grosse dimensioni. Il radar dell'aereo diede al comandante la visione di quello che l'occhio umano non poteva vedere. A un'altitudine di circa 15 metri sopra l'acqua c'era un oggetto ovale biancastro lungo circa 12 metri, che si muoveva senza rotta, spostandosi in modo casuale. L'acqua sotto di lui bolliva come se fosse a contatto con qualcosa di molto caldo. Freyvor andò in virata, facendo una manovra circolare, mentre l'oggetto iniziava a muoversi verso l'aereo, il radar li dava così vicini che il comandante pensò a un inevitabile impatto. ma così come era comparso, l'oggetto scomparve dal radar.

Un dettaglio di tutta questa storia lascia più di un dubbio, quando i due aerei tornarono alla portaerei, il tecnico che aveva comunicato con loro non era più al suo posto e tutte le registrazioni tra di loro erano scomparse. Il comandante Freyvor fu trasferito nelle unità di stanza nel il Golfo Persico, in supporto alla fanteria degli Stati Uniti durante la guerra in Iraq.

Questo articolo vuole solo dare stimolo a un pensiero, ma siamo davvero soli in questo infinito Universo?

 

(Fonte:TUT.BY)

 

 

 

(ultima ora ×ultime notizie ×video ×primo piano ×evidenza ×ilcomizio ×Ufo ×Pentagono ×Ufo news ×Ufo 2017 ×avvistamenti Ufo ×Il pentagono ammette un programma segreto per studiare gli UFO, ecco i video di alcuni contatti con oggetti alieni ×il piano segreto del Pentagono: ×Ufo: in un video della Difesa Usa l'incontro con un oggetto volante non identificato Ufo, il Pentagono ammette indagini della Difesa Usa × UFO è l'acronimo dell'espressione inglese Unidentified Flying Object o Unknown Flying Object, ovvero oggetto volante non identificato, con cui si indica genericamente ogni fenomeno aereo le cui cause non possano facilmente o immediatamente essere individu × Un articolo del New York Times ha rivelato che dal 2007 al 2012 il Dipartimento della Difesa statunitense ha finanziato un programma di indagini sugli ufo Un programma ovviamente segretissimo, ma su cui il Pentagono ci credeva, tanto da finanziarlo con 22 × Il Pentagono Usa ammette: nostro programma per cercare gli Ufo A rivelarlo il New York Times, che mostra anche le immagini di presunti incontri tra militari americani e oggetti volanti non identificati Lo studio, coperto da segreto, sarebbe stato finanzia × Ufo, New York Times: il video mostra l'incontro ravvicinato tra un super Hornet del Pentagono e un oggetto non identificato × Il Pentagono ha ammesso di aver gestito un programma sugli Ufo dal 2007 al 2012, costato 22 milioni di fondi annuali spesi segretamente dall'immenso budget della Difesa americana Lo ha rivelato il New York Times × Un video reso pubblico dall'esercito messicano sta infervorando il dibattito tra gli appassionati e studiosi di Ufo: undici oggetti non identificati il 5 marzo scorso scorrazzavano per i cieli dello stato sudorientale di Campeche (Messico) × Il Pentagono ha riconosciuto per la prima volta l'esistenza di un programma di ricerca sugli Ufo Lanciato nel 2007 e interrotto nel 2012, era nato per volere del senatore Harry Reid, all'epoca leader della maggioranza, particolarmente appassionato di spaz × Civiltà aliene × Spazio × Cosmo × Stelle × Alieni × Extraterrestri × Invasione alliena × Città del Messico UFO ×)

 

 

 

 

  • Pubblicato in Esteri
Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

1°C

Milano

Partly Cloudy

Humidity: 39%

Wind: 11.27 km/h

  • 17 Jan 2018 5°C -1°C
  • 18 Jan 2018 7°C -2°C